GUIDA  Casalbuttano ed Uniti

Da Wiki.
Versione del 12 dic 2013 alle 10:13 di Luciano Salvati (Discussione | contributi)

(diff) ← Versione meno recente | Versione attuale (diff) | Versione più recente → (diff)
Pagine Utili sul Comune
Scheda su Casalbuttano ed Uniti
Mappa Interattiva
Siti casalbuttanesi
Amministrazione Comunale
Statistiche su Casalbuttano ed Uniti
Inserisci Bollino Wiki
Concorso Fotografico
Concorsofoto.jpg
Foto Casalbuttano ed Uniti:
2012, 2009, 2008
Chiesa S. Giorgio
La torre della Norma
Il campanile
Monumento ai caduti

Casalbuttano ed Uniti è situato nella Lombardia nella Provincia di Cremona. Il 23 aprile si festeggia il Patrono, San Giorgio. Tra gli edifici religiosi: Chiesa Parrocchiale di San Giorgio; Parrocchiale di San Pietro Apostolo (a Polengo); Parrocchiale di San Vito (a San Vito).

Confina con i comuni di: Paderno Ponchielli, Olmeneta, Bordolano, Castelvisconti, Corte de' Cortesi con Cignone, Castelverde, Pozzaglio ed Uniti e Casalmorano.

Indice

Biblioteche

  • Biblioteca Comunale, Via Jacini 23

Lapidi Commemorative

Volontariato, Onlus e Associazioni

  • AVIS - Sezione Comunale Casalbuttano Ed Uniti, Piazza Turina 6
  • Corpo Volontari del Soccorso Distretto di Casalbuttano, Via Jacini 25
  • Ospedale della Carità Casa di Riposo Onlus, Via Marconi N. 1

Informazioni Utili

Icona train t.gif Come Arrivare

Memorie Storiche

In Corografia dell'Italia, III° volume (1834), così viene descritta la frazione del comune:

POLENGO, vill. di Lombardia, prov. di Cremona, dist. di Pizzighettone. Alla sua comunità resta unito il casale di Casarosio. È intersecato da un grosso rivolo d'acqua tratto dal naviglio Pelavicino, per cui i suoi dintorni sono ubertosissimi di cereali. Vi sono pure fiorite piantagioni di viti e gelsi. Sta poco più di un miglio ad ostro da Casalbuttano e 6 a borea da Cremona. Vi si annoverano circa 900 abitanti.

Nel I° volume (1832) così viene descritto il comune:

CASALBUTTANO, ricco borgo di Lombardia, nel Cremonese, i di cui abitanti arrivano a quasi tremila. Vi si fa un ricco commercio di seta coll'Olanda e l'Inghilterra. I suoi lini sono considerati i più ottimi del Cremonese. Rimarchevoli sono i meccanismi quivi costruttisi per la filatura della seta. Ha pure diverse fabbriche di tessuti di lino e di bambagia. Quivi i Turrini da quasi un secolo esercitano il più vasto commercio in tele, che l'Italia abbia con gli esteri. Vi si tiene mercato al giovedi; è residenza di un giusdicente e di un commissario civile. Gli Schinchinelli vi hanno una magnifica villa. Dista da Cremona 8 miglia verso settentrione, 12 da Soncino verso ostro e 4 a ponente da Robecco.