Mappa Stenico

Stenico descritta da roval11

Quest’estate ho avuto il piacere di ammirare la Cascata del Rio Bianco che esce da fenditure calcaree, causate da fenomeni carsici. Per vederla bisogna percorrere una stradina che parte da Stenico e poi mano a mano si addentra nella forra, molto suggestiva, scavata dal Torrente.

Commenti: 0
Mappa Fiav

Fiavè descritta da roval11

Le Palafitte di Fiavè fanno parte della lista del Patrimonio mondiale dell’Unesco. Il Museo è stato inaugurato il 14 aprile 2012, ed è una preziosa testimonianza della vita degli uomini a partire dal tardo Neolitico fino all’età del bronzo. Ci sono delle rappresentazioni in miniatura di scene di vita davvero spettacolari, da non perdere.

Commenti: 0
Mappa Tirolo

Tirolo descritta da roval11

Si trova all’ingresso del Parco Naturale delle Giogaia di Tessa ed è un piccolo paesino dal quale si può partire per numerose escursioni. A 2500 m ci sono i 10 Laghetti di Sopranes, uno spettacolo da non perdere. C’è poi il Castel Tirolo, con il suo Museo Storico-Culturale e da non perdere, la dimostrazione di volo degli uccelli rapaci, nel Centro Recupero Avifauna vicino al Castello.

Commenti: 0
Mappa Aldino

Aldino descritta da roval11

Aldino è detto “il giardino del Sudtirolo” perchè è circondato da prati e boschi che lo rendono davvero spettacolare. Ci sono innumerevoli possibilità di passeggiate che portano verso la Cima del Corno Bianco e del Corno Nero. Tra Aldino e Regnano si trova il Gran Canyon dell’Alto Adige nella Gola Rio delle Foglie che lascia a bocca aperta anche il più esigente dei turisti.

Commenti: 0
Mappa Baselga di Pin

Baselga di Pinè descritta da roval11

Quando si arriva al bivio per Montagnaga, nel Com. di Baselga , ecco che si manifesta un misterioso fenomeno; la salita in discesa. In pratica, l’auto in folle sale all’indietro, cioè in salita. Anomalie gravitazionali? Miracoli Mariani, visto che la strada porta al Santuario di Pinè? la soluzione sta in un’illusione ottica rispetto alle linee di fuga di un’altra strada che distorce la visione.

Commenti: 0
Mappa Tenno

Tenno descritta da roval11

Canale di Tenno è un borgo medievale che è rimasto praticamente intatto fino ad oggi e la sua bellezza sta nella sua architettura fatta di “volti” a botte, archi, sottopassi e balconi tutto con una luce particolare che ricorda i vecchi tempi. Negli anni ‘60, è nata “la Casa degli Artisti Giacomo Vittone” come ritrovo per gli artisti e tutti gli anni si organizzano varie manifestazioni artistiche.

Commenti: 0
Mappa Trambileno

Trambileno descritta da roval11

Nel Comune di Trambileno c’è una piccola località chiamata Spino che ha ben tre fonti per l’approvvigionamento di acqua pulita e sana. Una di queste è detta Fonte dell’Orco a causa dei boati e muggiti che emette in primavera prima di gettar acqua. Si, perchè questa fonte va ad intermittenza; getta acqua da aprile ad ottobre circa , mentre negli altri mesi si dissecca.

Commenti: 0
Mappa Fondo

Fondo descritta da roval11

In piazza S. Giovanni c’è un’opera realizzata dal maestro mantovano Alberto Gorla su proposta dell’orologiaio Giulio Zanoni. “Idrocronometro Astronomico con Idrosuoneria” ecco il nome dell’opera. In pratica è un grande orologio ad acqua con due meccanismi distinti; uno, misura il tempo e l’altro fa funzionare le suonerie. E’ sicuramente da vedere.

Commenti: 0
Mappa Drena

Drena descritta da roval11

Il Castel Drena è stato restaurato recentemente ed è un complesso dalle caratteristiche medioevali, in cui il “mastio” è l’elemento più importante. La torre è alta 25 metri ed è dotata di feritoie e al suo interno ci sono dei sedili di pietra ricavati nella muratura a dimostrare che nei momenti di pericolo, i difensori vi abitavano. Questa estate si terrà una manifestazione: Il castello incantato

Commenti: 0
Mappa Pergine Valsugana

Pergine Valsugana descritta da roval11

Sotto l’Impero Austro-Ungarico, nel 1882, fu aperto l’Ospedale Psichiatrico di Pergine.Fu chiuso definitivamente nel 2002.Su un vecchio libro del 1800 di Brentari, trovai il numero degli abitanti di Pergine: ab. 4434 (compresi 240 infermi e 50 persone di servizio del manicomio)

Commenti: 0