1. Mirco (DescEditor) su Modena descritta da emanuelea (Modena) scrive:

    Sorry, ho sbagliato anche io volevo scrivere non di festa.
    La coppa di testa è la dimostrazione del detto “del maiale non si butta via niente” è infatti un insaccato che viene prodotto con i resti della macellazione del maiale, come la carne che rimane attorno alle ossa, tra cui appunto la testa, il tutto viene bollito in un paiolo,si tolgono le ossa e si insacca la carne nella vescica del maiale.

  2. Mirco (DescEditor) su Modena descritta da emanuelea (Modena) scrive:

    Vedo che ti sono piaciuti i prodotti della mia città natale, piccola correzione si chiama coppa di testa, non di testa :-) .

  3. Mirco (DescEditor) su Bonassola descritta da MaxFelice (Bonassola) scrive:

    Bel paese Bonassola! ci sono arrivato a piedi da Levanto molti anni fa, avevo percorso proprio le vecchie gallerie ferroviare in disuso, che all’epoca non erano ancora ritrutturate, per l’ultima lunghissima e in curva ci voleva la torcia. :-)

  4. Mirco (DescEditor) su Cerreto Sannita descritta da emanuelea (Cerreto Sannita) scrive:

    a mio parere conviene riformulare questa frase:
    “Una visita al ponte di Annibale segnalato in ferro, lungo la strada prov.,
    raffigurante un elefante.”

    scritta così non si capisce il senso del discors.o

  5. Mirco (DescEditor) su Anzola dell’Emilia descritta da Mirco (Anzola dell'Emilia) scrive:

    E’ vero, nonostante sia a due passi da Bologna, nei dintorni di Anzola c’è tanta campagna.

  6. Mirco (DescEditor) su Falcone descritta da emanuelea (Falcone) scrive:

    Penso che ti riferisci all’alluvione del 2008, non 2088.

  7. Mirco (DescEditor) su Isola della Scala descritta da teozanca70 (Isola della Scala) scrive:

    Il riferimento è nel ritornello che dice “è il paese dove son nato”

  8. Mirco (DescEditor) su Isola della Scala descritta da teozanca70 (Isola della Scala) scrive:

    Ciao. La canzone dei Nomadi “Il paese” si riferisce a Novellara, paese natale di Augusto Daolio
    nella bassa reggiana, sulla riva opposta del Po, in effetti in quella zona il paesaggio è molto simile a quello da te descritto e la citazione dei Nomadi ci stà benissimo.

  9. Mirco (DescEditor) su Belpasso descritta da emanuelea (Belpasso) scrive:

    Ciao, anche nel comune di Fiorano Modenese esistono formazioni molto simili a
    quelle da te descritte che vengono chiamate “salse” che fanno parte di una riserva naturale.
    Non sapevo che esistessero anche in Sicilia. Quante cose interessanti si imparano a leggere le descrizioni :-)

  10. Mirco (DescEditor) su Novi di Modena descritta da Mirco (Novi di Modena) scrive:

    Purtroppo la Torre Civica, che avevo citato in questa descrizione è quella che era anche
    chiamata Torre dell’Orologio e che avrete visto su tutti i telegiornali perchè si era già
    seriamente danneggiata con la scossa del 29 maggio ed è crollata definitivamente dopo
    l’ennesima scossa di ieri notte.
    Vorrei quì riportare le parole del Sindaco di Novi di Modena, Luisa Turci intervistata da rainews24
    “La nostra torre è crollata ma noi non crolliamo, siamo in piedi, ce la faremo perché abbiamo le forze per farcela”

  11. Mirco (DescEditor) su Riccione descritta da daniela1946 (Riccione) scrive:

    ciao, penso che tu ti riferissi a Viale Ceccarini che è la strada famosa per la movida
    riccionese e non Ceccarelli

  12. Mirco (DescEditor) su Pievepelago descritta da stefanonocetti (Pievepelago) scrive:

    Il lago Santo e il lago Baccio sono davvero tra i luoghi più suggestivi del territorio di
    Pievepelago, il lago Nero però per la precisione si trova nella Val di Luce,
    già in territorio toscano e fa parte del comune di Abetone.

  13. Mirco (DescEditor) su Monte San Pietro descritta da michea (Monte San Pietro) scrive:

    a Modena ormai si dice gnocco fritto e tigelle, ma in origine e nell’appennino è ancora così le tigelle sono i dischi di terracotta che si usavano per cuocere le crescentine di fianco al caminetto, si faceva una pila alternando un disco di terracotta a uno di pasta che col calore cresceva di spessore da quì il termine crescentine, lo gnocco fritto fa lo stesso effetto se si immerge la striscia di pasta nell’olio bollente questa cresce di spessore, per questo nel bolognese si usa il termine crescentina per lo gnocco.

  14. Mirco (DescEditor) su Monte San Pietro descritta da michea (Monte San Pietro) scrive:

    interessante come lo stesso piatto tipico assuma denominazioni così diverse
    in varie province vicine, pensa che nell’appennino modenese si chiamano invece
    crescentine quelle che in altre zone della regione vengono chiamate “tigelle”.
    Tra le specialità di Monte San Pietro, da ricordare anche il pecorino.

  15. Mirco (DescEditor) su San Giovanni in Persiceto descritta da Maccaferri David (San Giovanni in Persiceto) scrive:

    Sono stato varie volte in questo grazioso paese, anche in occasione del carnevale. La piazzetta betlemme, non la conoscevo ma sicuramente la andrò a vedere quando ci tornerò, da come la descrivi penso che meriti sicuramente.

  16. Mirco (DescEditor) su Brisighella descritta da Mirco (Brisighella) scrive:

    si io c’ero stato qualche anno fa per le feste medievali

  17. Mirco (DescEditor) su Jerzu descritta da gianniB (Jerzu) scrive:

    Ottimo il Cannonau! specie se accompagnato da un pasto sostanzioso

  18. Mirco (DescEditor) su Langhirano descritta da Mirco (Langhirano) scrive:

    Si, ed è stato uno dei soggetti più fotografati nell’edizione 2009 del concorso di comuni italiani

  19. Mirco (DescEditor) su Samone descritta da gianniB (Samone) scrive:

    C’è un omonimo anche nel modenese, la località Samone, che fa parte del comune di Guiglia

  20. Mirco (DescEditor) su Amaroni descritta da gianniB (Amaroni) scrive:

    Complimenti Gianni sei a quota 1000! è sempre un piacere leggere le tue descrizioni dei comuni italiani