Archivio di Agosto 2011

Mappa Borgia
10

Borgia descritta da gianniB

Tra le più belle città calabresi posto a 10 km dal mare su una collina ha un bel centro storico ed ha una parte di spiaggia frequentata nel golfo di Catanzaro. Nella frazione Roccelletta si possono ammirare i resti della imponente basilica di Santa Maria della Roccella con i resti del teatro e dell’anfiteatro della colonia romana di Scolacium. Santo patrono san Giovanni Battista il 24 giugno.

Commenti: 0
Mappa Chiaravalle Centrale
10

Chiaravalle Centrale descritta da gianniB

Col nome Claravallis viene nominata nel 1500 ed era conosciuta per la lavorazione del lino. Colpita nei secoli 1600 e 1700 da vari terremoti catastrofici fu quasi completamente distrutta. da visitare il centro storico e la Chiesa di Santa Maria della Pietra, patrona insieme a S.Biagio, in località Foresta. L’economia del passato era agricola e d’allevamento ora di commercio e qualche industria.

Commenti: 0
Mappa Mesoraca
10

Mesoraca descritta da gianniB

Sito abitato da Enotri 1600 anni prima di Cristo, poi da greci che la chiamarono Mesorachion, romani Mesoreacium, e dagli ebrei. Fortificata come Castello di Mesoraca ebbe un ruolo importante nel medioevo. Qui nacque san Zosimo che fu papa dal 417. Anche se il patrono è san Nicola, viene deto molto onore alla protezione del SS. Ecce Homo, che ha protetto il paese da devastanti terremoti.

Commenti: 0
Mappa Mileto
10

Mileto descritta da gianniB

Ricordato per la nascita del normanno Ruggero II che la fece diventare un importante centro europeo. Per questo nei secoli è sempre stata una città ricca di cultura e fede. Non ultima è stata patria di Natuzza Evolo mistica dei nostri tempi molto seguita per la sua semplicità e per non aver mai sfruttato economicamente le sue stimmate rimanendo nella sua casa in preghiera e disponibile con tutti.

Commenti: 0
Mappa San Marco Argentano
10

San Marco Argentano descritta da gianniB

Deriva il nome da San Marco Evangelista, patrono della città, e dal nome Argentano cioè della famiglia degli Argento o dalle miniere di argento. Bellissimo centro storico conserva l’originaria struttura feudale con il Duomo e la torre normanna. Eventi tipici come “La partita del re” una partita a scacchi figurata con pedine umane in abiti storici e la Sagra della Fresa Cunzata a fine agosto.

Commenti: 0
Mappa Rizziconi
9

Rizziconi descritta da gianniB

Nel comune di Rizziconi si trova nella piana di Gioia Tauro e sulle rovine di Drusium, un’antica località risalente ai tempi dei Romani, c’è ora la frazione di Drosi dove si stà sviluppando una economia commerciale visto che ormai si stà esaurendo la vocazione agricola. Santo patrono san Teodoro martire ad Amasea festeggiato il 9 novembre.

Commenti: 0
Mappa Cerreto Laziale
10

Cerreto Laziale descritta da Orlando Serpietri

Cerreto Laziale definita dalle alte cariche dello stato : “piccola capitale dell’arte moderna” nella valle dell’Aniene. presidente/fondatore M. Orlando Serpietri del movimento internazionale “cento e piu’ artisti uniti per il mondo”. fondatore dell’istituendo Museo Civico e galleria comunale d’arte moderna e contemporanea con progetto “arte e scuola, arte a scuola” dall’anno 2003

Commenti: 1
Mappa Finale Emilia
10

Finale Emilia descritta da gianniB

Fondata dai romani come Forum Alieni divenne nel medioevo Castrum finalis e oggi è visibile nella Rocca Estense o Castello delle Rocche un quadrilatero munito di torri da visitare. A fine ottocento qui nasce la prima cooperativa di operai, braccianti e scariolanti e sarà un sistema organizzato che si svilupperà in Italia da questo esempio. Santo patrono san Zenone 8 settembre.

Commenti: 0
Mappa Budrio
10

Budrio descritta da gianniB

Deriva da Butrium “burrone, scarpata” e nella struttura del comune si intravedono le geometrie della centuriazione romana. Nel medioevo divenne castello e poi borgo fortificato. Il paese è conosciuto in tutto il mondo per la sua “ocarina”, strumento musicale di terracotta creato dal budriese Giuseppe Donati visitare il Museo dell’ocarina e degli strumenti in terracotta. Patrono san Lorenzo.

Commenti: 0
Mappa Pianoro
10

Pianoro descritta da gianniB

Posto lungo due vallate tra il torrente Zena e il Savena, in zona piana, da cui prende il toponimo o dal re etrusco di nome Ocno detto Bianore. Venne distrutto totalmente nella II guerra mondiale. Ricostruita ha sviluppato un importante centro industriale principalmente meccanico. Da visitare il caratteristico santuario di Santa Maria di Zena sul Monte delle Formiche. Patrono santa Maria Assunta .

Commenti: 0