Mappa Rapallo

Rapallo descritta da dinalola

Una bellissima costruzione in stile liberty si trova al centro del lungomare Vittorio Veneto: il Chiosco della Musica.
Fu inaugurato nel 1929 e in quegli anni vi si tenevano concerti di musica classica per pianoforte ed archi. Durante la guerra subì un grave degrado essendo divenuta deposito di sacchi di cemento. Un recente restauro ha riportato la costruzione alle funzioni originali.

Commenti: 0
Mappa Zoagli
10

Zoagli descritta da dinalola

Zoagli è un paese che merita una visita…la piazza centrale chiusa al traffico e arricchita da vasi colmi di fiori colorati, la pavimentazione accurata, gli scorci di mare, le spiaggette sassose in cui si frange un mare limpido e terso, la passeggiata che si snoda lungo gli scogli e offre impagabili vedute della costa…insomma tutto stupendo !!

Commenti: 0
Mappa Tiglieto

Tiglieto descritta da dinalola

Merita un viaggio la visita all’abbazia di Tiglieto….si tratta del primo insediamento di monaci cistercensi in Italia e risale al 1120 circa. Il luogo è veramente mistico con questo monastero che si staglia nella campagna verdeggiante. Un restauro recente ha riportato gli ambienti e la struttura all’antico splendore ed il tutto è aperto al pubblico e visitabile.

Commenti: 0
Mappa Carpi
10

Carpi descritta da dinalola

E’ stata una bella scoperta la visita di Carpi…oltre al maestoso Castello dei Pio che domina la piazza, sono rimasta lietamente sorpresa per la suggestiva chiesetta che sorge dietro il castello. La chiesa di S.Maria detta La Sagra fu eretta nel XII secolo.Nell’interno, di forme romaniche, si possono ammirare affreschi del XIII secolo, un pulpito romanico e il trecentesco sepolcro di Manfredo Pio

Commenti: 0
Mappa Millesimo

Millesimo descritta da dinalola

Millesimo fa parte dei Borghi più belli d’Italia e, visitandolo se ne capisce il motivo. Il centro storico dalla caratteristica forma triangolare ha come vertice il castello e come base il palazzo dei Del Carretto. Rimane ancora a testimonianza delle fortificazioni del XII secolo un resto del ponte fortificato detto ponte della Gaietta, raffigurato nello stemma della città.

Commenti: 0
Mappa Portofino

Portofino descritta da dinalola

E’ molto difficile descrivere Portofino senza cadere nei soliti luoghi comuni….è una località universalmente nota e molto frequentata soprattutto nei mesi estivi.
Merita una salita sino al Castello Brown dal quale si può ammirare tutta l’insenatura con le case dai diversi colori che si specchiano nel piccolo golfo.

Commenti: 0
Mappa Camogli

Camogli descritta da dinalola

Camogli era anche chiamata la città dei Mille Bianchi Velieri: i camoglini erano tutti naviganti.
Le interpretazioni sull’origine del nome della località sono due : Camuggi, in genovese, da casa delle mogli, le quali rimanevano a casa da sole aspettando il ritorno dei mariti imbarcati, o da Cà a muggi ovvero case a mucchi, per la particolare disposizione delle case.

Commenti: 0
Mappa Firenze

Firenze descritta da dinalola

Sono rimasta veramente impressionata dall’enorme numero di opere d’arte che si possono ammirare a Firenze.
Artisti eccelsi come Donatello, Michelangelo, Giotto, Brunelleschi ci hanno lasciato dei capolavori che il tempo non ha rovinato e che sono disponibili agli occhi di tutti. Forse l’unico neo è proprio il numero elevato di turisti che ogni giorno sono presenti nelle vie della città!

Toscana > Firenze > Firenze (115)
Commenti: 0
Mappa Pontremoli

Pontremoli descritta da dinalola

Visitando Pontremoli non si può perdere la visita al Museo delle Statue Stele Lunigianesi nel Castello del Piagnaro.
Sono stele antropomorfe, scolpite in pietra arenaria ed innalzate a partire dal III millenio a.C. dalle popolazioni che abitavano anticamente la Lunigiana. La prima statua fu rinvenuta nel 1827 e da allora i ritrovamenti si sono succeduti sino ai giorni nostri.

Commenti: 0
Mappa Agli

Agliè descritta da dinalola

Il borgo di Agliè risale all’anno 1000 ed è dominato dall’ imponente castello ducale. Il palazzo con i suoi vasti giardini è visitabile e si possono ammirare le stanze, circa trecento, arredate con mobili pregevoli e arricchite di opere d’arte.
Una visita che vale assolutamente un viaggio!

Commenti: 0