1 Novembre 2009 alle 23:23

Avvolta dalle nebbie del mattino

di Giuseppe Sabella (Pieve Fosciana, Toscana. Panorami. Categoria A)

Pieve Fosciana - Avvolta dalle nebbie del mattino


Visite: 471.

Risultato voto a scrutinio: 9.54 (Scrutinio: 3450°; Totale: 33348°)
Turni (n.Voti/n.Sfide): 1° = 8/19 (42%); 2° = 10/25 (40%); 3° = no; 4° = no;

Il comune di Pieve Fosciana si trova in provincia di Lucca, ad un’altitudine di 369 metri s.l.m. e con una popolazione di circa 2300 abitanti.
Pieve Fosciana si trova in Garfagnana, all’interno del Piano della Pieve, una piccola pianura dove si svolge un’intensa attività agricola fin dall’antichità. Un primo insediamento nell’area sorge già in epoca romana con il nome di Fuscus, ereditato poi dall’odierno comune. Le prime notizie concrete del borgo sono dell’VIII secolo. In quell’epoca si stabiliscono nella zona i Longobardi e l’attuale chiesa del paese è un plebato di notevole importanza, attraverso il quale si diffonde il culto del cristianesimo presso le popolazioni rurali.
La leggenda narra che la fondazione della “Plebes de Fosciana” si deve al celebre evangelizzatore San Frediano, vescovo di Lucca nel IV secolo d.C. . Agli inizi del XII secolo sorge l’edificio nella sua fisionomia architettonica attuale. Per molti anni la pieve è stata un luogo di culto visitato e frequentato dagli abitanti delle zone limitrofe della Garfagnana, compresa la celebre contessa Matilde di Canossa. Il luogo riveste una particolare importanza soprattutto perché è quello nel quale si riceve il battesimo, come dimostra anche un documento del pontefice Alessandro III datato 1168.
Intorno alla metà del XV secolo Pieve Fosciana si consegna al dominio estense del Ducato di Modena, rimanendo sotto la sua autorità fino alle invasioni napoleoniche di fine Settecento. Durante il dominio francese, durato fino al 1814, i confini del comune si estendono accorpando Sillico, Bargecchia e Pontecosi. Gli strascichi del passaggio delle armate rivoluzionarie francesi fanno di Pieve Fosciana uno dei centri patriottici per eccellenza della Garfagnana.
In epoca risorgimentale, il capoluogo è il primo in Toscana ad issare il tricolore italiano, nel 1831. Il ritorno del dominio estense viene contrastato sia nel 1848 che nel 1859, quando il comune è finalmente annesso all’Italia unita. I suoi combattivi abitanti torneranno a lottare nel 1944-45. Il loro paese sarà uno dei primi, tra quelli a nord della linea Gotica, a liberarsi dall’occupazione nazifascista.

Rete Blog Pieve Fosciana Guida Wiki Pieve Fosciana Descrizioni su Pieve Fosciana Forum Toscana

16 commenti a “Avvolta dalle nebbie del mattino”

  1. ciak18 scrive:

    Bella scatto anche questa!Ciao Giuseppe e buona giornata!

  2. Giuseppe Sabella scrive:

    Grazie ciak! ;-)

  3. Kristina81 scrive:

    questo scatto dona magiche suggestioni!

  4. marcofederico scrive:

    ottima descrizione, bei colori e bella inquadratura…ma da cosa si evince una caratteristica del paese..?

  5. Kristina81 scrive:

    @ marcofederico: dal profilo dei monti, ad esempio. Se vale per il profilo delle Alpi perché non dovrebbe valere altrove?

  6. eternit scrive:

    bella foto Giuseppe, colori, inquadratura , proporzioni. bella!

  7. marcofederico scrive:

    caspita…non ci avevo pensato…..sarà…ma mi sembra però una esagerazione….
    ciao ciao

  8. Kristina81 scrive:

    io credo sia semplicemente coerente!
    Per me un paesaggio alpino che non conosco potrebbe essere ovunque, eppure certi profili sono identificativi di un luogo. Qui, a rigor di logica, è la medesima situazione!

  9. Nedo scrive:

    Ne prendo una che vale per tutte
    bellissima davvero.

  10. NANA scrive:

    bella ….davvero bella
    ma un c’è manco un vigile per chiedergli
    n’informazione…..
    ciao Giuseppe!
    Renato

  11. Giuseppe Sabella scrive:

    Grazie a tutti per i commenti e a Kristina per la difesa, ma in particolare a Marcofederico: ha scordato di usare un’altro dei tuoi 4 nomi, se usa sempre gli stessi è fin troppo riconoscibile e poi…..la foto ;-) !

    Marcofederico, purtroppo c’è ancora un pò di nebbia sul paese, ma se pazienti ancora un pò si diraderà e, allora, potrai identificarlo dalle targhe delle auto (almeno la provincia). A momenti, poi, passerà di lì il contadino e se mastichi un pò di garfagnino potrai farti dare tutte le incazioni che desideri. Altrimenti fidati o……fatti un giro da quelle parti, fra le migliaia di Comuni che hai rastrellato (e splendidamente rappresentato nella tua ricca galleria), manca tutta la Garfagnana!
    ;-)

  12. Giuseppe Sabella scrive:

    Vigili? Caro Renato, erano tutti a Barga, alla sagra della castagna, ma se avessi avuto bisogno: nisba, eran tutti a sgranare! :-(

  13. augusto giammatteo scrive:

    Buongiorno Giuseppe, sei fantastico oltre nel fotografare, anche per le didascalie.Ciao

  14. Giuseppe Sabella scrive:

    Grazie Augusto, cerco solo di rendere più completa la conoscenza del luogo cui ho dedicato lo scatto, credo che ne renda più interessante e coinvolgente la visione; ma, come ho già avuto modo di evidenziare, per onestà intellettuale, mi limito ad inserire dati che sono a disposizione di tutti su internet (non sono così strutto, anche se…….ciò contribuisce a “struirmi” ogni scatto un pò di più! ;-)

  15. augusto giammatteo scrive:

    E’ vero, però tu rendi anche le cose semplici, come una ricerca sulla Rete,ancora più semplici!

  16. Giuseppe Sabella scrive:

    ;-)

Scrivi un commento

Per inviare un commento devi fare il login.