Contest: Forme dialettali

Organizzazione e proposte sui nuovi contest

Moderatore: Giovanna F

Messaggioda Giovanna F » gio 05 ago 2010 17:20

dous ha scritto:NOn avevo ben inteso il termine "ufficiose": ma farei degli esempi.
Comunque per le pasquinate: http://aburbecond.wordpress.com/2009/09 ... asquinate/
http://www.paesionline.it/foto_italia/D ... squino.jpg
:fischio:

esistono altre statue parlanti che però non hanno fogli su fogli attaccati, però un partecipante potrebbe creare il foglio da sé ed attaccarlo ad una di queste statue per fare la foto.
Quindi se si vogliono accettare le pasquinate credo bisogna scrivere nel regolamento un qualcosa che vieti foto fatte come ho descritto sopra.
Oppure si vietano tutte le foto con fogli "volanti".
Partecipa, Crea, Divertiti...ti aspettiamo su CONTEST

TI ASPETTIAMO SU LIBRI E CONTEST RACCONTI
Avatar utente
Giovanna F
Moderatore
 
Messaggi: 17669
Iscritto il: mer 30 set 2009 13:31

Messaggioda dous » gio 05 ago 2010 18:59

Giovanna F ha scritto:
dous ha scritto:NOn avevo ben inteso il termine "ufficiose": ma farei degli esempi.
Comunque per le pasquinate: http://aburbecond.wordpress.com/2009/09 ... asquinate/
http://www.paesionline.it/foto_italia/D ... squino.jpg
:fischio:

esistono altre statue parlanti che però non hanno fogli su fogli attaccati, però un partecipante potrebbe creare il foglio da sé ed attaccarlo ad una di queste statue per fare la foto.
Quindi se si vogliono accettare le pasquinate credo bisogna scrivere nel regolamento un qualcosa che vieti foto fatte come ho descritto sopra.
Oppure si vietano tutte le foto con fogli "volanti".

Questo è poco ma sicuro: introdurrei un articolo di regolamento che vieta le pose ..."posticcie": ma come rendere la cosa? :hmm:
Avatar utente
dous
Utente Qualificato
 
Messaggi: 20284
Iscritto il: lun 03 nov 2008 17:01
Località: Roma

Messaggioda Giovanna F » gio 05 ago 2010 19:56

dous ha scritto:Questo è poco ma sicuro: introdurrei un articolo di regolamento che vieta le pose ..."posticcie": ma come rendere la cosa? :hmm:


abbastanza difficile :hmm:

oppure si potrebbe dire tipo "ammesse solo pasquinate in cui si vede che sono 'vissute' " (tipo le foto dei link che hai indicato)
:hmm:
Partecipa, Crea, Divertiti...ti aspettiamo su CONTEST

TI ASPETTIAMO SU LIBRI E CONTEST RACCONTI
Avatar utente
Giovanna F
Moderatore
 
Messaggi: 17669
Iscritto il: mer 30 set 2009 13:31

Messaggioda dous » ven 06 ago 2010 16:24

Dalla foto http://rete.comuni-italiani.it/foto/contest/11131 si dovrebbe intendere che il soggetto dev'essere un murales con una forma dialettale tipica del comune in cui è ripresa oppure altra decorazione artistica.
Non accetterei semplici scritte sui muri o su carta delle quali non è possibili accertare se sono opera dell'utente stesso.
Questa http://www.bergamonews.it/immagini_arti ... aletto.JPG è una forma dialettale su un cartello stradale: la accettiamo? (apriamo quindi alla segnaletica dialettale ? 8) )
Questo sito riporta alcuni casi sui di scritte sui muri http://forum.meteonetwork.it/ditelo-fot ... 009-a.html su http://img195.imageshack.us/img195/1499/12774586.jpg .. accettiamo anche le scritte simili purchè ubicabili?
Avatar utente
dous
Utente Qualificato
 
Messaggi: 20284
Iscritto il: lun 03 nov 2008 17:01
Località: Roma

Messaggioda daniele1357 » ven 06 ago 2010 18:35

Mi sa che nascerà una bella confusione.

Secondo voi come si fa a fotografare quelle che voi chiamate Pasquinate (che gli italiani fuori Roma non conoscono) rendendo leggibile il testo per capire in che dialetto è scritto e inquadrando una parte del comune che lo renda riconoscibile e il tutto con una risoluzione di circa 600x800 che è il massimo che rete-comuni ci garantisce?

Almeno a Padova abbiamo i papiri del neo laureati, che se scritti in veneto almeno sono su foglio A0 :jfs2: e il luogo è sempre il muro del Bò, e quindi riconoscibilissimo

daniele
- "A pensar male si fa peccato, ma spesso ci si indovina" (G.Andreotti)
- La lingua batte dove il dente duole.
- Biennale architettura 2012 - http://www.flickr.com/photos/daniele1357/sets/72157632061554879/show/
Avatar utente
daniele1357
Utente Qualificato
 
Messaggi: 5303
Iscritto il: mar 24 feb 2009 20:15
Località: Treviso - Padova

Messaggioda daniele1357 » ven 06 ago 2010 18:41

dous ha scritto:Questa http://www.bergamonews.it/immagini_arti ... aletto.JPG è una forma dialettale su un cartello stradale: la accettiamo? (apriamo quindi alla segnaletica dialettale ? 8) )


quando vedo cose del genere mi cascano le [auto-snip] :fischio: .... daniele

P.S. un contest che avvalli quel tipo di uso del dialetto... no grazie.
P.P.S Non so da voi, ma dalle mie parti ogni 20 km cambiano le forme dialettali, e delle volte anche su distanze più corte. Come si fa a tener sotto controllo quello che si fotografa? sevirebbero centinaia di esperti. Solo in provincia di Padova ci saranno almeno una decina di varianti, e una ventina di miscugli.
La ex-morosa, che è nata in provincia di Padova, ha un dialetto completamente differente dal Padovano, i temini sono completamente diversi.
- "A pensar male si fa peccato, ma spesso ci si indovina" (G.Andreotti)
- La lingua batte dove il dente duole.
- Biennale architettura 2012 - http://www.flickr.com/photos/daniele1357/sets/72157632061554879/show/
Avatar utente
daniele1357
Utente Qualificato
 
Messaggi: 5303
Iscritto il: mar 24 feb 2009 20:15
Località: Treviso - Padova

Messaggioda Giovanna F » ven 06 ago 2010 19:25

daniele1357 ha scritto: Solo in provincia di Padova ci saranno almeno una decina di varianti, e una ventina di miscugli.


sei vai in Sardegna è la stessa cosa.
Idem la Sicilia.
La Puglia.
Etc Etc

Ma sempre di dialetti si tratti.
E questo è un contest sulle "forme dialettali"
:-)
Partecipa, Crea, Divertiti...ti aspettiamo su CONTEST

TI ASPETTIAMO SU LIBRI E CONTEST RACCONTI
Avatar utente
Giovanna F
Moderatore
 
Messaggi: 17669
Iscritto il: mer 30 set 2009 13:31

Messaggioda cm9462 » ven 06 ago 2010 20:07

Il bello dei dialetti è proprio la loro molteciplità, e il fatto che si evolvono nel tempo.
Testimoniare le forme dialettali in fotografia, oltre che in letteratura, è un fatto meritorio! E il link segnalato da Dous è di un interesse pazzesco: presuppone che in quella provincia le segnalazioni comunali vengano fatte in dialetto. CHI lo sapeva, in Italia? Solo qualcuno che lo ha letto per caso su un giornale?
Escludendo le "pasquinate" su carta e su fogli volanti, io documenterei tutto, non sarà poi così terribilmente difficile tenere sotto controllo le forme del dialetto!
Avatar utente
cm9462
Utente Qualificato
 
Messaggi: 1122
Iscritto il: ven 27 feb 2009 15:25
Località: Roma

Messaggioda daniele1357 » ven 06 ago 2010 21:23

cm9462 ha scritto:Escludendo le "pasquinate" su carta e su fogli volanti, io documenterei tutto, non sarà poi così terribilmente difficile tenere sotto controllo le forme del dialetto!


Mah, sono dubbioso sulla capacità di poche persone di verificare ogni variazione dei dialetti.

Non dimentichiamoci che ad esempio il Ladino non è un dialetto ma una lingua, ufficialmente riconosciuta come lingua, e anche il friulano, mentre il veneto sta cercando di ottenere una qualche ufficialità, in questi casi andrebbero escusi in quanto non dialetti?

http://it.wikipedia.org/wiki/Lingue_parlate_in_Italia ha scritto:Le minoranze linguistiche sono tutelate dall'articolo 6 della Costituzione Italiana: in attuazione di tale articolo la legge n. 482/1999 ha riconosciuto ufficialmente e tutelato altre 12 lingue: friulano, ladino, tedesco, sloveno, occitano, francese, francoprovenzale, albanese, greco, sardo, catalano e croato. La legge prevede l'uso ufficiale di tali lingue negli uffici pubblici, il loro insegnamento nelle scuole e l'avvio di trasmissioni radiotelevisive in RAI.

Inoltre la lingua tedesca è parificata a quella italiana nella Provincia Autonoma di Bolzano (articolo 99 dello Statuto di Autonomia), mentre la lingua francese è parificata a quella italiana nella Valle d'Aosta (articolo 38 dello Statuto regionale)


daniele
- "A pensar male si fa peccato, ma spesso ci si indovina" (G.Andreotti)
- La lingua batte dove il dente duole.
- Biennale architettura 2012 - http://www.flickr.com/photos/daniele1357/sets/72157632061554879/show/
Avatar utente
daniele1357
Utente Qualificato
 
Messaggi: 5303
Iscritto il: mar 24 feb 2009 20:15
Località: Treviso - Padova

Messaggioda cm9462 » ven 06 ago 2010 21:34

daniele1357 ha scritto:Mah, sono dubbioso sulla capacità di poche persone di verificare ogni variazione dei dialetti.


Non capisco. Per caso è questo lo scopo di questo contest? Questo tipo di verifica? :-)
Avatar utente
cm9462
Utente Qualificato
 
Messaggi: 1122
Iscritto il: ven 27 feb 2009 15:25
Località: Roma

Messaggioda daniele1357 » ven 06 ago 2010 22:16

cm9462 ha scritto:
daniele1357 ha scritto:Mah, sono dubbioso sulla capacità di poche persone di verificare ogni variazione dei dialetti.


Non capisco. Per caso è questo lo scopo di questo contest? Questo tipo di verifica? :-)


Scusa, non sono stato chiaro nel discorso.

Se arriva una foto con una scritta in un dialetto, si dovrebbe controllare che quello che è scritto sia realmente il dialetto del posto fotografato.
Quindi se arriva una foto da Rovigo, servirà qualcuno che conosce il dialetto parlato a Rovigo, e questo è vero per ogni provincia italiana.
Poi, come ho scritto sopra ci sono infinite varianti.
Oltre alle varianti credo che nessuno in italia sappia scrivere in dialetto, e quindi la stessa parola potrebbe essere scritta in più modi differenti.

Quindi, o si accetta qualsiasi foto con scritte palesemente non in italiano, o si ci addentra in un vicolo cieco di controlli da cui sarà molto difficile uscire.

daniele
- "A pensar male si fa peccato, ma spesso ci si indovina" (G.Andreotti)
- La lingua batte dove il dente duole.
- Biennale architettura 2012 - http://www.flickr.com/photos/daniele1357/sets/72157632061554879/show/
Avatar utente
daniele1357
Utente Qualificato
 
Messaggi: 5303
Iscritto il: mar 24 feb 2009 20:15
Località: Treviso - Padova

Messaggioda cm9462 » sab 07 ago 2010 00:08

daniele1357 ha scritto:credo che nessuno in italia sappia scrivere in dialetto, e quindi la stessa parola potrebbe essere scritta in più modi differenti.


Scusami tu, Daniele, se insisto, ma credo sarà l'ultima volta. Sei per così dire troppo "negativo" in questo discorso del dialetto.
Il dialetto è definito, da Pasolini in poi, la LINGUA MADRE. Nessuno ignora come si scrive in dialetto. Possono esserci errori di forma, ma non di sostanza, nel modo in cui ognuno di noi interpreta la propria lingiua madre.
Se io invio una foto che rappresenta una scritta in dialetto, il cui comune sia identificabile, colui che fa i controlli non dovrà essere costretto a controllare che quello sia il dialetto giusto. Semmai, dovrà controllare che la foto provenga effettivamente dal luogo indicato.
Come dire: siamo in un sito di fotografia, o in un sito di dialettologia?
"Corrigetemi se sbaglio" :-)
Avatar utente
cm9462
Utente Qualificato
 
Messaggi: 1122
Iscritto il: ven 27 feb 2009 15:25
Località: Roma

Messaggioda dous » sab 07 ago 2010 00:19

Carolina, Daniele e Giovanna: posso senz'altro dire che lo scopo del contest, almeno in questa sua fase, è capire la fattibilità di un approccio comunale, magari limitato non già alle forme derivate bensì ai dialetti "madre".
Esistono dei ceppi comuni, che so il Lombardo? E' possibile differenziarlo da comune a comune ?
O per caso, senza fasciarci la testa prima, possiamo pensare che in maniera libera si possa accettare qui quanto un utente si sente di poter proporre presentandolo in maniera idonea allo "stile" degli altri contest?
Riconoscibilità del luogo, qualità della foto ed idoneità al regolamento, soggetto in tema con le forme dialettali che vogliono mostrarsi.
Chi dovrà controllare la regolarità dovrà accertarsi delle solite cose ed in più che sia verosimile che un tal idioma possa trovarsi lì dove viene fotografato.
I contest possono e debbono spaziare e noi utenti sentirci stimolati a trovare ciò che può arricchire il repertorio di scatti ma anche può far conoscere i comuni per le loro caratteristiche linguistiche. :-)
Non andrà bene l'idioma catanese su una foto di TOrino e viceversa, anche se magari potrebbe addirittura sembrare interessante il contrario. 8)
Parliamone un pò...
Avatar utente
dous
Utente Qualificato
 
Messaggi: 20284
Iscritto il: lun 03 nov 2008 17:01
Località: Roma

Messaggioda Mirco » sab 07 ago 2010 00:52

Le forme dialettali, subiscono varianti non solo nell'ambito della stessa provincia ma a volte anche nella stessa città.
Il sottoscritto, per esempio, risiede in un comune Castelfranco Emilia dove si parla sia il bolognese che il modenese e potrei fare l'esempio di Bergamo alta e Bergamo bassa.
Ma non mi preoccuperei troppo di questo, i dialetti hanno comunque una radice comune, quindi se la foto è scattata in un comune della Lombardia dovrà essere in un dialetto lombardo senza preoccuparsi di quale variante se fatta in Calabria dovrà essere in calabrese. Non mi sembra poi così difficile.
http://www.flickr.com/photos/mircoparmeggiani/

Di sicuro, ci sarà sempre chi guarderà solo la tecnica e si chiederà "come", mentre altri di natura più curiosa si chiederanno "perché".
Man Ray
Avatar utente
Mirco
Utente Qualificato
 
Messaggi: 1148
Iscritto il: lun 10 nov 2008 18:54
Località: Castelfranco Emilia

Messaggioda daniele1357 » sab 07 ago 2010 10:31

Mirco ha scritto:Ma non mi preoccuperei troppo di questo, i dialetti hanno comunque una radice comune, quindi se la foto è scattata in un comune della Lombardia dovrà essere in un dialetto lombardo senza preoccuparsi di quale variante se fatta in Calabria dovrà essere in calabrese. Non mi sembra poi così difficile.



Vista così sembra semplice, quello che volevo far notare è che un milanese non conosce praticamente nulla del dialetto bergamasco (entrambi lombardi), che è un dialetto realmente impossibile, come un triestino non capisce nulla, ma proprio nulla, dell'udinese. Lo stesso vale per gli abitanti di trento, che non sanno una parola di Ladino.
Lo stesso vale per il veneto, è vero che esiste un ceppo madre, ma i termini usati a belluno non hanno nulla a che vedere con quelli di Rovigo. Prova a chiedere a Venezia a Belluno o a Trevso cos'è l'endeguro, o a Rovigo cos'è un pitaro.
A parte le differenze oggettive ci sono anche i problemi di scrittura, visto che non è univoca la trascrizione di parole con suoni a volte molto differenti da quelli dell'italiano.

In questa situazione vedo molto difficile fare i controlli, anche minimi.

Quindi se si farà questo contest si dovrebbe comunque accettare qualsiasi cosa scritta, l'unico controllo possibile sarà quello sul comune. Si potra solo ed esclusivamente identificare forme dialettali note, ad esempio romanesco scritto sui muri della stazione centrale di Milano, o comunque cose eclatanti di questo tipo.

Mi piacerebbe che qualche altro arbitro e qualche altro senior dicesse la sua, perchè poi l'onere dei controlli sarà a carico dell'organizzatore e degli assistenti.

daniele
- "A pensar male si fa peccato, ma spesso ci si indovina" (G.Andreotti)
- La lingua batte dove il dente duole.
- Biennale architettura 2012 - http://www.flickr.com/photos/daniele1357/sets/72157632061554879/show/
Avatar utente
daniele1357
Utente Qualificato
 
Messaggi: 5303
Iscritto il: mar 24 feb 2009 20:15
Località: Treviso - Padova

PrecedenteProssimo

Torna a I Contest

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron