Mappa San Quirico d'Orcia
9

San Quirico d’Orcia descritta da quark

La particolarità di questo bellissimo borgo toscano, situato nella Val d’Orcia, è data dal fatto che le case e la chiesa di San Giovanni Battista si siano sviluppate attorno alla vasca in cui sgorgano le acque termali.
La vasca acquista quindi la connotazione di piazza vera e propria, dove il turista, richiamato dalla curiosità, non manca mai.

Commenti: 0
Mappa Cividale del Friuli
9

Cividale del Friuli descritta da quark

Famosissimo il ponte del Diavolo, che come vuole la tradizione, venne costruito dal diavolo in cambio dell’anima del primo passante. I Cividalesi mandarono sul ponte un cane ed il diavolo dovette accontentarsi.
Famosa è questa cittadina anche per i dolci tipici friulani, tra cui spicca la “gubana”, un dolce lievitato con all’interno noci, uvetta, pinoli, liquore e scorza grattugiata di limone.

Commenti: 0
Mappa Gradara
10

Gradara descritta da quark

Un’atmosfera unica, varcata la Porta dell’Orologio, è tutto un altro mondo.
Talvolta per turisti, ma comunque avvolto nel fascino che solo i borghi antichi sanno dare.
Una passeggiata per le vie che salendo portano al castello, la cui visita consiglio vivamente.
Uno scorcio che si intravvede, un panorama mozzafiato che improvvisamente si apre agli occhi del visitatore.

Commenti: 7
Mappa Borgio Verezzi

Borgio Verezzi descritta da quark

Dal 1933 questi due borghi, Borgio sul mare e Verezzi in collina, sono stati unificati in un unico comune.
Particolarmente affascinante il borgo di Verezzi dove, tra l’altro, nella caratteristica piazza di Sant’Agostino, si tiene un importante festival teatrale estivo.
Il panorama del golfo della Riviera di Ponente che da qui si può ammirare merita la salita al borgo.

Commenti: 0
Mappa Prato

Prato descritta da quark

Una città che spesso ingiustamente ho deriso, ma che invece merita una riconsiderazione.
Piccola, raccolta, soprattutto la parte compresa tra le mura.
Decisamente una cittadina a passo d’uomo, specialmente nel periodo natalizio con tutti gli addobbi e le luci dei negozi.
Suggestivo è il Duomo di Santo Stefano dove è custodita la Sacra Cintola, la cintura della Madonna.

Toscana > Prato > Prato (23)
Commenti: 10
Mappa Catania

Catania descritta da quark

Ho visto Catania per la prima volta questa estate, un visita veloce nell’arco di una mattinata. Ma come non rimanere colpiti dai mille colori, dai mille suoni di questa città.
Una visita al Duomo, una colazione che a casa mi scordo a base di brioche con il gelato alla ricotta e un giro tra le bancarelle del mercato. Particolari e suggestive quelle del pesce con una tale varietà e abbondanza.

Commenti: 0
Mappa Firenze

Firenze descritta da quark

In località Castello si trova la bellissima Villa Medicea della Petraia che data la sua posizione consente, tempo permettendo, di vedere un ampio panorama della città.
Gli incantevoli arredi, conseguenza del trasferimento qui di Vittorio Emanuele II, meritano una visita, così come gli splendidi giardini.
Una nota da sottolineare e non indifferente è data dal fatto che l’ingresso è gratuito.

Toscana > Firenze > Firenze (115)
Commenti: 0
Mappa Calizzano

Calizzano descritta da quark

Di passaggio per questo paese situato nell’alta Val Bormida, in occasione del festival delle acque (nel mese di maggio), mi sono imbattuta in una piazza particolare il cui nome è Piazza dei fiammiferi, dove si possono vedere i lampioni che illuminano la piazza stessa con la carinissima forma appunto di fiammiferi.

Commenti: 0
Mappa Leggiuno

Leggiuno descritta da quark

In questo comune, in provincia di Varese, abbarbicato su di un costone roccioso nella sponda orientale del Lago Maggiore, si può ammirare lo splendido Eremo di Santa Caterina del Sasso.
Un consiglio: fate come me, raggiungetelo salendo dal lago. E’ meraviglioso, come stupendo è lo splendido panorama che si vede affacciandovisi.

Commenti: 0
Mappa Trieste

Trieste descritta da quark

Sul colle di San Giusto, a pochi passi dal Duomo e dal Castello, si può ammirare il suggestivo monumento ai Caduti, realizzato in ghisa e pietra da Selva nel 1935.

Commenti: 0