11 Dicembre 2009 alle 17:43

Panoramica verso l’Adige

di progigi (Rovigo, Veneto. Panorami. Categoria C)

Rovigo - Panoramica verso l'Adige


Visite: 221.

Risultato voto a scrutinio: 3.6 (Scrutinio: 2271°; Totale: 16559°)
Turni (n.Voti/n.Sfide): 1° = 4/20 (20%); 2° = 2/21 (10%); 3° = no; 4° = no;

Rovigo è una città di circa 50 mila abitanti capoluogo del Polesine. Gli abitanti si chiamano rodigini in italiano standard, ma diversi dizionari della lingua italiana riportano anche la voce popolare rovigotti.

Il capoluogo è conosciuto anche con il nome di Città delle rose grazie alla descrizione fatta da Ludovico Ariosto nel suo Orlando furioso, che ne fa derivare il nome latino Rhodigium dalla parola greca ρόδον (rhòdon), ossia rosa:

« la terra, il cui produr di rose
le dié piacevol nome in greche voci »
(L. Ariosto, Orlando Furioso, canto 3, 41, vv. 1-2)

Questa derivazione è ormai considerata una fantasia poetica dalla maggior parte degli storici, ciononostante la rosa è tuttora uno dei simboli della città di Rovigo.

Il primo documento storico sicuramente attendibile sulla città è dunque quello del 24 aprile 838, dove Rovigo viene definita in latino villa quae nuncupatur Rodigo, ossia “borgo (rurale) detto Rodigo”. Il borgo rurale cominciò probabilmente a svilupparsi in un villaggio più articolato all’inizio del X secolo; nel 920 infatti il vescovo di Adria Paolo Cattaneo chiede ed ottiene da papa Giovanni X il permesso di costruire una fortificazione per trasferirvi temporaneamente la sede vescovile al riparo dalle scorrerie ungare.

Rovigo era attraversata dal naviglio Adigetto, ora deviato dal suo alveo originale, il cui tratto che divideva la città è stato coperto in epoca fascista, e da numerosi canali artificiali, il più importante dei quali è lo scolo Ceresolo.
Sul Canal Bianco si apre il porto di Rovigo, diventato operativo nel 1998.

In questa foto scattata in una giornata particolarmente limpida si possono ammirare sullo sfondo le Prealpi Venete.

Da Wikipedia l’Enciclopedia Libera.

Rete Blog Rovigo Guida Wiki Rovigo Descrizioni su Rovigo Forum Veneto

6 commenti a “Panoramica verso l’Adige”

  1. dous scrive:

    Ehm, a parte gli alberi il panorama soffre un pò… :-(

  2. progigi scrive:

    Per via delle montagne?

  3. progigi scrive:

    Malgrado gli alberi ancora ricchi di foglie in questa fotografia ho ripreso viale Porta Adige: una delle principali vie di accesso alla città di Rovigo.

  4. dous scrive:

    Magari dovevi mettere a fuoco il panorama, non gli alberi! ;-) Ciao.

  5. progigi scrive:

    Per evitare di inquadrare in primo piano le antenne del condominio di fronte ho dovuto scegliere un punto di ripresa che non mi permetteva di sfruttare la mia Canon EOS e quindi poiché ci tenevo ad inserire almeno una fotografia con le montagne in vista sullo sfondo ho utilizzato la più maneggevole Samsung S1060 con programma di esposizione: “Panorama: soggetti lontani con sfondo a fuoco” e la compattina ha messo ha fuoco automaticamente, probabilmente sul punto iperfocale, lo si evince leggendo i dati Exif.

  6. progigi scrive:

    Caro dous se ci pensi questo era l’unica maniera che avevo per scattare la foto in modo corretto: se non avessi messo a fuoco sul piano iperfocale si notava una sfocatura sugli alberi e quindi la foto risultava mossa o sfocata… Ciao ti auguro un buon Natale! ;)

Scrivi un commento

Per inviare un commento devi fare il login.