Concorso Fotografico "ITALIAN LIBERTY"

Le tecniche, i segreti, l'evoluzione

Moderatore: venticello

Concorso Fotografico "ITALIAN LIBERTY"

Messaggioda Luciano Salvati » mer 29 mag 2013 11:29

In data 21 febbraio è partito il concorso fotografico ‘‘Italian Liberty’’, organizzato e promosso dall’associazione culturale A.N.D.E.L. (Associazione Nazionale Difesa Edifici Liberty). Il concorso si inserisce nell’ambito del progetto ‘‘Italia Liberty’’ ideato e diretto da Andrea Speziali, studioso esperto della corrente artistica “Art Nouveau” e autore di diverse monografie sull’architettura Liberty.

Il Concorso Fotografico ‘‘Italian Liberty’’ è patrocinato dal portale della cultura italiana Cultura Italia (Ministero per i Beni e le Attività Culturali); dal progetto europeo PartagePlus e dall’ENIT Agenzia Nazionale del Turismo. Il direttore artistico del concorso, Andrea Speziali si avvale di diverse collaborazioni: studiosi, accademici, storici e critici dell’arte, ricercatori, Archivi di Stato, scuole, università, accademie e collezioni d’arte pubbliche e private. Importanza fondamentale per raggiungere lo scopo del progetto è il sito web http://www.italialiberty.it attraverso il quale l’ideatore Andrea Speziali, si propone di rivalutare
una corrente artistica come quella dello stile floreale in Italia. Il concorso fotografico, intende appassionare e avvicinare giovani e meno giovani a questo progetto culturale che vede in futuro la pubblicazione di una collana editoriale sul Liberty suddivisa per ogni regione d’Italia.

La partecipazione a “Italian Liberty” è a titolo gratuito e si rivolge a giovani e meno giovani, a professionisti e dilettanti, ragazzi delle suole di ogni ordine e grado, a tutti gli amanti della bellezza e dei valori di cui il Liberty è portatore.

Il Concorso Fotografico nasce dall’incontro tra Lara Vinca Masini, Andrea Speziali e Valeria Scandellari, Presidente dell’Associazione A.N.D.E.L, con l’intenzione di promuovere un censimento di tutta l’Arte Liberty in Italia.
Questa esigenza si è manifestata in seguito ai successi delle varie mostre itineranti “Romagna Liberty e La Spezia Liberty”, nelle varie prestigiose sedi dell’Emilia Romagna, curati dal Direttore Artistico Andrea Speziali, membro del Comitato Scientifico A.N.D.E.L.

Il concorso, a titolo gratuito, scade il 31 ottobre 2013 fatte salve proroghe dettate dalla necessità di dare maggior spazio e visibilità alle fotografie pervenuteci. E’ possibile consultare il regolamento del concorso, trovare il modulo di iscrizione e tenersi aggiornati sugli sviluppi visitando il sito web: http://www.italialiberty.it/concorsofotografico e/o la pagina facebook ufficiale: facebook.com/Italianliberty.

I primi tre classificati saranno premiati, un attestato di partecipazione per gli altri concorrenti. Le premiazioni un mese dopo la chiusura del concorso al fine di permettere alla giuria di visionare il materiale pervenuto e decretare i vincitori.
Il partecipante verrà premiato nella regione di residenza indipendentemente dalla foto inviata che può riguardare altre regioni italiane. I temi da cui trarre ispirazione saranno quattro: “Architettura Liberty’’ riguardante l’aspetto architettonico possibilmente esterno; “Mobili Liberty’’ riguardante gli scatti alla mobilia, “Arte Liberty” rivolto ai disegni, dipinti, opere d’arte materiche e infine “Libero Liberty” inerente un aspetto qualunque del Liberty con particolare attenzione alle particolarità mai ritratte. E’ possibile presentate fotografie per ogni singolo tema. Le foto non premiate (il materiale fotografico non sarà restituito) potranno in ogni caso essere selezionate per essere pubblicate nella collana editoriale ‘‘Italia Liberty’’.

Grazie

Ernestina De Paola
Cell. 340.9671316
Luciano

"Che tu sei qui, che la vita esiste, che il potente spettacolo continua e che tu puoi contribuire con un verso"
Quale sarà il tuo verso?
Avatar utente
Luciano Salvati
Redazione
Redazione
 
Messaggi: 5510
Iscritto il: gio 13 nov 2008 13:27

Messaggioda marsi » mer 29 mag 2013 12:23

Visto e scartato!

1) Sembra più orientato a realizzare un database di opere Liberty a costo zero che un reale concorso fotografico.
(non per nulla si chiede di schedare le foto indicando pure l'architetto e l'anno di costruzione !)

2) I premi non sono definiti ... non trovo molto corretto definire nei dettagli tutti i vincoli per i partecipanti e viceversa non definire con altrettanta chiarezza quali siano gli impegni presi dall'organizzazione. Non dico tanto ma almeno definire in che cosa consiste il premio (peraltro unico - fatta eccezione per le "targhe") mi sembra davvero il minimo.
Inoltre con quattro temi diversi almeno quattro (per non dire 12) premi ci potevano anche stare.

3) Viene richiesta sia la foto in formato digitale (su CD !) che stampata (evidentemente a proprie spese) e spedita (sempre a proprie spese)-Inoltre il materiale fotografico NON viene restituito! (ovvio altrimenti che database sarebbe!!) ... almeno la briga di stamparsi da soli le foto senza gravare economicamente sui concorrenti potevano prendersela !!

uno dei tanti pseudo-concorsi che serve a "spalmare" un certo lavoro sulla massa dei partecipanti !
Avatar utente
marsi
Utente Senior
 
Messaggi: 1490
Iscritto il: mer 27 ago 2008 09:03

Meno male che in Italia i fotografi sono più bravi di Albert Watson

Messaggioda aitmart » mar 04 giu 2013 21:49

Rispondo a Marsi. Buonasera, sono un gallerista e organizzatore di mostre d'arte per enti pubblici e associazioni senza scopo di lucro. Intanto faccio i miei complimenti all'organizzazione del concorso che si propone di rivalutare una corrente artistica spesso dimenticata in Italia (come sono dimenticate opere d'arte, palazzi, siti storici e tutto ciò che di culturale e bello è presente nel nostro paese). [snip]
Alcune precisazioni:
1) Il data base delle opere liberty è già presente in Italia (non utilizzato o conosciuto, ma già presente), realizzato in maniera scientifica da studiosi e storici dell'arte.
2) Se ci si prendesse il tempo di leggere con attenzione (cosa che raramente si fa) il comunicato, si scoprirebbe che il vero obiettivo del concorso è quello di promuovere un patrimonio storico artistico attraverso la più ampia diffusione possibile non già quello di elargire ricchi premi e cotillons che pure sono presenti in bando (e scusate se ci sono più taghe che altro, ma lo Stato in questo periodo passa poco ..... [snip]).
3) Per quanto riguarda i premi [snip] potevano essere anche 36..... Purtroppo in Italia non abbiamo nè i soldi nè, spesso, gli artisti che riescano ad aggiudicarseli.
4) Le foto sono poi chieste in formato digitale perchè comodo e riproducibile e anche quello "cartaceo" perchè un artista, se lo è veramente, spesso si stampa da sè le foto con tecniche, formati e carte del tutto particolari e mi permetto di dire che sarebbe inutile restituire il materiale, visto che una copia certo rimane all'autore.
A me sembra che alcune vole le persone si accostino ai concorsi per "fare un po' di soldi" tralasciando del tutto l'aspetto culturale. [snip]
Nelle mie mostre, gli artisti non pagano nulla (come in questo caso), ma quasi tutte le mostre d'arte sono a pagamento (in quasi tutte le gallerie italiane) e costano anche parecchio senza che gli artisti abbiano alcuna certezza di vendere le opere.... quindi costi e niente sicurezza. Non vedo quale sia lo scandalo: le gallerie si sobbarcano dei costi e almeno devono cercare di andare in pari. In questo caso, oltre a non pagare nulla, i partecipanti usufruiscono di un benefit d'eccezione ...la pubblicità gratuita alle proprie opere su di un circuito internazionale.
Ultima modifica di Luciano Salvati il mer 05 giu 2013 11:10, modificato 1 volta in totale.
Motivazione: Non sono ammessi attacchi personali.
Avatar utente
aitmart
Novizio
 
Messaggi: 1
Iscritto il: mar 04 giu 2013 21:01

Messaggioda MARIO1964 » mar 04 giu 2013 23:09

aitmart ha scritto:Rispondo a Marsi. Buonasera, sono un gallerista e organizzatore di mostre d'arte per enti pubblici e associazioni senza scopo di lucro. Intanto faccio i miei complimenti all'organizzazione del concorso che si propone di rivalutare una corrente artistica spesso dimenticata in Italia (come sono dimenticate opere d'arte, palazzi, siti storici e tutto ciò che di culturale e bello è presente nel nostro paese). [snip]
Alcune precisazioni:
1) Il data base delle opere liberty è già presente in Italia (non utilizzato o conosciuto, ma già presente), realizzato in maniera scientifica da studiosi e storici dell'arte.
2) Se ci si prendesse il tempo di leggere con attenzione (cosa che raramente si fa) il comunicato, si scoprirebbe che il vero obiettivo del concorso è quello di promuovere un patrimonio storico artistico attraverso la più ampia diffusione possibile non già quello di elargire ricchi premi e cotillons che pure sono presenti in bando (e scusate se ci sono più taghe che altro, ma lo Stato in questo periodo passa poco ..... [snip]).
3) Per quanto riguarda i premi [snip] potevano essere anche 36..... Purtroppo in Italia non abbiamo nè i soldi nè, spesso, gli artisti che riescano ad aggiudicarseli.
4) Le foto sono poi chieste in formato digitale perchè comodo e riproducibile e anche quello "cartaceo" perchè un artista, se lo è veramente, spesso si stampa da sè le foto con tecniche, formati e carte del tutto particolari e mi permetto di dire che sarebbe inutile restituire il materiale, visto che una copia certo rimane all'autore.
A me sembra che alcune vole le persone si accostino ai concorsi per "fare un po' di soldi" tralasciando del tutto l'aspetto culturale. [snip]
Nelle mie mostre, gli artisti non pagano nulla (come in questo caso), ma quasi tutte le mostre d'arte sono a pagamento (in quasi tutte le gallerie italiane) e costano anche parecchio senza che gli artisti abbiano alcuna certezza di vendere le opere.... quindi costi e niente sicurezza. Non vedo quale sia lo scandalo: le gallerie si sobbarcano dei costi e almeno devono cercare di andare in pari. In questo caso, oltre a non pagare nulla, i partecipanti usufruiscono di un benefit d'eccezione ...la pubblicità gratuita alle proprie opere su di un circuito internazionale.


:ok: :ok: :ok:

Se riesco parteciperò con molto piacere.
Torino ha interi quartieri liberty che, fatti salvi gli appassionati del tema, vengono per lo più ignorati.
Se devo essere onesto la possibilità di invio delle opere a mezzo mail o con download direttamente sul sito vi agevolerebbe non poco l' iniziativa (sempre che si possa ancora fare, ora o in futuro), ma essendo interessato soprattutto a far conoscere angoli misconosciuti della mia città i premi passano assolutamente in secondo piano

:-)
Avatar utente
MARIO1964
Utente Qualificato
 
Messaggi: 48103
Iscritto il: mar 27 gen 2009 17:58
Località: Torino

INVIO FOTO

Messaggioda andreaspeziali » mar 04 giu 2013 23:48

Buonasera a tutti.

Sono Andrea Speziali, Direttore Artistico del Concorso Fotografico ITALIAN LIBERTY.
Ho ideato e progettato questo concorso alla prima edizione al fine di rivalutare uno stile da anni dimenticato...

Vorrei precisare che entro il fine settimana sarà pubblicato il concorso aggiornato con i relativi premi e la giornata di premiazione.
CHI VUOLE PUO TRANQUILLAMENTE SPEDIRE LE FOTO TRAMITE E-MAIL a concorso@italialiberty.it

Non a caso ho scelto lo studio Aitm Art come segreteria di progetto, dove chiunque può chiedere informazioni anche in via telefonica.


Andrea Speziali
info@andreaspeziali.it
Avatar utente
andreaspeziali
Novizio
 
Messaggi: 3
Iscritto il: ven 25 dic 2009 16:14

Messaggioda marsi » mer 05 giu 2013 08:51

Avatar utente
marsi
Utente Senior
 
Messaggi: 1490
Iscritto il: mer 27 ago 2008 09:03

Messaggioda Massimo Di Bello » mer 05 giu 2013 17:40

marsi ha scritto:https://www.youtube.com/watch?v=HWa8G-VE1e4&feature=player_embedded

Non ho visto il video, da questa postazione non posso, ma pur comprendendo che qualcuno possa preferire non partecipare a concorsi che chiedono di poter poi usare le foto, dire che sono "ingiuste" è scorretto.
In genere o c'è questa clausola o il concorso è a pagamento. Ciascuno può fare le sue scelte ma non si può attaccare chi preferisce l'altro sistema.
E che le regole per un "buon concorso" le indichi poi una associazione in pieno conflitto di interessi e quanto meno singolare.
Conflitto di interesse in quanto organizzano un concorso a PAGAMENTO, con tariffe non proprio leggere.
d) Pagamento del contributo per la partecipazione:
Sezioni professionali:
una categoria: 30 euro
due categorie: 40 euro
tre o più categorie (massimo cinque): 50 euro.

Sezioni “nuove proposte”:
una categoria: 25 euro
due categorie: 35 euro
tre categorie: 45 euro.

http://www.premiofotografico.tv/come_si_partecipa.php

io allora potrei dire, volendo, che trovo ingiusto far pagare per partecipare ad un concorso fotografico. Ma ripeto, per me sono due modalità accettabile, basta che siano indicate le condizioni chiaramente, poi ciascuno fa le sue scelte e decide a quali concorsi partecipare.
:arrow: Iscriviti a Dizy! La piattaforma con i contest fotografici.

Fatti non foste a viver come bruti, / ma per seguir virtute e canoscenza. Dante Alighieri
Avatar utente
Massimo Di Bello
Redazione
Redazione
 
Messaggi: 18472
Iscritto il: mar 07 ago 2007 14:04

Messaggioda marsi » gio 06 giu 2013 15:41

Massimo Di Bello ha scritto:Non ho visto il video, da questa postazione non posso,

:scratch: questa non l'ho davvero capita !? se NON hai visto il video a di che stiamo parlando ?

Conflitto d'interessi ? Mah !? :scratch:
Il concorso da te citato era stato bandito nel 2009 (peraltro rivolto soprattutto ai professionisti),mentre il video è stato caricato nel 2011, mi sfugge davvero la correlazione tra i due eventi.

Comunque in questo caso specifico NON viene nemmeno detto che uso si farà successivamente delle foto (altra mancanza -a mio avviso- del regolamento)

Comunque visto che si parla di cifre e ritornando nel seminato, noto che il concorso di cui si parla in questo thread richiede di fatto ai partecipanti un impegno finanziario simile quando non anche molto più oneroso a quello da te sopra menzionato:

Produrre 10 stampe 20x30 dal fotografo sotto casa mi costerebbe 25 euro, a cui devo aggiungere almeno 10 di spedizione. Prezzo che ovviamente sale a dismisura nel momento in cui il fotografo volesse sottoporre stampe fino a 100x140 (massimo consentito) magari su supporti particolari a curate in prima persona (come suggerito qualche intervento più in alto) credo in tal caso non basterebbero 500 euro!!!

Poi onestamente mi piacerebbe capire come si fa a giudicare (perché trattandosi di "CONCORSO FOTOGRAFICO" un giudizio sulle opere è fondamentale) su un piano di equità una foto stampata da una stampatrice automatica in formato 20x30 con un pannello di 100x140 professionale ?

Ma evidentemente e la mia "pochezza mentale" che mi fa dire ciò, come si fa a mercificare l'arte !?
E poi l'onore di partecipare a una si grande manifestazione ovviamente NON ha prezzo, per tutto il resto però ti tocca usare MasterCard!
Avatar utente
marsi
Utente Senior
 
Messaggi: 1490
Iscritto il: mer 27 ago 2008 09:03

Messaggioda Massimo Di Bello » gio 06 giu 2013 17:39

marsi ha scritto: :scratch: questa non l'ho davvero capita !? se NON hai visto il video a di che stiamo parlando ?

Ho letto la descrizione del video "per far sapere che la concessione dei diritti d'uso di TUTTE le immagini sottoposte ad un concorso fotografico e' una clausola "unfair""
E poi di queste regole del "buon concorso" di questa associazione ne abbiamo parlato già tempo fa, agli inizi del concorsone.

Conflitto d'interessi ? Mah !? :scratch:
Il concorso da te citato era stato bandito nel 2009 (peraltro rivolto soprattutto ai professionisti),mentre il video è stato caricato nel 2011, mi sfugge davvero la correlazione tra i due eventi.

La correlazione è che è la stessa associazione che fa una "battaglia" per dire che i "buoni concorsi" non devono chiedere i diritti delle foto,
e poi organizza concorsi in cui non li chiede, ma chiede di pagare per poter partecipare.
Se convinci gli altri che i concorsi che chiedono i diritti sono "unfair", rimangono solo quelli a pagamento (tranne alcune meritevoli eccezioni).
Io il conflitto d'interessi lo vedo, tu no?

Comunque in questo caso specifico NON viene nemmeno detto che uso si farà successivamente delle foto (altra mancanza -a mio avviso- del regolamento)

Sono intervenuto sul principio generale, poi sul caso specifico, giusto chiedere qualsiasi chiarimento che tu ritenga opportuno.
:-)
:arrow: Iscriviti a Dizy! La piattaforma con i contest fotografici.

Fatti non foste a viver come bruti, / ma per seguir virtute e canoscenza. Dante Alighieri
Avatar utente
Massimo Di Bello
Redazione
Redazione
 
Messaggi: 18472
Iscritto il: mar 07 ago 2007 14:04


Torna a La Fotografia

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite