GUIDA  Borgomanero

Da Wiki.
Versione del 13 feb 2013 alle 11:13 di Colonnello (Discussione | contributi)

(diff) ← Versione meno recente | Versione attuale (diff) | Versione più recente → (diff)
Pagine Utili sul Comune
Scheda su Borgomanero
Mappa Interattiva
Siti borgomaneresi
Amministrazione Comunale
Statistiche su Borgomanero
Inserisci Bollino Wiki
Concorso Fotografico
Concorsofoto.jpg
Foto Borgomanero:
2012, 2009, 2008

Borgomanero è situato nel Piemonte nella Provincia di Novara. Il 24 agosto si festeggia il Patrono, San Bartolomeo. Tra gli edifici religiosi: Chiesa di San Leonardo (XII secolo); Chiesa di San Bartolomeo (XII-XIII secolo); Oratorio di San Nicola in Baraggiola.

Confina con i comuni di: Veruno, Gargallo, Cressa, Cureggio, Fontaneto d'Agogna, Gattico, Gozzano, Invorio, Maggiora, Bogogno e Briga Novarese.

Indice

Dove Mangiare

  • Ristorante Pinocchio, Via Matteotti, 147. Tel. 0322-82273. Chiuso martedì a pranzo e lunedì.
  • Ristorante Bersagliere, C.so Mazzini 11
  • Trattoria del Ciclista, Via Rosmini, 34

Pasticcerie e Gelaterie

  • Bar Pasticceria Savoini, Via Cellini, 9; telefono: 0322-81855

Biblioteche

  • Biblioteca don Caviglioli, Via Monsignor Caviglioli, 20
  • Biblioteca pubblica e Casa della cultura. Fondazione Achille Marazza, Viale A. Marazza, 5

Teatri

Teatro Nuovo

Informazioni Utili

Icona train t.gif Come Arrivare Icona asso t.gif Associazioni

Bibliografia

  • Borgomanero nell'Ottocento e nel primo Novecento (rist. anast.), Ernesto Lomaglio - M. Francesca Lomaglio, Ed. Gribaudi, collana "Libri di interesse locale" (1977)
  • Borgomanero verde, Ed. Fondazione Achille Marazza (2005)
  • Borgomanero anni Sessanta, E. Bellini - A. Vecchi - S. Ussia, Ed. Fondazione Achille Marazza (2000)
  • Borgomanero magica, E. Bellini - A. Vecchi - M. Ceratti, Ed. Fondazione Achille Marazza (1999)
  • Borgomanero nel mondo, Ed. Fondazione Achille Marazza (2004)

Memorie Storiche

In Corografia dell'Italia (1832) così viene descritto il comune:

BORGOMANERO, popolatissimo borgo degli Stati Sardi nell'alto Novarese, cui da taluni è dato il nomo di città. Altrevolte era fortificato, e tuttora è cinto da mura. Il suo territorio è fertilissimo in frutta, vini e cereali. II fiume Agogna gli passa da vicino verso libeccio. Conta quasi seimila abitanti. Vi si ammira una bella piazza, ed ha un ospedale ed un monte di pietà. Si fa un attivo commercio, tenendovisi due fiere ai 14 e 15 maggio, e 14 e 15 settembre. Quivi nel 1461 Bartolomeo Colleoni vinse i Savoiardi in una campale battaglia. Sta 8 miglia a greco da Romagnano, altrettante a libeccio da Arona, e 25 a maestro da Novara.