GUIDA  Bagnolo Piemonte

Da Wiki.
Versione del 29 lug 2011 alle 11:35 di Alessandra Schettino (Discussione | contributi)

(diff) ← Versione meno recente | Versione attuale (diff) | Versione più recente → (diff)
Pagine Utili sul Comune
Scheda su Bagnolo Piemonte
Mappa Interattiva
Siti bagnolesi
Amministrazione Comunale
Statistiche su Bagnolo Piemonte
Inserisci Bollino Wiki
Concorso Fotografico
Concorsofoto.jpg
Foto Bagnolo Piemonte:
2012, 2009, 2008

Bagnolo Piemonte è situato nel Piemonte nella Provincia di Cuneo. La seconda domenica di agosto si festeggia il Patrono, San Pietro in Vincoli. Tra gli edifici religiosi: Nuova Parrocchiale; Parrocchiale di San Giovanni Evangelista (in località Villaretto); Chiesa di San Giovanni Battista (in località Villar). Da Vedere: Castello Malingri di Bagnolo.

Confina con i comuni di: Luserna San Giovanni, Rorà, Villar Pellice, Bibiana, Cavour, Crissolo, Barge e Ostana.

Indice

Dove Mangiare

  • Ristorante Il Provenzale, Via Cave, 305
  • Ristorante La Bergera, Via Bergera, 93

Biblioteche

  • Biblioteca Civica, Via Roma

Volontariato, Onlus e Associazioni

  • Cooperativa Operatori Sociali le Magnolie Due Cooperativa Sociale, Corso Vittorio Emanuele 57
  • Croce Verde Bagnolo Piemonte, Via Alcide De Gasperi 1
  • L'Isola Che C'E' Onlus Società Cooperativa Sociale, Corso Vittorio Emanuele III N.6
  • Musica e ......, Via Traversale Ripoira

Complessi Bandistici

  • Complesso Bandistico Bagnolese, Via Crosa, 3

Bibliografia

  • Bagnolo e i bagnolesi attraverso i secoli, Piero Riva - Vittorio Riva, Ed. Alzani (2004)

Memorie Storiche

In Corografia dell'Italia (1832) così viene descritto il comune:

BAGNOLO, borgo del Piemonte, divisione di Cuneo, ai piedi delle Alpi, nel marchesato di Saluzzo, tra il Pelice ed il Po; il torrente Grana gli scorre ad ostro. Vi si contano circa duemila abitanti, i quali per due terzi dell'anno non mangiano che castagne. Nell' anno 1808 soffrì grave scuotimento di tremuoto, il di cui centro fu in Pinerolo. Le scosse durarono con maggiore o minor forza dal 2 al 26 aprile; la più violenta avvenne nel giorno 16. Sta 8 miglia a maestro da Staffarda e 12 a libeccio da Villafranca.