[Montevirginio] 350° della fondazione dell’Eremo fra arte e poesia

Moderatore: Justinawind

Regole del forum
Se crei un nuovo argomento su un comune, metti all'inizio dell'oggetto il nome del comune tra parentesi quadrate, in modo da facilitarne l'individuazione.

[Montevirginio] 350° della fondazione dell’Eremo fra arte e poesia

Messaggioda Accademiapoesiarte » sab 24 nov 2018 20:15

Al trecentocinquantesimo anniversario dalla nascita dell’eremo di Montevirginio (1668 - 2018), i Padri Carmelitani Scalzi e l’Accademia Internazionale di Significazione Poesia e Arte Contemporanea in Convenzione formativa con l’Università degli Studi di Roma Tre e con il patrocinio del Comune di Canale Monterano, cerimoniano la memoria della fondazione con la mostra fotografica “Fra luoghi e storia” a cura del direttore artistico Antonino Bumbica e con la poesia monumentale di Fulvia Minetti.

La festa rituale è arte che condivide vita e conferisce senso e valore alla cosmogonia comunitaria: il singolo partecipa alla comunità della vita. Il rito è un passo indietro, formativo, verso l’origine, verso il modello esemplare, per il suo rinascere, che accresce ed eterna l’identità. L’uomo è segno e il divino è il suo significato: l’uomo è memoria della sua provenienza e della sua destinazione in Dio.

Ispirata alla Beata Vergine Maria del Monte Carmelo, la poesia di Fulvia Minetti, presidente dell’Accademia, incisa in basamento della statua monumentale della Madonna, celebra il trecentocinquantesimo anniversario della fondazione dell’Eremo di Montevirginio con inaugurazione l’8 Dicembre 2018. L’appellativo di “donna” rivolto alla Vergine cerimonia la dimensione paradigmatica del femminile, modello esemplare dell’accoglienza e della fede, che pur trascende l’identità terrena nella maternità, che la rivela più spaziosa dei cieli (Platytéra ton uranòn) a gestare il Cristo nella figura dell’oro fulgente del sole, sorriso di un grembo empireo, celeste. Gli istanti esemplari della sua vita sono prue che non smettono di salpare il tempo. Il passi della vergine sono le onde del mare: eco infinita d’amore, eternamente a noi in ausilio tornanti.

Stella del mare. / Donna, / eccedi un viso / e gesti oro / fulgere il sorriso / di un seno azzurro. / E beccheggia ancora / il sol le prore / degli istanti chiusi, / dei tuoi chiari passi / aprire / eterna e amata l’eco / del mare. / Fulvia Minetti

www.accademiapoesiarte.it
www.accademiapoesiarte.com
Avatar utente
Accademiapoesiarte
Utente Junior
 
Messaggi: 25
Iscritto il: gio 19 giu 2014 17:22

Torna a Lazio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron