Sondaggio: Abolizione delle Province

Spazio per argomenti nazionali o che non trovano posto nelle altre sezioni

Sei d'accordo all'abolizione delle Province nelle modalità indicate dal decreto legge del 13 agosto?

Sondaggio concluso il mer 24 ago 2011 12:58

8
44%
No
10
56%
Non so
0
Nessun voto
 
Voti totali : 18

Messaggioda italiano » mer 09 mag 2012 16:37

Cosa succedera' ora che le nuove province verranno abrogate? forse anche le storiche nonostante per queste ultime era solo consultivo...inoltre per le storiche i cittadine che hanno votato per il NO a raggiunto il 40% credo che bisogna tenerne conto,e come ho sempre sostenuto le province vanno riformate e accorpate in modo equo,piu vicino ai cittadini,limitare al massimo i costi,comunque gia da lunedi e iniziato il caos....
Avatar utente
italiano
Novizio
 
Messaggi: 9
Iscritto il: sab 13 ago 2011 18:21

Abolizione province

Messaggioda allenot65 » gio 27 dic 2012 00:36

Sono favorevole alla abolizione di tutte le province. Sono sufficienti regioni e comuni. Comunque per il momento mi va bene anche una abolizione parziale, se mai non si comincia, mai viene fatto nulla.
Avatar utente
allenot65
Novizio
 
Messaggi: 1
Iscritto il: gio 27 dic 2012 00:30

Messaggioda italiano » gio 27 dic 2012 08:26

Vogliamo tagliare davvero sui costi della politica? aboliamo le Regioni che sperperano miliardi di euro che in confronto le province sono come Davide e Golia,inoltre le Regioni non sono vicine alle realta territoriali locali ma solo ai capoluoghi di regione lo Stato deve idare le funzioni delle Regioni a Province e Comuni e vigilare sul loro operato,e anche vero che le Province vanno riformate e ridotte ma non con i criteri del ministro Patroni Griffi
Avatar utente
italiano
Novizio
 
Messaggi: 9
Iscritto il: sab 13 ago 2011 18:21

Messaggioda Justinawind » gio 27 dic 2012 20:19

italiano ha scritto:Vogliamo tagliare davvero sui costi della politica? aboliamo le Regioni che sperperano miliardi di euro che in confronto le province sono come Davide e Golia,inoltre le Regioni non sono vicine alle realta territoriali locali ma solo ai capoluoghi di regione lo Stato deve idare le funzioni delle Regioni a Province e Comuni e vigilare sul loro operato,e anche vero che le Province vanno riformate e ridotte ma non con i criteri del ministro Patroni Griffi

:ok: :ok: :ok:
Avatar utente
Justinawind
Moderatore
 
Messaggi: 40319
Iscritto il: mar 10 feb 2009 18:09
Località: Rieti

Messaggioda italiano » mar 02 lug 2013 07:55

Sono passati sette mesi su questo argomento,la mia idea sulle province non e cambiata e cioe' ritengo che questo ente intermedio debba restare con piu competenze ad esempio quelle che hanno le regioni,queste ultime vanno abolite,e stato dimostrato che creano debii per miliardi di Euro e inoltre specie nei territori vasti non sono vicini ai problemi dei territori locali.Per quanto riguarda le Province sono sempre convinto che vadano riformate iniziando ad abolire quelle che sono davvero inutili (vedi ad esempio le 4 nuove della Sardegna) e come detto prima acquisire le funzioni delle Regioni e monitorate costantemente dallo Stato sul loro operato.
Avatar utente
italiano
Novizio
 
Messaggi: 9
Iscritto il: sab 13 ago 2011 18:21

Tutte o nessuna

Messaggioda pratointheworld » mar 16 lug 2013 01:59

come avrete saputo, e' stato bocciato il decreto sull'abolizione delle province, ma il governo ha rilanciato.
La mia opinione è : abolirle tutte ma fare il modo che i servizi rimangono così come sono oppure che non vengano abolite cercando però di renderle più snelle e funzionali:Lo è un esempio la mia provincia, Prato, istituita nel 1994 che ha pochi elementi in giunta.Cosa ne pensate???
Avatar utente
pratointheworld
Utente
 
Messaggi: 69
Iscritto il: mer 03 lug 2013 02:46
Località: Prato

Messaggioda italiano » mar 16 lug 2013 11:17

come avrete saputo, e' stato bocciato il decreto sull'abolizione delle province, ma il governo ha rilanciato.
La mia opinione è : abolirle tutte ma fare il modo che i servizi rimangono così come sono oppure che non vengano abolite cercando però di renderle più snelle e funzionali:Lo è un esempio la mia provincia, Prato, istituita nel 1994 che ha pochi elementi in giunta.Cosa ne pensate???


Io credo che non vadano abolite ma assegnargli le competenze che a ora la Regione,non avrebbe senso abolire le province mantenendo i servizi,chi se ne occupa? i Comuni? la Regione? non credo! gia non riescono a gestire le competenze che ricoprono ora... in alcuni casi si puo dare qualche competenza ai comuni.
Credo che tutti siamo concordi in una riforma nuova delle province con piu funzioni,accorpamenti sensati, riducendo i consiglieri e riducendo le retribuzioni adeguandole agli stipendi normali,NESSUNO SI E MAI CHIESTO PERCHE NON ABOLIRE LE PROVINCE CHE DISPERDONO MILIARDI DI EURO,NULL IN CONFRONTO ALLE PROVINCE?

leggere questo articolo per avere le idee piu chiare... http://www.7per24.it/2013/07/10/morte-alle-province-perche-nulla-cambi/?fb_comment_id=fbc_570349036348644_78988183_570594649657416#f27d457cd32bd
Avatar utente
italiano
Novizio
 
Messaggi: 9
Iscritto il: sab 13 ago 2011 18:21

risposta

Messaggioda pratointheworld » mar 16 lug 2013 12:21

se potessero gestire tutto, potrebbe essere la giusta soluzione.I comuni spesse volte sono tanti e tutti vicini.Ti faccio un esempio: Sono stato per natale in Valtellina: nel giro di 15 chilometri vi sono una marea di comuni che potrebbero essere accorpati e potrebbero essere gestiti bene lo stesso.Esempio la zona di Morbegno (Rogolo,Mantello, ecc).
Avatar utente
pratointheworld
Utente
 
Messaggi: 69
Iscritto il: mer 03 lug 2013 02:46
Località: Prato

Messaggioda dous » mar 16 lug 2013 15:50

pratointheworld ha scritto:se potessero gestire tutto, potrebbe essere la giusta soluzione.I comuni spesse volte sono tanti e tutti vicini.Ti faccio un esempio: Sono stato per natale in Valtellina: nel giro di 15 chilometri vi sono una marea di comuni che potrebbero essere accorpati e potrebbero essere gestiti bene lo stesso.Esempio la zona di Morbegno (Rogolo,Mantello, ecc).

Il problema non è la proliferazione dei comuni ma la moltiplicazione incontrollata delle uscite in mancanza di entrate sufficienti (avendo "abolito" l'ICI e ritardato l'IMU...); con la crisi e la crisi del mattone ai comuni arrivano meno oneri concessori edilizi, tra le poche entrate che servivano forse a fare opere pubbliche...
Secondo me in tempi di crisi occorrebbero drastici ridimensionamenti e quindi accorpamenti copiosi di province e comuni con l'istituto delle unioni dei comuni, cosa del resto che potrebbe apportare diversi benefici non solo economici...
Ma cosa direbbero i sindacati circa le forse necessarie riduzioni di personale pubblico (vedasi l'esempio greco)? :?
Avatar utente
dous
Utente Qualificato
 
Messaggi: 20284
Iscritto il: lun 03 nov 2008 17:01
Località: Roma

Precedente

Torna a Generale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite