Lo sapevate che ... ci sono i referendum?

Punto di incontro della comunità: pensieri, riflessioni, passatempi, discussioni a tema libero

Moderatore: Justinawind

Messaggioda Massimo Di Bello » ven 10 giu 2011 14:26

dous ha scritto:Dici? :hmm:

ehm... non ho capito mi dici esattamente qual è il punto che volevi rivelare?
:arrow: Iscriviti a Dizy! La piattaforma con i contest fotografici.

Fatti non foste a viver come bruti, / ma per seguir virtute e canoscenza. Dante Alighieri
Avatar utente
Massimo Di Bello
Redazione
Redazione
 
Messaggi: 18472
Iscritto il: mar 07 ago 2007 15:04

Messaggioda dous » ven 10 giu 2011 14:34

Massimo Di Bello ha scritto:
dous ha scritto:Dici? :hmm:

ehm... non ho capito mi dici esattamente qual è il punto che volevi rivelare?

Che l'affermazione seguente è opinabile in più punti
Massimo Di Bello ha scritto: non c'è un monopolio del cibo,
mentre la gestione dell'acqua è di forza un servizio da servire a regime di monopolio,
non ha senso avere in un comune due o tre acquedotti

Ci sono cibi monopolizzati? Forse sì
La gestione dell'acqua non è che debba per forza essere servita in regime di monopolio: con più gestori forse conviene di più al mercato ed alla concorrenza.
Può aver senso una gestione differenziata per diversi acquedotti per esempio a garantire appunto una continuità di servizio in caso di problemi con un gestore. :-)
Avatar utente
dous
Utente Qualificato
 
Messaggi: 20284
Iscritto il: lun 03 nov 2008 17:01
Località: Roma

Messaggioda Massimo Di Bello » ven 10 giu 2011 14:38

dous ha scritto:La gestione dell'acqua non è che debba per forza essere servita in regime di monopolio: con più gestori forse conviene di più al mercato ed alla concorrenza.

Vuoi dire che nello stesso comune è possibile avere due o più acquedotti diversi e che ogni utente può scegliere il fornitore?

Anche se il gestore può essere scelto con un bando di gara o cose del genere,
il servizio rimane un monopolio, per cui il prezzo deve essere fissato per legge e ci devono essere dei controlli maggiori sulle attività

per il cibo se vedo che il prosciutto San Daniele, per fare un esempio, costa troppo,
scelgo il prosciutto di qualcun altro, o possono anche scegliere di non mangiare più prosciutto,
se nel mio comune l'acqua costa troppo (o il servizio non è ottimale), non posso scegliere un altro acquedotto da cui fornirmi,
l'acquedotto è unico, è un monopolio
:arrow: Iscriviti a Dizy! La piattaforma con i contest fotografici.

Fatti non foste a viver come bruti, / ma per seguir virtute e canoscenza. Dante Alighieri
Avatar utente
Massimo Di Bello
Redazione
Redazione
 
Messaggi: 18472
Iscritto il: mar 07 ago 2007 15:04

Messaggioda dous » ven 10 giu 2011 14:47

Massimo Di Bello ha scritto:
dous ha scritto:La gestione dell'acqua non è che debba per forza essere servita in regime di monopolio: con più gestori forse conviene di più al mercato ed alla concorrenza.

Vuoi dire che nello stesso comune è possibile avere due o più acquedotti diversi e che ogni utente può scegliere il fornitore?

Anche se il gestore può essere scelto con un bando di gara o cose del genere,
il servizio rimane un monopolio, per cui il prezzo deve essere fissato per legge e ci devono essere dei controlli maggiori sulle attività

per il cibo se vedo che il prosciutto San Daniele, per fare un esempio, costa troppo,
scelgo il prosciutto di qualcun altro, o possono anche scegliere di non mangiare più prosciutto,
se nel mio comune l'acqua costa troppo (o il servizio non è ottimale), non posso scegliere un altro acquedotto da cui fornirmi,
l'acquedotto è unico, è un monopolio

Diciamo che il tipo di bene in questione è soggetto alla necessaria presenza di una rete gestita, all'interno di un comune o più, da un ente, pubblico o privato che sia, che si sia aggiudicato il bando di gara rispondendo a determinati requisiti.
L'utente non ha molte scelte comunque, ma ci potrebbe essere più competizione in fase di aggiudicamento da parte di un soggetto o l'altro ...

Interrompo per un piccolo Spazio Pubblicità:
[snip]
:nirvana:
Ultima modifica di Massimo Di Bello il ven 10 giu 2011 14:54, modificato 1 volta in totale.
Motivazione: attenzione al regolamento di questo sito...
Avatar utente
dous
Utente Qualificato
 
Messaggi: 20284
Iscritto il: lun 03 nov 2008 17:01
Località: Roma

Messaggioda Mizar » ven 10 giu 2011 20:39

dous ha scritto: 8) Scusa ma parlando di diritti umani fondamentali perchè allora, secondo te, il cibo si dovrebbe vendere ma l’acqua no?
Perché sul cibo bisogna pagare il trasporto e sull’acqua no?
Il cibo è un bene primario e necessario come l’acqua, perché per l’una vale la propaganda statalista e sul secondo no?
L’idraulico lo paghi quando ti monta i tubi a casa tua?
Perché gli acquedotti moderni non dovrebbero essere pagati?
Soluzione facile: non vuoi pagare chi investe per farti avere un servizio migliore, vatti a prendere l’acqua alla fontana!


...

Ma, ribadisco che sto riportando argomenti per chi voglia approfondire, non sto consigliando un voto preciso, come altri hanno fatto 8)
Se poi volete sapere cosa voto dico che sui 4 sì (di cui Grillo parla come 4 sane godute... :jfs2: ) farei anche a meno di qualcuno se continuo a leggere cose simili... ;-)


Credo che una risposta esauriente alla tua prima domanda l'abbia data Massimo, su quello non ho null'altro da aggiungere.

"vatti a prendere l'acqua alla fontana!" è un'espressione che mi ricorda i racconti di mia madre che mi parla delle centinaia di scalini saliti nei sassi da bambini con una brocca in terracotta sul fianco o in testa per andare appunto a prendere l'acqua alla fontana.
Sono storie di profonda povertà, e di soli 50 anni fa.
Nel tuo invito, scusami, vedo disprezzo verso l'incredibile miglioramento delle condizioni igienico sanitarie della stragrande maggioranza degli italiani dall'immediato dopoguerra in poi. Ce n'erano tanti che s'andavano a prendere l'acqua alla fontana.
Per ora pago un prezzo congruo per un servizio di prima necessità. Migliorabile, senza dubbio, ma non nel modo migliore per alcuni e peggiore per tanti altri.

Infine, non ci vedo assolutamente nulla di male nel consigliare un voto preciso (4 SI) visto che qualcun altro consiglia addirittura di non andare a votare...

Detto tutto ciò, hai espresso le tue ragioni ed io le ho lette ben volentieri, hai dato delle motivazioni al tuo punto di vista, rispettabile senza dubbio.
Ma per me le tue ragioni non sono valide e la mia opinione resta quella che l'acqua non possa e non debba essere un bene privatizzabile... guai se lo diventasse.

Grazie comunque del confronto
:-)
Steppa distesa accoglimi in te senza guardare se io piangerò...

https://www.facebook.com/notes/andrea-baio/caro-grillo-a-fanculo-stavolta-ti-ci-mando-io/10151369651885920

MzЯ
Avatar utente
Mizar
Utente Qualificato
 
Messaggi: 2416
Iscritto il: dom 25 ott 2009 16:12
Località: Matera

Messaggioda dous » sab 11 giu 2011 00:07

Mizar ha scritto:"vatti a prendere l'acqua alla fontana!" è un'espressione che mi ricorda i racconti di mia madre che mi parla delle centinaia di scalini saliti nei sassi da bambini con una brocca in terracotta sul fianco o in testa per andare appunto a prendere l'acqua alla fontana.
Sono storie di profonda povertà, e di soli 50 anni fa.
Nel tuo invito, scusami, vedo disprezzo verso l'incredibile miglioramento delle condizioni igienico sanitarie della stragrande maggioranza degli italiani dall'immediato dopoguerra in poi. Ce n'erano tanti che s'andavano a prendere l'acqua alla fontana.
Per ora pago un prezzo congruo per un servizio di prima necessità. Migliorabile, senza dubbio, ma non nel modo migliore per alcuni e peggiore per tanti altri.

Non sono mie parole e miei inviti ma si tratta di parte di una citazione di cui trovi link precedentemente.
Mizar ha scritto:Infine, non ci vedo assolutamente nulla di male nel consigliare un voto preciso (4 SI) visto che qualcun altro consiglia addirittura di non andare a votare...
Io consiglio di votare comunque, per qualcosa di cui ci si è documentati, non di farlo per inerzia come tanti. E non dico certo tu lo faccia per questo. :-)
Non sono d'accordo con chi ricoprendo cariche istituzionali da prova e riprova di sè stesso anche in questa circostanza astenendosi dal voto.
Mizar ha scritto:Detto tutto ciò, hai espresso le tue ragioni ed io le ho lette ben volentieri, hai dato delle motivazioni al tuo punto di vista, rispettabile senza dubbio.
Ma per me le tue ragioni non sono valide e la mia opinione resta quella che l'acqua non possa e non debba essere un bene privatizzabile... guai se lo diventasse.

Grazie comunque del confronto
:-)

Non ho mai pensato che l'acqua debba diventare un bene privatizzato.
Fosse per me passerei anzi alle confische di quei beni "mal-privatizzati" per i quali i cittadini pagano un caro prezzo per servizi più scadenti di prima.
Quanto alle reti idriche ritengo invece che debba essere reso accessibile l'ingresso a capitali privati, proprio per consentire il rilancio: ma con regole che sono evidentemente da pensare bene e meglio che con questa legge. Che è di conseguenza da abrogare :-)
Avatar utente
dous
Utente Qualificato
 
Messaggi: 20284
Iscritto il: lun 03 nov 2008 17:01
Località: Roma

Messaggioda Mizar » lun 13 giu 2011 19:55

Steppa distesa accoglimi in te senza guardare se io piangerò...

https://www.facebook.com/notes/andrea-baio/caro-grillo-a-fanculo-stavolta-ti-ci-mando-io/10151369651885920

MzЯ
Avatar utente
Mizar
Utente Qualificato
 
Messaggi: 2416
Iscritto il: dom 25 ott 2009 16:12
Località: Matera

Messaggioda Mizar » lun 13 giu 2011 20:17

Vi riporto alcune curiosità, anche se non sono stati scrutinati ancora tutti i seggi ma siamo intorno al 90%

La regione con la maggior affluenza è il Trentino Alto-Adige dove ha votato il 64,61% , seguita dall'Emilia Romagna con il 64,15%.
La minore affluenza è stata registrata in Calabria dove ha votato il 50,37%

Guardando le provincie gli abitanti della provincia di Reggio Emilia hanno il primato con il 68,48%, fanalino di coda la provincia di Crotone 45,11%

In generale credo che il 56-57%, valore sul quale si dovrebbe attestare l'affluenza, sia un ottimo risultato visto che erano sedici anni che non si raggiungeva il quorum in un referendum abrogativo --> http://elezioni.interno.it/pdf/RetroVotantiRef2011.pdf
ed una risposta significativa degli Italiani rispetto alle politiche in materia di gestione delle risorse (in particolare di quelle idriche), energia e giustizia messe in atto dal Governo negli ultimi tempi

Mi augurerei che non fosse un fuoco di paglia, bensì l'inizio di una stagione che veda i cittadini partecipare più attivamente e criticamente alla vita politica del paese. Chissà che un po' di coscienze non si siano finalmente risvegliate dal torpore
:-)
Steppa distesa accoglimi in te senza guardare se io piangerò...

https://www.facebook.com/notes/andrea-baio/caro-grillo-a-fanculo-stavolta-ti-ci-mando-io/10151369651885920

MzЯ
Avatar utente
Mizar
Utente Qualificato
 
Messaggi: 2416
Iscritto il: dom 25 ott 2009 16:12
Località: Matera

Messaggioda dous » lun 13 giu 2011 22:35

Come lo si prenda questo risultato consegna una rinnovata responsabilità sui precedenti e l'attuale governo di non aver saputo e voluto ascoltare i cittadini che spontaneamente, da destra e da sinistra, votano compatti.
Mi auguro che ciò significhi l'inizio di un nuovo modo di far politica in Italia. :-)
Avatar utente
dous
Utente Qualificato
 
Messaggi: 20284
Iscritto il: lun 03 nov 2008 17:01
Località: Roma

vittoriaaaaaaa

Messaggioda eleza49 » lun 13 giu 2011 23:08

:italia: Italiani hanno votato benissimo: braviiiiii :italia: :italia: :cheer: :cheer: :cheer: :cheer: :cheer:







per quanto riguarda l'acqua da noi a Bolzano la paghiamo carissima di già perchè paghiamo l'acqua e la depurazione ( paghiamo di + per quello) se fosse privatizzata
la pagheremmo oro...........
ciaooooo amici nikonisti
Avatar utente
eleza49
Utente Qualificato
 
Messaggi: 727
Iscritto il: sab 20 dic 2008 21:48
Località: Bolzano

Precedente

Torna a La Piazzetta

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron