30 Settembre 2008 alle 23:50

Chiesa S. Giorgio - Sassuolo (MO).

di Guido Piano (Sassuolo, Emilia-Romagna. Edifici Religiosi. Categoria C)

Sassuolo - Chiesa S. Giorgio - Sassuolo (MO).


Visite: 833. Raccomandazioni: 0.
Voto Popolare: 3. Posizione: 27033°.

Risultato voto a scrutinio: non ha partecipato

San Giorgio

Nel Medioevo la chiesa di San Giorgio era una piccola rettoria dipendente dalla pieve di Castellarano. La prima notizia risale al 1318, quando i due rettori Tomaxio e Lazzaro furono invitati a pagare una decima di tre soldi reggiani ai collettori apostolici. Obizzo Della Rosa, signore di Sassuolo, dispose nel suo testamento redatto nel 1331 che venissero apportati miglioramenti all’edificio sacro. Nel 1375, essendo da poco iniziata la prima signoria estense su Sassuolo, per volere di Niccolò II e di Alberto V d’Este, la chiesa divenne parrocchiale. Riconoscenti verso di loro “… gli Anziani la dedicarono al Martire S.Giorgio protettore di Ferrara Capitale e della dinastia …”.

Solamente nel 1428 la chiesa parrocchiale ebbe il proprio fonte battesimale. Per ottenere questo privilegio i sassolesi, ai quali pesava la dipendenza dalla pieve di Castellarano, addussero a motivo, tra l’altro: “le grandi difficoltà, specialmente nelle occasioni in cui si ingrossavano le acque del Secchia, di portarsi alla pieve”.
La chiesa di San Giorgio come si presenta ora, è un rarissimo monumento di Barocchetto puro, costruito nel 1760 su disegno dell’architetto veneziano Pietro Bezzi, al posto della vecchia chiesa allora demolita e che risaliva al nucleo primitivo della fine del 1200.

Della vecchia chiesa, già tante volte restaurata, manipolata e poi abbattuta, si conservano il famoso quadro del Boulanger (S.Giorgio e gli altri Patroni di Sassuolo attorno alla B.V. Maria eseguito nel 1680); il coro classicheggiante del Paltrinieri, architetto sassolese, eseguito nel 1691; la statua della madonna del Carmine del 1660; altre preziose tele (Madonna del Rosario, S.Paolo eremita, S.Antonio da Padova, S.Camillo) e l’urna contenente il corpo di S.Ruffino martire, sotto l’altar maggiore, del 1648.

Con i restauri dei primi anni ‘70: completo rifacimento del tetto, nuovo impianto di riscaldamento, completo rifacimento del pavimento in marmo di Verona, tinteggiatura in stile degli stucchi. Nel 1984 è stato restaurato l’organo, opera di Alessio Verati del 1852. Nel 1985 sono state restaurate la tela raffigurante la “Madonna delle Grazie” e la statua in cartapesta raffigurante la “Madonna del Rosario” dello scultore sassolese Ciro Zironi. Nel 1986 è stata restaurata la Pala dell’altar maggiore del Boulanger.

Vota Fase di voto conclusa. Non è più possibile votare la foto.

2 commenti a “Chiesa S. Giorgio - Sassuolo (MO).”

  1. Giuseppe Zingarelli scrive:

    Bello questo notturno nessuno la vota allora lo fò io +1

  2. miki 982 scrive:

    anche io hai ragione

Scrivi un commento

Per inviare un commento devi fare il login.