16 febbraio 2012 alle 07:17

Santi che pagano il mio pranzo non ce n’è

di Mirco (Bologna, Emilia-Romagna. Piazze. Categoria D) - In Gara

24226-800x566


Visite: 402. Candidata il 14 febbraio 2012 23:25

Risultato voto a scrutinio: 49.59 (Scrutinio: 266°; Totale: 1746°)
Turni (n.Voti/n.Sfide): 1° = 19/28 (68%); 2° = 23/29 (79%); 3° = 24/56 (43%); 4° = 45/110 (41%);
Voto Popolare. Complessivo: 0. Mensile: 2.

Piazza Maggiore.
Sullo sfondo, Palazzo D’Accursio, a destra Palazzo Re Enzo.
La parte di pavimentazine rialzata della piazza è chiamata famigliarmente “crescentone”.

Il titolo è l’incipit della canzone Piazza Grande del cantautore bolognese Lucio Dalla, anche se qualcuno la chiama Piazza Grande il nome ufficiale della piazza è Piazza Maggiore.

Rete Blog Bologna Guida Wiki Bologna Descrizioni su Bologna Forum Emilia-Romagna

38 commenti a “Santi che pagano il mio pranzo non ce n’è”

  1. dous scrive:

    … sulle panchine in piazza grande!

    PS: Ehh il crescentone è il crescentone! :D

  2. romanatome scrive:

    Te li sogni … i santi in terra !
    Prenditi un panino….e gira ….( faccio cosi’ quando vado per foto )
    ;-)

  3. Mirco scrive:

    Grazie Dous e Romanatome :-)

  4. DGIANKY scrive:

    Piazza Grande o piazza Maggiore, è come piazza Nettuno o piazza del Gigante, chi è Bolognese davvero le chiama così, Grande e Gigante e anche Dalla la nomina da Bolognese; palazzo Re Enzo è una prigione, in realtà si chiama palazzo del Podestà, la prigione fu eretta nel XIII secolo appunto per ospitare o imprigionare con rispetto il figlio di Federico di Savoia, assoldato dai Modenesi per vincere i Bolognesi….
    Non vuole essere una critica ma volevo spiegare il perché dei due nomi, entrambi esatti, e un po di simpatica storia appunto per i Bolognesi
    Ciao Mirco

  5. Mirco scrive:

    Grazie Dgianky per la visita e per la spiegazione. :-)
    infatti nel commento avevo parlato di Piazza Maggiore come nome ufficile, dicendo anche che alcuni la chiamano Grande, come testimonia la canzone di Dalla.

    p.s. A Modena la piazza principale si chiama Piazza Grande e ironia della sorte avevo letto da qualche parte che una volta si chiamava Maggiore.

  6. michea scrive:

    Arrivederci in Piazza Maggiore, perbacco!

    Mirco, Dous, Dgianky, non me ne vogliate:
    chi viene, come me, dalla preistoria
    si affida unicamente alla memoria
    di antiche scorribande scapigliate.

    Da nativo, conosco l’uso classico;
    ma, se mutò per lo squittio del Dalla,
    a voi juniores lascio ormai la palla
    contemplando con l’occhio del Giurassico! ;-) :-D

  7. michea scrive:

    Ancora dal Giurassico, qualche dettaglio:

    quello ritratto da Mirco sulla destra è il Palazzo del Podestà, mentre Palazzo Re Enzo, seppure attiguo, è un altro palazzo e si affaccia su Piazza del Nettuno, Via Rizzoli e (appunto) Piazza Re Enzo. Re Enzo (Heinz, cioè Heinrich, Enrico), re di Sardegna, era figlio dell’imperatore Federico II di Svevia e combatté effettivamente alla testa dei Modenesi alla battaglia della Fossalta (1249), dove fu catturato.

  8. Mirco scrive:

    grazie michea per la visita e le precisazioni

  9. michea scrive:

    E dopo tante precisazioni, il commento vero: Grande o Maggiore, complimenti per la foto! :-)

  10. romanatome scrive:

    @ troppe precisazioni….ragione io comprati un panino…..!

  11. cm9462 scrive:

    @Michea complimenti per gli endecasillabi pressoché perfetti, e all’autore per la bella foto, titolo compreso!

  12. Mirco scrive:

    Grazie ancora a Michea, Romanatome e Carolina

    @romanatome, ma perchè comprarmi un panino proprio a Bologna? vuoi mettre con un bel piatto di tagliatelle o di tortellini… ;-)

  13. romanatome scrive:

    Perche’ io nn posso venire a bologna…oggi tempo brutto neanche un panino per il giro nella mia zona… ;-)
    ( si perde tempo nei ristoranti se andiamo per foto)

  14. Mirco scrive:

    ok se a Bologna vuoi fare uno spuntino veloce, puoi sempre prendere un panino con la mortadella allora,
    …oppure rimanendo in tema foto poesia, da piazza maggiore prendi via Ugo Bassi e vai verso le due torri e trovi il bar dove
    …poi ci troveremo come le star..

  15. romanatome scrive:

    @ io ti aspetto da me in maremma…dove il panino lo puoi fare con tante cose buone.
    La mortadella va bene…buona.

  16. DGIANKY scrive:

    Ai,iai,iai, Mirco, volevi dire via Rizzoli ed il bar è il ROXY bar nominato anche da Vasco; i tortellini si preferiscono a Castelfranco Emilia ma con il brodo di Bologna, cioè di cappone!
    oltre che con la mortazza di Bologna il panino è buono con la porchetta e per cortesia ci vuole il classico barilino bolognese…….HI!…HI!…HI!
    Ridiamo………Buona luce

  17. romanatome scrive:

    Oh! che cavolo.. ora pure su i panini.. i commenti….
    meno male che il bar nn è di ” Romy”

  18. arzan scrive:

    E San Petronio? “San Petronio e i gradini d’estate
    Marta, San Petronio e i gradini d’inverno … sotto le immagini dei foto-poeti, i commenti son canzoni … non male … :)

  19. Mirco scrive:

    Quando ho fatto questa foto davanti a San Petronio c’erano delle impalcature, quindi non ho ripreso quel lato della piazza, però se ci dovessi tornare, potrei utilizzare la canzone dei Nomadi per il titolo

  20. michea scrive:

    E ora il commento triste: Grande o Maggiore, un omaggio alla memoria di Lucio Dalla.

  21. romanatome scrive:

    Anchio un omaggio al “grande lucio” da questa piazza…..
    Grande o Maggiore sara’ la tua piazza !

  22. dous scrive:

    Eh sì, carissimi amici di Bologna… a due passi dalla Piazza Maggiore, nella centralissima via D’Azeglio, sono chiuse le persiane della casa del grande Lucio.
    Un pensiero a lui che ha accompagnato tanti momenti della nostra vita spensierata.
    Ciao Lucio!
    :-(

  23. pitzimba (Senior) scrive:

    :-(

  24. Mirco scrive:

    :-( ho appreso la notizia oggi pomeriggio alla radio.
    ci mancherà

  25. DGIANKY scrive:

    Mi agrego a tutti gli amici di Lucio Dalla, quando ho imparato la notizia mi sembrava di aver capito male e sono andato a sentire altri telegiornali, purtroppo avevo capito bene, ora il suo ricordo è nelle sue canzoni che rimarranno per sempre; ciao LUCIO

  26. Nycla scrive:

    Omaggio al grande Lucio con questa bellissima immagine! :(

  27. mustang scrive:

    Come diceva Lucio: “Siamo arrivati alla fine del primo tempo”.

  28. dous scrive:

    Ecco.. stasera avevo fatto una battuta su una foto commentando che sinora non s’erano ancora attivate suonerie… Beh devo dire che se fosse possibile inserirle sarebbe bello che chi aprisse questa foto ascoltasse anche la sua celebre canzone che ha ispirato Mirco. :-)

  29. Kris scrive:

    Addio Lucio, continuerai in noi con le tue belle canzoni!

  30. bernardosardano scrive:

    Uno dei pochi Artisti italiani…

  31. gianniB scrive:

    Ciao Mirco, nei miei anni vissuti per lavoro a Bologna non poteva mancare l’incontro con Lucio Dalla anche se la prima volta l’ho incontrato negli anni ’60 a Sorrento al Fauno Nigth Club dove cantava mentre di fronte nell’altro locale c’era Mina. Gli chiesi l’autografo guardandolo negli occhi… ma solo perchè ero tre scalini più in basso (questa cosa la ricordo sempre) poi come dicevo a Bologna era facile incontrarlo in giro col suo panama bianco negli anni 80 tra piazza Grande e il Roxy Bar, nei portici o sotto la Garisenda. L’ultima volta l’altro anno in una vacanza alle Isole Tremiti a San Domino dove ha la sua Villa-Studio Discografico, era facile vederlo in giro, nei locali, giù al porto… chiacchierare con tutti, tranquillamente come un normale “isolano” … ciao Lucio i tuoi dieci anni precisi più di me ti hanno fatto essere un compagno di viaggio e la tua musica il sottofondo in questo viaggio, spero che ora starai correndo lì dove il mare luccica e tira forte il vento, lungo la bianca scia di un’elica, dove il mare profondo portò quel bell’uomo che veniva dal mare, che sapeva amare e amando donò a noi e al mondo un grande artista…

  32. dous scrive:

    Torno a leggere all’indomani del suo ultimo viaggio queste parole e ricordare l’artista, il poeta.

    Lucio passava spesso da Termoli, la mia città, per raggiungere le vicinissime isole Tremiti, che in occasione del mega concerto “No Oil” lo scorso anno aveva voluto proteggere e salvaguardare …

    Ricordiamo la sua “Com’è profondo il mare” dedicata proprio al mare di queste isole, che bisognerebbe tenere lontano dalle mire dei petrolieri…

    Oggi riporto da primonumero.it/attualita/primopiano/articolo.php?id=10181 un articolo che ricorda come Lucio “Era uno di noi”…

  33. Mirco scrive:

    Il mio ricordo di Lucio, sono i vari suoi concerti cui ho assistito, poi una volta passeggiando per Modena lo vidi da vicino seduto in un bar in piazza. ironia della sorte quella piazza si chiama Piazza Grande .

  34. Viviana Bernardini (Senior) scrive:

    Caro Mirco, non avresti pouto trovare titolo più bello di questo, c’è tanto di Lucio in queste parole…e questa Piazza è veramente Grande, perchè grazie a lui è nel cuore di tutti

  35. Mirco scrive:

    come lui rimarra nei nostri cuori

  36. michea scrive:

    Leggo ora su Wikipedia:

    Diversamente da come alcuni credono, la canzone Piazza Grande (1971) dedicata a un senzatetto, cantata dal bolognese Lucio Dalla, non si riferisce nè a Piazza Maggiore e nemmeno all’omonima Piazza Grande di Modena, bensì a Piazza Cavour[senza fonte], sempre a Bologna dove il cantautore ha anche abitato da giovane. Un attento ascolto della canzone parla infatti di panchine, che in Piazza Maggiore non ci sono.

    Non so se la notizia sia attendibile. Certo, in Piazza Maggiore non ci sono panchine e (per quanto ne so) nemmeno vi trascorrono la notte i senzatetto. Piazza Cavour è poco lontano… mah.

  37. Mirco scrive:

    nemmeno io so quanto questa notizia sia attendibile, io tempo fa avevo anche letto su un altro sito che la Piazza Grande cui si riferisce la canzone sarebbe l’unione delle tre piazze, Maggiore, del Nettuno e Re Enzo.

  38. dous scrive:

    Eccoci a valutare i postumi del voto: forse ha pesato l’ombra in basso… ma complimenti lo stesso per una buona prova! :-)

Scrivi un commento

Per inviare un commento devi fare il login.