Contest: Archeologia Industriale 2

Organizzazione e proposte sui nuovi contest

Moderatore: Giovanna F

Messaggioda albatros » gio 24 giu 2010 22:07

Come si contempera tutto ciò con le seguenti regole, nello specifico proprio del contest "Archeologia industriale"?

Primo piano di un piccolo dettaglio: Ammessa
E' un interno (in locali chiusi): Ammessa
"Vola solo chi osa farlo"
Luis Sepùlveda
Avatar utente
albatros
Utente
 
Messaggi: 5152
Iscritto il: sab 02 ago 2008 23:51

Messaggioda Giovanna F » ven 25 giu 2010 08:09

albatros ha scritto:Come si contempera tutto ciò con le seguenti regole, nello specifico proprio del contest "Archeologia industriale"?

Primo piano di un piccolo dettaglio: Ammessa
E' un interno (in locali chiusi): Ammessa

secondo me gli interni riportano comunque alla riconoscibilità dell'edificio/fabbrica/museo etc...

Il piccolo dettaglio, sicuramente, in determinati contest non è adatto secondo me.

:-)
Partecipa, Crea, Divertiti...ti aspettiamo su CONTEST

TI ASPETTIAMO SU LIBRI E CONTEST RACCONTI
Avatar utente
Giovanna F
Moderatore
 
Messaggi: 17669
Iscritto il: mer 30 set 2009 12:31

Messaggioda Sergio Fucchi » ven 25 giu 2010 08:54

E' evidente che non è possibile tagliare con l'ascia di regole e regolamenti situazioni che presentano sfaccettature e/o dettagli a volte complessi. Le regole dovrebbero essere intese come un'indcazione di massima, una sorta di cornice per escludere contributi decisamente impropri o fuori tema. Per il resto dovrebbe velere, come sempre, il buon senso e la buona fede, sia di chi invia, sia di chi gestisce i contest.
Siamo in Internet è, purtroppo, i casi di frode, appropriazione indebita e malafede sono quasi la norma, ma se si decide di organizzare dei contest qui, in Rete, occorre correre questi rischi e riconoscere a tutti la buona volntà e la buona fede. Si può richiedere al presentatore di assumersi ogni responsabilità circa l'autenticità, la paternità o il diritto di utilizzo delle immagini inviate, salvaguardandosi così da ogni responsabilità in merito alle immagini pubblicate.
Certo che affermare che un piccolo detttaglio o un interno possano essere ammessi ed un altro, molto piuù grande e abbastanza contestualizzato, come il mio tornio di alcune tonnellate di peso, no è abbastanza strano e ricade, comunque, nel libero arbitrio di chi gestisce il contest.
Quindi, le regole ci sono, ma possono essere derogate o interpretate dal gestore.

Il contest che propongo io, invece, sarebbe di tipo diverso.

Riprendendo la definizione che ho citato all'inizio di questo albero di discussione, inviterei a inviare foto scattate ad hoc e foto e/o caroline d'epoca in cui si ritraggono realta industriali del passato di una certa rilevanza o produttiva o sociale per il territorio dove insistevano. Le foto d'epoca come le cartoline sarebbero per le fabbriche che non esistono più, fisicamente, ma che comunque hanno segnato un'epoca importante per tutti coloro che vi hanno lavorato.
Inoltre sarebbero ammessi anche foto montaggi in cui mostrare come erano un tempo e come sono ridotte ora. In alcuni casi (rari) antiche fabbriche sono state riconvertie in spazi museali, auditorium, spazi a disposizione della collettività: tutti esempi da sottolineare per recuperare e valorizzare anche altri spazi che altrimenti sono destinati ad andare perduti per sempre.
Foto di macchinari importanti, documentazione tecnica, o anche semplici manifesti pubblciitari che reclamizzavano i manufatti prodotti: ci sono moltissimi e bellissimi manifesti che sono considerati degli autentici capolavori di grafica e comunicazione, specialmente per il tempo in cui erano stati ideati.

Un contesto molto aperto, quindi, la cui finalità è la documentazione di una Italia che non c'è più, ma che rimane sempre viva nella memoria di intere generazioni che hanno lavorato in quelle fabbriche e nella memoria storica di città che altrimenti avrebbero avuto un diverso sviluppo senza quelle realtà industriali.
Avatar utente
Sergio Fucchi
Utente Junior
 
Messaggi: 12
Iscritto il: gio 01 gen 2009 14:06
Località: Civitanova Marche (MC)

Messaggioda Giovanna F » ven 25 giu 2010 09:07

Sergio Fucchi ha scritto:Siamo in Internet è, purtroppo, i casi di frode, appropriazione indebita e malafede sono quasi la norma, ma se si decide di organizzare dei contest qui, in Rete, occorre correre questi rischi e riconoscere a tutti la buona volntà e la buona fede. Si può richiedere al presentatore di assumersi ogni responsabilità circa l'autenticità, la paternità o il diritto di utilizzo delle immagini inviate, salvaguardandosi così da ogni responsabilità in merito alle immagini pubblicate.

è già scritto nel regolamento generale dei contest.
Tanto che se un utente viene scoperto a pubblicare foto non sue (e ci sono stati alcuni casi), viene bannato dal sito.

Certo che affermare che un piccolo detttaglio o un interno possano essere ammessi ed un altro, molto piuù grande e abbastanza contestualizzato, come il mio tornio di alcune tonnellate di peso, no è abbastanza strano e ricade, comunque, nel libero arbitrio di chi gestisce il contest.
Quindi, le regole ci sono, ma possono essere derogate o interpretate dal gestore.


un tornio lo puoi spostare, un interno di un locale no.

Il tuo tornio, per come è impostato il regolamento interno dell'altro contest, non andava bene.
Se nel contest venivano richiesti anche macchinari, ma doveva riconoscersi il comune, sicuramente sarebbe andato bene, in quanto dalla foto si capisce dove si trova il tornio.

:-)
Partecipa, Crea, Divertiti...ti aspettiamo su CONTEST

TI ASPETTIAMO SU LIBRI E CONTEST RACCONTI
Avatar utente
Giovanna F
Moderatore
 
Messaggi: 17669
Iscritto il: mer 30 set 2009 12:31

Messaggioda sissi76 » ven 25 giu 2010 10:27

Sergio Fucchi ha scritto:E' evidente che non è possibile tagliare con l'ascia di regole e regolamenti situazioni che presentano sfaccettature e/o dettagli a volte complessi. Le regole dovrebbero essere intese come un'indcazione di massima, una sorta di cornice per escludere contributi decisamente impropri o fuori tema. Per il resto dovrebbe velere, come sempre, il buon senso e la buona fede, sia di chi invia, sia di chi gestisce i contest.
Siamo in Internet è, purtroppo, i casi di frode, appropriazione indebita e malafede sono quasi la norma, ma se si decide di organizzare dei contest qui, in Rete, occorre correre questi rischi e riconoscere a tutti la buona volntà e la buona fede. Si può richiedere al presentatore di assumersi ogni responsabilità circa l'autenticità, la paternità o il diritto di utilizzo delle immagini inviate, salvaguardandosi così da ogni responsabilità in merito alle immagini pubblicate.
Certo che affermare che un piccolo detttaglio o un interno possano essere ammessi ed un altro, molto piuù grande e abbastanza contestualizzato, come il mio tornio di alcune tonnellate di peso, no è abbastanza strano e ricade, comunque, nel libero arbitrio di chi gestisce il contest.
Quindi, le regole ci sono, ma possono essere derogate o interpretate dal gestore.

Il contest che propongo io, invece, sarebbe di tipo diverso.

Riprendendo la definizione che ho citato all'inizio di questo albero di discussione, inviterei a inviare foto scattate ad hoc e foto e/o caroline d'epoca in cui si ritraggono realta industriali del passato di una certa rilevanza o produttiva o sociale per il territorio dove insistevano. Le foto d'epoca come le cartoline sarebbero per le fabbriche che non esistono più, fisicamente, ma che comunque hanno segnato un'epoca importante per tutti coloro che vi hanno lavorato.
Inoltre sarebbero ammessi anche foto montaggi in cui mostrare come erano un tempo e come sono ridotte ora. In alcuni casi (rari) antiche fabbriche sono state riconvertie in spazi museali, auditorium, spazi a disposizione della collettività: tutti esempi da sottolineare per recuperare e valorizzare anche altri spazi che altrimenti sono destinati ad andare perduti per sempre.
Foto di macchinari importanti, documentazione tecnica, o anche semplici manifesti pubblciitari che reclamizzavano i manufatti prodotti: ci sono moltissimi e bellissimi manifesti che sono considerati degli autentici capolavori di grafica e comunicazione, specialmente per il tempo in cui erano stati ideati.

Un contesto molto aperto, quindi, la cui finalità è la documentazione di una Italia che non c'è più, ma che rimane sempre viva nella memoria di intere generazioni che hanno lavorato in quelle fabbriche e nella memoria storica di città che altrimenti avrebbero avuto un diverso sviluppo senza quelle realtà industriali.

Visto che il Contest messo così tanto in discussione è molto criticato è il caso che risponda direttamente.
Per piccolo dettaglio intendevo un macchinario ecc e un oggetto all'interno ed esterno del corpo della fabbrica. Se il tornio che ha fotografato fose stato inserito tra le mura della fabbrica o anche fuori ma che si capisse che li vi erà una fabbrica, sarei stata io stessa a ammetterla.. ma cosi' fotografato all'aria apertta chi mi dice che lì era una fabbrica o che non sia stato spostato?
Avatar utente
sissi76
Utente
 
Messaggi: 582
Iscritto il: dom 21 feb 2010 20:06

Messaggioda Sergio Fucchi » ven 25 giu 2010 10:36

Come volevasi dimostrare: il gestore è libero di interpretare il regolamento con le disquisizioni che ritiene più opportune.

Nel contest che propongo io, invece, il proponente potrà avere una sconda chance, motivando meglio le immagini e i documenti proposti. Integrandoli, se ritiene opportuno, anche con link a siti che possono descrivere meglio la situazione, la storia, gli eventi. Oppure citare testi a stampa (libri) dedicati a quella specifica realtà industriale, oppure convegni che sono stati fatti per ricordare e valorizzare determinati impianti.

Vi sono in Italia antiche realtà industriali che hanno segnato intere epoche, elevando i Comuni ce le hanno ospitate, agli onori delle cronacam della storia e della letteratura. Civitanova Marche, per esempio. La prima realtà industriale moderna fu la Fabbrica di Bottiglie aperta alla fine dell'800. Di quella fabbrica ora non eisite più nulla: al suo posto c'è un ampio parcheggio situato nelle immediate vicinanze della stazione ferroviaria. Ma esistono ancora numerose testimonianze fotografiche d'epoca, cartoline e biglietti postali che si possono trovare agevolmente nei mercatini e nelle aste on-line, anche su eBay.

Direttore di quella fabbrica fu un piemontese, un certo Ambrogio Faccio, che non molti conoscono se non per essere il padre di una certa Rina Faccio, meglio conosciuta con il nome di Sibilla Aleramo. La famiglia Faccio e la stessa Rina (alias Sibilla Aleramo) erano originari di Alessandria, ma quando si parla della Aleramo la si associa a Portocivitanova perché proprio qui, all'interno della fabbbrica gestita dal padre e dove lei lavorava come impiegata, maturò il dramma che segnò per sempre la sua vita e che la condusse poi ad abbandonare il filgio ed il marito, per dedicarsi, come SIbilla Aleramo alla letteratura, al giornalismo e, in vecchiaia, all'azione politica. Il suo primo e più celebre romanzo, "Una Donna", tradotto in quasi tutte le lingue del mondo, è ambientato a Portocivitanova e descrive, appunto, gli anni della sua giovinezza, il lavoro del padre e della fabbrica di bottiglie, il suo dramma personale e le sue scelte drammatiche.

Tutto questo per dire come una semplice fabbrica di bottiglie, come tante altre che a quel tempo eisistevano in Italia, può essere teatro o sfondo di fatti ed eventi di rilevante importanza culturale, non solo localistica, ma,come in questo caso, anche nazionale ed internazionale.

Ed anche questo, per me, fa parte dell'archeologia industriale.
Avatar utente
Sergio Fucchi
Utente Junior
 
Messaggi: 12
Iscritto il: gio 01 gen 2009 14:06
Località: Civitanova Marche (MC)

Messaggioda sissi76 » ven 25 giu 2010 10:45

Io son collezionista di cartoline d'epoca...ma restando nel tema archeologia industriale le auguro buona fortuna per il suo Contest e che abbia molto successo visto che il mio lo HA ampliamente criticato. Saluti
Avatar utente
sissi76
Utente
 
Messaggi: 582
Iscritto il: dom 21 feb 2010 20:06

Messaggioda gerotex » ven 25 giu 2010 10:47

Ma insomma... io ho foto di vecchie miniere (con edifici)... dove le posso inserire? :jfs2:
Avatar utente
gerotex
Utente Qualificato
 
Messaggi: 227
Iscritto il: gio 26 nov 2009 19:23
Località: Firenze

Messaggioda Giovanna F » ven 25 giu 2010 10:54

gerotex ha scritto:Ma insomma... io ho foto di vecchie miniere (con edifici)... dove le posso inserire? :jfs2:


se questo contest partirà, le potrai inserire quì.
L'altro, pur riguardando l'archeologia industriale, è riferito ad una aprte precisa di essa, cioè le fabbriche :-)
Partecipa, Crea, Divertiti...ti aspettiamo su CONTEST

TI ASPETTIAMO SU LIBRI E CONTEST RACCONTI
Avatar utente
Giovanna F
Moderatore
 
Messaggi: 17669
Iscritto il: mer 30 set 2009 12:31

Messaggioda Giovanna F » ven 25 giu 2010 10:56

Sergio Fucchi ha scritto:Come volevasi dimostrare: il gestore è libero di interpretare il regolamento con le disquisizioni che ritiene più opportune.
.



non è che il gestore interpreta il regolamento come ritieno opportuno.
Il gestore ed i cogestori di un contest si attengono ad un regolamento che è stato stilato partendo da un'idea dell'organizzatore/gestore e da tutti coloro che nei mesi sono intervenuti nel thread del relativo contest.

:-)
Partecipa, Crea, Divertiti...ti aspettiamo su CONTEST

TI ASPETTIAMO SU LIBRI E CONTEST RACCONTI
Avatar utente
Giovanna F
Moderatore
 
Messaggi: 17669
Iscritto il: mer 30 set 2009 12:31

Messaggioda Sergio Fucchi » ven 25 giu 2010 10:58

Cara Sissi76.

Lei scrive "Chi mi dice che lì c'era veramente una fabbrica, oppure il tornio è stato spostato? " ma glielo dico io, ovviamente, e la buona fede di chi scrive dovrebbe essere sempre presunta, almeno fino a prova contraria. E lo avevo anche scritto nella mia descrizione: in quell'area un tempo esistevano le Officine Meccaniche Adriano Cecchetti di Civitanova Marche, la più importante realtà industriale cittadina, Ora ci sono solo parcheggi e palazzine, alcune ancora in costruzione. Il cantiere è fermo perche durante gli scavi sono emersi importanti ruderi di epoca romana risalenti all'antico insediamento di "Cluana" e la Sovraintendenza vuole vederci chiaro.

Tornando al tornio, nel mio contest si sarebbe potuto raffrontare il tornio quando era ancora "in situ" con la condizione attuale. Questa è l'antica foto:
http://www.museodellacecchetti.it/images/Tornio(2).jpg
Avatar utente
Sergio Fucchi
Utente Junior
 
Messaggi: 12
Iscritto il: gio 01 gen 2009 14:06
Località: Civitanova Marche (MC)

Messaggioda Massimo Di Bello » ven 25 giu 2010 11:01

gerotex ha scritto:Ma insomma... io ho foto di vecchie miniere (con edifici)... dove le posso inserire? :jfs2:


Se sono foto d'epoca, li potrai inserire nella nascente nuova sezione "Tracce",
il cui scopo sarà proprio quello di raccogliere queste memorie storiche
:-)

vi ricordo che per i contest si possono inserire solo foto di cui si è l'autore
:-)
:arrow: Iscriviti a Dizy! La piattaforma con i contest fotografici.

Fatti non foste a viver come bruti, / ma per seguir virtute e canoscenza. Dante Alighieri
Avatar utente
Massimo Di Bello
Redazione
Redazione
 
Messaggi: 18472
Iscritto il: mar 07 ago 2007 14:04

Messaggioda gerotex » ven 25 giu 2010 11:09

Massimo Di Bello ha scritto:Se sono foto d'epoca, li potrai inserire nella nascente nuova sezione "Tracce",
il cui scopo sarà proprio quello di raccogliere queste memorie storiche
:-)

vi ricordo che per i contest si possono inserire solo foto di cui si è l'autore
:-)


Ho scritto male... intendevo foto nuove (mie) di miniere vecchie (abbandonate) ;-)
P.S. bella la sezione "Tracce"!
Avatar utente
gerotex
Utente Qualificato
 
Messaggi: 227
Iscritto il: gio 26 nov 2009 19:23
Località: Firenze

Messaggioda Massimo Di Bello » ven 25 giu 2010 11:26

gerotex ha scritto:Ho scritto male... intendevo foto nuove (mie) di miniere vecchie (abbandonate) ;-)

ah, ok allora :ok:
:arrow: Iscriviti a Dizy! La piattaforma con i contest fotografici.

Fatti non foste a viver come bruti, / ma per seguir virtute e canoscenza. Dante Alighieri
Avatar utente
Massimo Di Bello
Redazione
Redazione
 
Messaggi: 18472
Iscritto il: mar 07 ago 2007 14:04

Messaggioda Sergio Fucchi » ven 25 giu 2010 11:41

Se si detiene una foto legalmente, avendone, cioé tutti i diritti di utlizzo, non vedo come questo possa rappresentare un problema in questo sito, specialmente se sono foto risalenti al secolo scorso. La pubblicazione in testi a stampa di foto o cartoline d'epoca è consentita, appunto, se si è l'autore oppure se si è autorizzati a farlo: se le foto o le cartoline sono inerenti al contest, perché impedirne la pubblicazione anche se sono, appunto, di terzi?
Avatar utente
Sergio Fucchi
Utente Junior
 
Messaggi: 12
Iscritto il: gio 01 gen 2009 14:06
Località: Civitanova Marche (MC)

PrecedenteProssimo

Torna a I Contest

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Exabot [Bot] e 1 ospite