San Vitale martire [San Salvo]

Regole del forum
Se crei un nuovo argomento su un comune, metti all'inizio dell'oggetto il nome del comune tra parentesi quadrate, in modo da facilitarne l'individuazione.

San Vitale martire [San Salvo]

Messaggioda dessardo federico » sab 09 apr 2011 20:21

San Vitale era un ufficiale dell'esercito romano ai tempi dell'antica Roma sotto il dominio dell'imperatore Diocleziano : acerrimo e spietato nemico
dei Cristiani (284-305 d.C.).Vitale aveva abbracciato la fede in Cristo,
ma la professava clandestinamente, essendo pericolosissimo esporsi, pena la condanna a morte. Un giorno (nell'anno 303 d. C, e forse proprio
nel giorno del 28 aprile dell'antico calendario romano), mentre presenziava nella citta' di Ravenna ad un giudizio contro un medico di fede cristiana di nome Ursicino, manifestò apertamente e coraggiosamente la propria fede
religiosa, allorquando vide che l'imputato, per paura, stava rinnegando la propria fede religiosa e giurare fedeltà alle false divinità pagane, per imposizioni e minacce dei suoi spietati persecutori.
A tal punto il soldato Vitale, sprezzando ogni pericolo e rompendo ogni indugio esortò Ursicino a non rinnegare la fede in Gesù Cristo, dicendogli: '' Tu che, come medico hai salvato tante vite umane, ora stai per uccidere la parte più nobile di te stesso:
tu stai per condannare la tua anima alla perdizione eterna.
Ursicino si ravvide e,Vitale, scoperto di essere anch'egli cristiano, insieme a Ursicino stesso, affrontò serenamente il glorioso martirio ordinato dal giudice consolare Paolino,al servizio dell'Impero.
Ambedue vennero scaraventati, con violenza, dentro una fossa,e poi ricoperti con pietre e terriccio, fino all'estremo sacrificio.
San Vitale Martire divenne Protettore di San Salvo nell'anno 1745 allorchè
il Cardinal Luigi Carafa donò al paese di San Salvo l'Urna contenente le Sacre Spoglie del Santo: Urna che tuttora è custodita nell'antica Chiesa Parrocchiale intitolata a San Giuseppe, sita nell'antico centro storico della Cittadina.Due settimane prima della festa i giovani contadini portano in processione per il paese i trattori con le some,sacchi da un quintale di grano,da portare dopo la benedizione in beneficienza al mulino dove, per la festa del 28 aprile in onore di san Vitale verrà preparata la tipica pasta chiamata" Sagne" dove tutti in piazza potranno mangiare in festa.
Anche i cavalli percorrono la sfilata del paese ormai senza più la soma sulla schiena,oggi portata appunto dai trattori,ma con il velo rosso raffigurante San vitale.
La cosa che più colpisce senza dubbio è vedere come siano
in gran maggioranza i giovani non più che 20enni a portare i trattori ed i cavalli alla festa mantenendo vive e radicate le origini contadine e le tradizioni popolari.

foto: http://www.flickr.com/photos/dessardofe ... 336041241/
Avatar utente
dessardo federico
Utente
 
Messaggi: 45
Iscritto il: sab 24 ott 2009 17:43
Località: San Salvo, Italia

Torna a Abruzzo

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron