GUIDA  Brignano-Frascata

Da Wiki.
Versione del 19 set 2011 alle 10:20 di Alessandra Schettino (Discussione | contributi)

(diff) ← Versione meno recente | Versione attuale (diff) | Versione più recente → (diff)
Pagine Utili sul Comune
Scheda su Brignano-Frascata
Mappa Interattiva
Siti brignanesi
Amministrazione Comunale
Statistiche su Brignano-Frascata
Inserisci Bollino Wiki
Concorso Fotografico
Concorsofoto.jpg
Foto Brignano-Frascata:
2012, 2009, 2008

Brignano-Frascata è situato nel Piemonte, ai confini con la Lombardia, in Provincia di Alessandria. Il 25 luglio si festeggia il Patrono, San Giacomo.

Confina con i comuni di: Cecima, Garbagna, Gremiasco, Momperone, San Sebastiano Curone, Dernice e Casasco.

Indice

Dove Mangiare

  • Ristorante Del Ponte, Via Roma, 31

Biblioteche

  • Biblioteca Civica, Municipio

Informazioni Utili

Icona train t.gif Come Arrivare

Memorie Storiche

Nel Dizionario geografico-storico-statistico-commerciale (1834) Goffredo Casalis così descrive Brignano:

Brignano, com. nel mand. di s. Sebastiano, prov. e dioc. di Tortona, div. di Alessandria. Dipende dal senato di Piem., vice-intend. prefett. ipot. e posta di Tortona, insin. di Volpedo.

Giace alla sinistra del torrente Curone. Appartenne ai Ferraris marchesi di Frascata. Gli sono unite le seguenti frazioni: Martinasco, Cozzola, Valdato, Guardia, Casa del Gatto, Zampero, Cioccale, Valleoscura, Casette, Madonna della Casa, Ruscone, Pontetto, Cascina del Ferrajo e Bedolla.

Vi sono cinque vie comunali: due, da levante, conducono a Cecima e s. Ponzio; una, da ponente, a Garbagna; un'altra, da mezzodì, a s. Sebastiano; ed una, da mezzanotte, a Volpedo. Brignano è distante ore quattro di cammino dal capo-luogo di provincia; mezz'ora da s. Sebastiano; e due da Garbagna, Volpedo, Cecima, e s. Ponzio.

Il torrente Curone vi si tragitta mediante una trave.

Le castagne, di cui vi si fanno copiose ricolte, sono il principale prodotto di questo territorio. Gli abitanti le vendono soprattutto in Tortona, Voghera, e in s. Sebastiano. Una qualche ricchezza proviene al comune dal mantenimento di numerose pecore.

I molti ginepri che allignano su queste terre fanno si che vi abbondano squisiti augelli, e massime i tordi, nell'autunnale stagione.

Tenuta in grande venerazione vi è la chiesa di s. Desiderio vescovo e martire. La principale festa vi è quella di s. Giacomo maggiore apostolo: vi sono per altro anche solenni i giorni di s. Desiderio, e di N. D. del Rosario. II cimitero trovasi discosto ducento passi dall'abitato.

Sorgevi tuttavia un castello che appartiene ai signori di san Severino De-Ferraris.

Vi si fanno tre fiere: una il primo lunedì dopo il 23 di maggio; la seconda il lunedì dopo la natività di M. V.; la terza il lunedì dopo la Commemorazione de' Defunti.

Pesi e misure di Tortona, monete milanesi. Popolazione 616.