14 Dicembre 2009 alle 14:19

Proh - Un Castello tra le risaie

di lindor (Briona, Piemonte. Castelli e Fortificazioni. Categoria A)

Briona - Proh - Un Castello tra le risaie


Visite: 95.

Risultato voto a scrutinio: 27.33 (Scrutinio: 738°; Totale: 5856°)
Turni (n.Voti/n.Sfide): 1° = 12/19 (63%); 2° = 12/21 (57%); 3° = 20/41 (49%); 4° = no;

Secondo la descrizione del Conti (in “Castelli del Piemonte” - 1975) la lapide murata presso l’ingresso ci dice che il castello di Proh venne eretto principalmente come “luogo di delizie” da Francesco Sforza, Duca di Milano. Una scelta militare non poteva essere stata, o almeno sembrerebbe strana, sia perchè nel raggio di 5 km sorgono altri tre castelli, assai importanti e proprio a quell’epoca attrezzati o riattrezzati per le operazioni difensive o offensive del Ducato milanese (Briona, Barengo e Castellazzo Novarese), sia per la relativa piccolezza del castello stesso. Questa suggestione è creata anche dalla posizione del monumento, in pianura isolato, ai piedi di una collinetta boscosa e dalla sua apparenza di oggetto civettuolo più che guerresco, ed anche la sua notevole altezza, lo rende quasi un oggetto cubico. Il castello sorse nella seconda metà del 1400.

Il castello si presenta oggi come frutto di successive sistemazioni, solo in parte eliminate nel corso di recenti restauri. La pianta è asimmetrica secondo la diagonale NE-SO. L’impianto è rettangolare, leggermente irregolare, con due torri tonde agli spigoli nord-orientale e sud-occidentale. Alcune costruzioni sorgono ai lati nord, sud e ovest. Il cortile è appoggiato alla cortina orientale. Gli ingressi in origine erano due: ad est tramite una postierla aperta nella torricella centrale e dotata di ponte levatoio; ad ovest tramite una porta carraia dotata di ponte levatoio. Sull’ingresso ad ovest era impostata una torre a filo di cortina inglobata poi nei fabbricati interni e rimasta senza coronamento, ma comunque facilmente riconoscibile.

Rete Blog Briona Guida Wiki Briona Descrizioni su Briona Forum Piemonte

Scrivi un commento

Per inviare un commento devi fare il login.