GUIDA  Castel del Piano

Da Wiki.
Versione del 5 ago 2011 alle 10:40 di Urambel (Discussione | contributi)

(diff) ← Versione meno recente | Versione attuale (diff) | Versione più recente → (diff)
Pagine Utili sul Comune
Scheda su Castel del Piano
Mappa Interattiva
Siti cioli
Amministrazione Comunale
Statistiche su Castel del Piano
Inserisci Bollino Wiki
Concorso Fotografico
Concorsofoto.jpg
Foto Castel del Piano:
2012, 2009, 2008
Angolo del centro storico

Castel del Piano è situato nella Toscana nella Provincia di Grosseto, alle falde del Monte Amiata. L'8 settembre si festeggia il Patrono, Maria SS. delle Grazie. Tra gli edifici religiosi: Basilica di San Leonardo; Chiesa dell'Opera (o Propositura dei Ss. Niccolò e Lucia).

Confina con i comuni di: Abbadia San Salvatore, Montalcino, Castiglione d'Orcia, Seggiano, Arcidosso, Santa Fiora e Cinigiano.

Indice

Biblioteche

  • Biblioteca Comunale Luigi Santucci, Via G. Marconi 9

Teatri

Teatro Amiatino

Volontariato, Onlus e Associazioni

  • AVIS Gastone Pioli, Via Marconi 9
  • Fondazione Ixtus - Onlus, Località Podere Le Balze N 2
  • Pia Associazione di Misericordia di Castel del Piano, Via La Piana 51
  • Sezione AVIS Montenero, Località Montenero Sn
  • Solidarietà Futura Società Coop.Va Sociale A R.L., Piazza Garibaldi N. 15

Complessi Bandistici

  • Filarmonica G. Rossini

Informazioni Utili

Icona train t.gif Come Arrivare

Bibliografia

  • Casteldelpiano e la sua montagna, Arturo Santioli, Ed. Cantagalli (1977)

Memorie Storiche

Attilio Zuccagni-Orlandini nel suo Indicatore topografico della Toscana granducale (1856) così scrive:

CASTEL DEL PIANO. Capoluogo con Pret. civ. di 2a Cl. Terra che consiste in un vecchio castello ed in un moderno borgo pianeggiante con edifizi di buona costruzione. Trovasi a ponente del ripiano di quella gran massa di peperino o trachite proveniente dall'attiguo M. Amiata. Fino dal secolo XV fu riguardata questa terra come la più ridente e di più amena posizione di tutte le altre circonvicine. Vi ebbero dominio gli Aldobrandeschi; passò poi nei Conti di s. Fiora, i quali verso la meà del sec. XIV ne fecero cessione ai Senesi per 8000 fiorini. Il Pretorio, la loggia del Mercato, la casa del Comune, due fonti pubbliche e due belle Chiese formano l'ornamento di Castel del Piano; nel quale ebbero la cuna i due valenti pittori fratelli Nasini, e quel prode cap. Cerboni morto al servizio dell'Austria nel 1629. (V. Atl. Tosc.).