Milano - Borletti

Per discutere dei fotoreportage della nascente nuova sezione

Moderatori: Luciano Salvati, Marcello Di Sarno, Paola Perna, Matteo Di Bello

Milano - Borletti

Messaggioda Giuseppe DM » mar 17 mar 2009 00:10

I fatti

Il caso della Borletti potrebbe essere un classico reportage di denuncia.
Questa bellissima costruzione è in un grave stato di degrado e abbandono. Sarebbe dovuta diventare un residence che avrebbe affiancato l’albergo Marriott di via Washington dello stesso proprietario.
Il comune di Milano, interpellato anche attraverso un blog della zona sul sito http://www.Partecipami.it, non ha mai dato risposte esaurienti in proposito ne sulla titolarità della concessione, ne sul progetto di ristrutturazione, ne tantomeno sui tempi di realizzazione di quest’intervento.
Lo stato di degrado è tale che sono dovute intervenire le forze dell’ordine per sgombrare una occupazione abusiva dei locali. La proprietà non ha saputo fare di meglio che acquistare un grosso lucchetto.

Commento
E’ inconcepibile che una amministrazione pubblica di una città come Milano lasci le cose come stanno. Allora alla forza di documentare per immagini, bisogna potere incidere con credibilità come pungolo sulle istituzioni alla risoluzione dei problemi denunciati, perché sia messo in atto quello che prevede la legge, in questo caso, fino al ritiro della concessione o della licenza edilizia.
Allegati
Borletti 002-r.jpg
Immag008-r.jpg
Borletti 014-r.jpg
Avatar utente
Giuseppe DM
Utente Junior
 
Messaggi: 28
Iscritto il: dom 22 feb 2009 14:54

Messaggioda Marcello Di Sarno » gio 16 apr 2009 15:20

Caro Giuseppe,
ho allertato sulla cosa un consigliere di zona e un assessore, Masseroli. Dovrei avere una risposta entro domani. In generale sono venuto a sapere che esistono due progetti per recuperarlo e che tra l'altro l'edificio è posto sotto un vincolo dalla Soprintendenza.
Incrociamo le dita ;-)
Avatar utente
Marcello Di Sarno
Redazione
Redazione
 
Messaggi: 1385
Iscritto il: lun 22 ott 2007 09:30

Messaggioda Marcello Di Sarno » lun 20 apr 2009 14:29

Borletti, la dura vita degli "ex"
Da edificio simbolo del boom economico meneghino, a terra di nessuno. E' la triste sorte toccata alla palazzina liberty, un tempo sede dello stabilimento Borletti. L'edificio, che affaccia su piazza Irnerio e su via Costanza, da circa 40 anni è condannato a un deplorevole stato di abbandono e degrado, divenendo meta ideale di vandali e tossicodipendenti. Sul suo futuro più ombre che luci.
Borletti - facciata.jpg

:arrow: PROFILO STORICO - Correvano i mitici Anni Sessanta, in pieno boom economico, quando il gruppo milanese Borletti decise di aprire uno stabilimento nella palazzina liberty di via Costanza, annoverata tra i migliori esempi di archeologia industriale del capoluogo lombardo. Su quei tre piani si producevano congegni di precisione, in particolare contagiri e contachilometri per automobili, ritenuti "perfetti" come i "punti" delle macchine da cucire Borletti celebrati dalla storica voce fuori campo di Carosello.
Al di là dei finestroni ad arco della facciata si affannava un'umanità d'altri tempi, dentro la quale non era insolito trovare accanto agli operai "operai", qualche letterato improvvisatosi operaio per bisogno. Tra questi, lo scrittore italo-russo Giorgio Scerbanenco stimato da alcuni nomi di spicco del giallo moderno - vedi Lucarelli e Pinketts - come il padre del noir all'italiana. Lo stesso Scerbanenco ambientò alcuni suoi racconti proprio nell'opificio di via Costanza.
Borletti - particolare insegna.jpg

:arrow: IL DECLINO - A cavallo tra gli Anni Sessanta e Settanta per il gruppo Borletti iniziò una fase di declino, che tra le altre cose portò alla chiusura dello stabilimento di via Costanza. Lasciata nella più totale incuria, la struttura fu acquistata, all'inizio degli Anni Novanta, dallo stesso gruppo proprietario dell'adiacente Hotel Marriot. Un cambio di gestione che non ha sortito alcun effetto in termini di recupero dello stabile, piombato in una progressiva condizione di degrado, alimentata dalla scarsa illuminazione della zona e dal fatto che l'ingresso è protetto da lucchetti artigianali, più volte scardinati in passato. Vetri rotti e ambienti fatiscenti testimoniano oggi il vergognoso stato cui è relegato e dal quale traggono beneficio individui dediti ad attività tutt'altro che lodevoli.
Borletti - ingresso con lucchetto.jpg

:arrow: IPOTESI DI RECUPERO - Il progetto di farne un residence annunciato, qualche anno fa, dagli attuali proprietari, non sembra destinato ad avere un seguito. Anche perché sull'utilizzo della palazzina grava un vincolo posto dalla Soprintendenza per i beni architettonici e paesaggistici, esteso a tutti gli edifici liberty della città.
Dall'Ufficio Stampa dell'Assessorato allo sviluppo del Territorio del Comune di Milano, fanno sapere che è stata effettuata una mappatura degli edifici bisognevoli di interventi di recupero - tra i quali rientra l'edificio in questione - in base alla quale a breve dovrebbe essere approvato il nuovo piano di governo del territorio. Ciò consentirà al Comune di individuare i casi più disperati e sollecitare i relativi proprietari a mettersi in regola.
La politica perseguita dall'attuale amministrazione è quella della "tolleranza zero" verso chi abbandona gli edifici in cattivo stato; in virtù di queste considerazioni è assolutamente da scartare - sottolineano dall'Assessorato - l'eventualità che la struttura possa essere demolita per far posto a una nuova costruzione.
Tra le ipotesi al vaglio c'è quella di includere l'ex Borletti in un ampio progetto di housing sociale.
Avatar utente
Marcello Di Sarno
Redazione
Redazione
 
Messaggi: 1385
Iscritto il: lun 22 ott 2007 09:30

Messaggioda Antonio1985 » mer 24 apr 2013 10:59

Ciao,

Qualcuno ha avuto più notizie in merito?

Il degrado continua... >:-(
Avatar utente
Antonio1985
Novizio
 
Messaggi: 1
Iscritto il: mer 24 apr 2013 10:48


Torna a Reporter

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti