30 Novembre 2009 alle 21:20

Città fredda - Sterzing

di lorenzangel4life (Vipiteno, Trentino-Alto Adige. Panorami. Categoria B)

Vipiteno - Città fredda - Sterzing


Visite: 126.

Risultato voto a scrutinio: 26.11 (Scrutinio: 754°; Totale: 6630°)
Turni (n.Voti/n.Sfide): 1° = 14/18 (78%); 2° = 12/24 (50%); 3° = 21/47 (45%); 4° = no;

Vipiteno è un comune situato in Trentino Alto Adige, in provincia Autonoma di Bolzano e conta circa 6.000 abitanti.

Questo paese è attraversato dal fiume Isarco, fa parte della Comunità comprensoriale dell’Alta Valle Isarco ed è iscritto nel circuito dei “Borghi più belli d’Italia”.

E ‘ un importante centro per il commercio del legname e dei bovini, ma è anche molto noto per l’attività turistica.

Il paese ha origini molto antiche: già in epoca preistorica, infatti, erano presenti alcuni insediamenti. Nel corso del Medioevo l’ antico insediamento si sviluppò ulteriormente.

Intorno al 1200 i Baiuvari si insediarono su questo territorio e contribuirono alla formazione di Sterzing, l’ antica Vipiteno.

Lo stemma del paese è rappresentato da un pellegrino storpio di nome Störz, che secondo la leggenda fu il primo abitante di Vipiteno.

Il centro storico del paese fu ricostruito dopo il devastante incendio del XV secolo.

Il santo patrono del paese è San Nicolò e si festeggia alla metà di Dicembre.

http://www.paesionline.it/trentino_alto_adige/vipiteno/comune_vipiteno.asp

La cittadina (m. 948) è situata su un’ampia pianura alluvionale formata dall’Isarco presso la confluenza di due valli, la Val Ridanna e la Val di Vizze. La posizione strategica ha favorito nel passato una fiorente attività commerciale, poichè da qui passavano le merci dirette verso il Passo del Brennero, per i paesi d’Oltralpe, ed era sede di commercio del piombo e dello zinco, estratti dalle numerose miniere sparse nel territorio circostante.

La storia di Vipiteno in età medioevale è strettamente legata ai più grandi banchieri di quel tempo, la famiglia Fugger di Augusta. Oggi percorrendo la Via Città Vecchia si entra nella parte più antica dell’abitato.

La via, porticata e animata da fiorite case merlate color pastello che espongono talvolta insegne bizzarre, termina alla Torre di Città o delle Dodici. Nei pressi della Torre sorge la chiesa dello Spirito Santo, abbellita da pregevoli affreschi quattrocenteschi e proprio la torre separa la città antica da quella nuova e per questo ne è il simbolo.
Via Città Nuova attraversa la città moderna, frutto dell’ampliamento avvenuto dopo l’incendio del 1443. Il palazzo comunale di Vipiteno, in stile tardogotico, è una delle architetture caratteristiche più belle del Tirolo. Soggiornando negli hotel a Vipiteno si potrà visitare il Museo Provinciale delle Miniere, un’importante struttura che documenta la storia dell’attività estrattiva del territorio, dal medioevo agli inizi dell’età moderna ed espone anche interessanti raccolte di minerali e di monete. Il Museo è ospitato nella Jöchlsthurn, una residenza signorile medioevale, costruita sul luogo in cui sorgeva una torre trecentesca.

Il Museo Civico Multscher è ospitato, invece, nell’edificio dell’ospedale civico, già sede dell’Ordine Teutonico. Il grande artista Multscher, a cui è dedicato il Museo, fu l’autore di quattro grandi portelle, con scene della Vita di Maria e la Passione di Cristo, per l’altare maggiore della parrocchiale, ora esposte presso lo stesso Museo, assieme ad altre opere della sua scuola. Luoghi degni di visita nei dintorni sono il Castel Tasso e il santuario di Maria Trens, del XV sec., frequentato luogo di pellegrinaggio dell’Alto Adige.

Gli alberghi di Vipiteno ed i ristoranti della città servono piatti che celebrano la tradizione gastronomica locale, attraverso l’esaltazione di uno dei prodotti tipici del territorio, lo yogurt.

http://www.vacanze-trentino.it/vipiteno.html

Rete Blog Vipiteno Guida Wiki Vipiteno Descrizioni su Vipiteno Forum Trentino-Alto Adige

Scrivi un commento

Per inviare un commento devi fare il login.