30 Novembre 2009 alle 23:47

Tramonto nuvoloso 4

di lorenzangel4life (Ariccia, Lazio. Panorami. Categoria C)

Ariccia - Tramonto nuvoloso 4


Visite: 657.

Risultato voto a scrutinio: 62.12 (Scrutinio: 112°; Totale: 1100°)
Turni (n.Voti/n.Sfide): 1° = 12/19 (63%); 2° = 19/24 (79%); 3° = 32/47 (68%); 4° = 50/92 (54%);

« Non vi fu città, non vi fu nazione, che fra mille favole non involvesse la propria fondazione ed origine, per renderla più celebre e famosa. (…) Ha l’Ariccia anch’essa la sua fondazione favolosa ripetendola da Ippolito figliuolo di Teseo re d’Atene. (…) »
(Emanuele Lucidi, Memorie storiche dell’antichissimo municipio ora terra dell’Ariccia, e delle sue colonie di Genzano e Nemi, cap. II Della fondazione dell’Ariccia, p. 7[1])

La leggenda racconta che l’antica città latina di Aricia venisse fondata dal figlio del fondatore di Atene Teseo, Ippolito. Questi, vittima dell’amore incestuoso della madre Fedra, dovette allontanarsi da Atene per sfuggire all’ira del padre, e la dea Artemide lo condusse, secondo Ovidio, nella selva ariccina, cambiandogli nome in Virbio[2]. Virbio avrebbe sposato in seguito una donna chiamata Aricia che diede il nome alla città appena fondata.

Gaio Giulio Solino, storico romano del III secolo, nei suoi Collectanea rerum memorabilium, anche noti come Polyhistor, afferma che Aricia venne fondata dal comandante siculo Archiloco, dal cui nome sarebbe venuto il toponimo della città[3].

Ad ogni modo, il geografo greco Strabone pone Aricia a 160 stadi da Roma[4]; l’ Itinerarium Antonini pone Aricia al miglio 16 della via Appia; l’Itinerario Gerosolimitano al miglio 14; la Tabula Peutingeriana al miglio 13; Dionigi d’Alicarnasso dopo miglio 15; infine Emanuele Lucidi afferma che la moderna Ariccia sia sita al miglio 12 della via Appia[5]. L’abitato di Aricia si estendeva nella parte sottostante l’attuale Ariccia, lungo l’antico tracciato della via Appia in Vallericcia, fino alle propagini di Monte Gentile in prossimità dell’odierno cimitero di Ariccia. Il Lucidi, citando altri studiosi[6] , ipotizza che l’abitato antico si estendesse tra il miglio 14 ed il 16, ai lati della via Appia, e che al miglio 16 fosse ubicato il nemus Dianae, ovvero il santuario di Diana Aricina con l’attiguo bosco sacro, luogo di culto rinomato. (Vedi Aricia)

Aricia faceva parte della Lega Latina. Al tempo di Tarquinio il Superbo, il delegato aricino all’assemblea della Lega, Turno Erdonio, osò opporsi al volere del supebo re di Roma: perciò venne fatto affogare in un fosso.

Nel 494 a.C. si svolse la battaglia di Aricia, presso Aricia in direazione di Albano, dove combatterono i popoli della Lega Latina confederati contro l’etrusco Porsenna.

http://it.wikipedia.org/wiki/Storia_di_Ariccia

Rete Blog Ariccia Guida Wiki Ariccia Descrizioni su Ariccia Forum Lazio

4 commenti a “Tramonto nuvoloso 4”

  1. val g scrive:

    Che meraviglia! ;)

  2. gianniB scrive:

    bella la luce filtrante sullo sfondo tempestoso ….complimenti, gianniB

  3. Angela Giglioni scrive:

    Hai colto l’attimo….. di luce. Complimenti!

  4. rosa62 scrive:

    molto bella, soprattutto con quelle nubi minacciose.

Scrivi un commento

Per inviare un commento devi fare il login.