Ristorante "da Dulcinea" (Trovato un sommelier!!! Paolo - Jury72 !!!)

Punto di incontro della comunità: pensieri, riflessioni, passatempi, discussioni a tema libero

Moderatore: Justinawind

Ristorante "da Dulcinea" (Trovato un sommelier!!! Paolo - Jury72 !!!)

Messaggioda Justinawind » lun 27 apr 2009 17:59

Ecco, Elena... Tutto per te...
Comincia pure con le ricette... :yuppi:

Tutti a magnà!
Avatar utente
Justinawind
Moderatore
 
Messaggi: 40286
Iscritto il: mar 10 feb 2009 18:09
Località: Rieti

Aspic di pollo e peperoni

Messaggioda MARIO1964 » lun 27 apr 2009 23:08

Vai, comincio io.
Ingredienti x 6 persone: una confezione di petti di pollo, un peperone rosso e uno giallo, una scatoletta di piselli, 150g di emmenthal, 100g di prosciutto a dadini, due dadi da gelatina (per 1 l di gelatina) olio, aceto balsamico, aglio, salvia, rosmarino, alloro, pepe, poco vino bianco.

In una padella antiaderente fate cuocere le fette di petto di pollo con aglio, salvia, rosmarino, alloro, pepe e sale. Inizialmente rosolatele, poi aggiungete mezzo bicchiere di vino bianco e lasciatelo consumare rigirandole di frequente, poi lasciatelo asciugare e fate dorare la carne.
Nel frattempo avrete messo il dado di gelatina con metà dose d'acqua a a sciogliere sul fuoco, quando bolle versate la rimanente acqua fredda. il succco di mezzo limone (per renderla limpida) e dell' aceto balsamico per aromatizzare la gelatina (volendo si può arimatizzare anche con un bicchierino di cognac).
Prendete il pollo, tagliatelo a dadini e unite i peperoni crudi tagliati a dadini, i piselli, l'emmenthal a dadini e il prosciutto.
Condite a vostro piacere con olio e aceto balsamico e annegate il tutto nella gelatina appena tiepida.
Mettete in frigo e aspettate almeno 6 ore prima di servire ben freddo.
Volendo si può dividere il composto in formine e creare delle monoporzioni.

Utilizzo indicato: antipasto, ma anche piatto unico estivo.
Avatar utente
MARIO1964
Utente Qualificato
 
Messaggi: 48103
Iscritto il: mar 27 gen 2009 18:58
Località: Torino

Messaggioda Justinawind » lun 27 apr 2009 23:13

Bonooooo!
Mi sa che devo per davvero venire a Torino! :cheer:
Avatar utente
Justinawind
Moderatore
 
Messaggi: 40286
Iscritto il: mar 10 feb 2009 18:09
Località: Rieti

Messaggioda MARIO1964 » lun 27 apr 2009 23:23

Justinawind ha scritto:Bonooooo!
Mi sa che devo per davvero venire a Torino! :cheer:


Dai, mi impegno a pubblicartene una al giorno ... ;-)
Avatar utente
MARIO1964
Utente Qualificato
 
Messaggi: 48103
Iscritto il: mar 27 gen 2009 18:58
Località: Torino

Messaggioda Justinawind » lun 27 apr 2009 23:57

Mi prendi per la gola... :nirvana:
Avatar utente
Justinawind
Moderatore
 
Messaggi: 40286
Iscritto il: mar 10 feb 2009 18:09
Località: Rieti

UOVA FARCITE

Messaggioda MARIO1964 » mar 28 apr 2009 08:40

Ingredienti:
6 uova, una scatola di tonno, maionese, senape, cognac, mezzo litro di gelatina.
Iniziate preparando la gelatina come per l'aspic.
Fate rassodare le uova, sgusciatele e tagliatele a metà nel senso della lunghezza.
In una terrina schiacciate i tuorli e impastateli con il tonno sgocciolato e sbriciolato, la maionese, mezzo bicchiere di cognac e senape a piacere fino ad ottenere un impasto piuttosto spesso.
Distribuite l' impasto nei mezzi albumi ottenuto asportando i tuorli riempiendo bene l'incavo e ditribuendo il resto sulla superficie, in modo che il mezzo uovo sia ben ricoperto.
Disponeteli in una terrina a bordo alto e annegate il tutto nella gelatina.
Da servire ben freddi compe antipasto dopo almeno 6 ore dalla preparazione.


P.S.: l' impasto avanzato può essere utilizzato sia per decorare il piatto che da solo su crostini o cracker.
Avatar utente
MARIO1964
Utente Qualificato
 
Messaggi: 48103
Iscritto il: mar 27 gen 2009 18:58
Località: Torino

Messaggioda Justinawind » mar 28 apr 2009 10:57

Mmmmmmm.... che fame però... Sembra buonissima!
Avatar utente
Justinawind
Moderatore
 
Messaggi: 40286
Iscritto il: mar 10 feb 2009 18:09
Località: Rieti

Panzanella

Messaggioda albatros » mar 28 apr 2009 18:30

Per evocare l'estate...e considerati i tempi critici che inducono a non buttar via nulla, vi propongo questo semplice piatto della tradizione contadina toscana, alla mia maniera:

Mettere del pane raffermo (che non significa ammuffito...più è secco meglio è: c'è chi come me scarta il più possibile la mollica, mentre c'è chi mette solo quella...quindi, sperimentate e poi scegliete) nell'acqua per qualche ora, ovvero finchè non si ammorbidisce del tutto.
Strizzarlo fino a sgocciolare tutta l'acqua di cui è impregnato, sminuzzare con le mani in una ciotola capiente e aggiungere (secondo i gusti, tutti o solo in parte e comunque in quantità):
pomodori per metà maturi di qualsiasi tipo (dopo aver tolto semi e eventuale liquido interno) a tocchetti
tonno sott'olio quasi sbriciolato
capperi
cetriolo a tocchetti
cipolla bianca dolce a rondelline (se avete quella di Tropea è il non plus ultra)

Mescolare il tutto con dell'olio extravergine meglio se toscano (senza esagerare, perchè eventualmente ognuno se lo può aggiungere nel piatto) e mettere in frigo a riposare almeno un'oretta.
Buon appetito!!! :-)
"Vola solo chi osa farlo"
Luis Sepùlveda
Avatar utente
albatros
Utente
 
Messaggi: 5152
Iscritto il: dom 03 ago 2008 00:51

Torta di mele rovesciata

Messaggioda anna marinoni » mar 28 apr 2009 18:35

Un dolce dopo tutte queste leccornie.......
Torta rovesciata con mele caramellate, arancio e cannella
per la base caramellata
* mele annurca 1kg
* zucchero di canna 4 cucchiai
* arancia, il succo 1
* cannella 1 cucchiaino
* anice stellato 1 pezzetto
* burro 80g
per la torta
* farina 300g
* zucchero 170g
* uova 2
* latte fermentato 20cl
* olio vegetale 10cl
* cannella 1 cucchiaino
* arancia, la buccia 1
* lievito per dolci mezza bustina
* sale una presa
Sbucciare le mele, tagliarle a quarti e eliminare il torsolo. Sistemare le mele in una ciotola capiente, aggiungere lo zucchero di canna, la cannella e l’anice stellato e mescolare. In una padella antiaderente, far sciogliere il burro, aggiungere le mele condire e lasciar cuocere il tutto per una decina di minuti, senza mescolare troppo spesso. A questo punto le mele dovrebbero essere cotte e nel fondo della padella si sarà formato una salsa caramellosa. Scartare le mele e tenerle da parte, aggiungere al fondo di cottura il succo dell’arancia (prima di spremerla grattugiatene a buccia e tenetela da parte). Alzare la fiamma e mescolare in modo da far sciogliere il caramello nel succo, poi lasciar ridurre per un paio di minuti in modo da ottenere una salsa densa.

Preparare l’impasto della torta: Sbattere le uova con il latte fermentato e l’olio, poi aggiungere lo zucchero, il sale, la cannella e la buccia di arancia. Infine aggiungere la farina setaciata insieme al lievito. Prendere una tortiera (la mia era 22cm ma potete usarne uno da 24 o 26 perché la mia di torta in fin dei conti era un pochino esageratamente alta :-), foderarla con un foglio di carta da forno, e disporre, sul fondo, le mele in uno strato unico (scartando ovviamente l’anice stellato), versare sulle mele la salsa all’arancio e infine coprire il tutto con l’impasto preparato. Infornare a 180°C per 45-50 minuti (finché la superficie sia dorata, testare l’interno con uno stuzzicchino). Sfornare, lasciar intiepidire poi rovesciare la torta su un piatto e servire. A voler fare le cose per bene, servire con una salsa inglese alla vaniglia o un po’ di gelato, sempre alla vaniglia.
Avatar utente
anna marinoni
Utente Qualificato
 
Messaggi: 1231
Iscritto il: mar 21 ott 2008 15:02

Messaggioda Justinawind » mar 28 apr 2009 20:12

Mi trasferisco in Piazzetta! :nirvana:
Avatar utente
Justinawind
Moderatore
 
Messaggi: 40286
Iscritto il: mar 10 feb 2009 18:09
Località: Rieti

Messaggioda MARIO1964 » mar 28 apr 2009 22:18

Justinawind ha scritto:Mi trasferisco in Piazzetta! :nirvana:

Non dimenticare a casa l' Alka Seltzer !!!
:lol: :lol: :lol:
Avatar utente
MARIO1964
Utente Qualificato
 
Messaggi: 48103
Iscritto il: mar 27 gen 2009 18:58
Località: Torino

Messaggioda Justinawind » mer 29 apr 2009 00:43

:jfs2:
Avatar utente
Justinawind
Moderatore
 
Messaggi: 40286
Iscritto il: mar 10 feb 2009 18:09
Località: Rieti

Arrosto di maiale al limone

Messaggioda MARIO1964 » mer 29 apr 2009 08:36

Questa era una delle ricette che ho imparato guardando mia nonna da bambino ...

Ingredienti: un trancio di lonza di maiale sui 6-8 etti; 150cc di vino bianco; 3 limoni; 1 cipolla; 3 spicchi d'aglio; salvia, rosmarino, alloro, bacche di ginepro, sale, pepe (meglio la miscela "6 bacche"); olio d' oliva.

Marinate la lonza di maiale per una giornata (meglio se a temperatura ambiente) nel liquido preparato con vino, limoni, aglio e cipolla tritati, aromi, sale grosso e pepe (le bacche di ginepro vanno schiacciate col palmo della mano), forandola ripetutamente con la forchetta prima di immergerla e rigirandola ogni tanto.

Mettete un filo d'olio in un tegame "a misura" del pezzo di carne (cioè non eccessivamente grande, e molto meglio se di coccio) e fate rosolare il pezzo di carne, che deve essere girato sollevandolo con la forchetta senza pungerlo (in questo modo i succhi non fuoriescono e la carne cuoce senza asciugarsi e guadagnando in tenerezza). A poco a poco aggiungete il liquido di infusione, cuocendo a fuoco lento; quando sarà tutto assorbito lasciate ancora rosolare e la carne è cotta.

Servire con patate arrostite nel fondo di cottura rimasto oportunamente allungato con olio d' oliva.

E' un po' lunga come preparazione, ma ne vale la pena ;-)
Avatar utente
MARIO1964
Utente Qualificato
 
Messaggi: 48103
Iscritto il: mar 27 gen 2009 18:58
Località: Torino

Messaggioda marivodo » mer 29 apr 2009 10:13

albatros ha scritto:Per evocare l'estate...e considerati i tempi critici che inducono a non buttar via nulla, vi propongo questo semplice piatto della tradizione contadina toscana, alla mia maniera:

Mettere del pane raffermo (che non significa ammuffito...più è secco meglio è: c'è chi come me scarta il più possibile la mollica, mentre c'è chi mette solo quella...quindi, sperimentate e poi scegliete) nell'acqua per qualche ora, ovvero finchè non si ammorbidisce del tutto.POSSO AGGIUNGERE IL MIO TOCCO FRANCESE-TOSCANO :AGGIUNGERE ALL'ACQUA SALE E ACETO COSI CHE IL PANE SI CONDISCE GIà UN PO' ....
Strizzarlo fino a sgocciolare tutta l'acqua di cui è impregnato, sminuzzare con le mani in una ciotola capiente e aggiungere (secondo i gusti, tutti o solo in parte e comunque in quantità):
pomodori per metà maturi di qualsiasi tipo (dopo aver tolto semi e eventuale liquido interno) a tocchetti
tonno sott'olio quasi sbriciolato QUELLA VERA E' SENZA....
capperi
cetriolo a tocchetti
cipolla bianca dolce a rondelline (se avete quella di Tropea è il non plus ultra)E IL BASILICO....

Mescolare il tutto con dell'olio extravergine meglio se toscano (senza esagerare, perchè eventualmente ognuno se lo può aggiungere nel piatto) e mettere in frigo a riposare almeno un'oretta.
Buon appetito!!! :-)
qualche volta bisogna sapere fare un passo indietro

http://notizie.comuni-italiani.it/foto/54930
http://notizie.comuni-italiani.it/autore/marivodo
http://rete.comuni-italiani.it/foto/201 ... ti-toscani
Avatar utente
marivodo
Utente Senior
 
Messaggi: 15400
Iscritto il: dom 09 nov 2008 19:11
Località: Firenze

Orecchiette e cavoli

Messaggioda annasvelto » mer 29 apr 2009 17:03

Ingredienti x 6 persone: 1 cavolfiore, olioq.b., pancetta affumicata, sale q.b., pecorino, pepe o peperoncino piccante, 600 gr. orecchiette.

Cuocere in acqua abbondante il cavolfiore tagliato a cimette. A metà cottura aggiungere le orecchiette ed ultimare la cottura.
In una padella con olio caldo rosolare la pancetta a dadini e poi versare le orecchiette e rape ben scolate dall'acqua di bollitura.
Spadellare, aggiungere pepe o peperoncino, qualche cucchiaiata di pecorino (parmigiano per chi non gradisce, ma non è la stessa cosa).
Buon appetito! :yuppi:
Avatar utente
annasvelto
Utente Senior
 
Messaggi: 1347
Iscritto il: lun 03 nov 2008 20:02
Località: taranto

Prossimo

Torna a La Piazzetta

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron