GUIDA  Pomigliano d'Arco

Da Wiki.
Versione del 7 dic 2011 alle 11:07 di Luciano Salvati (Discussione | contributi)

(diff) ← Versione meno recente | Versione attuale (diff) | Versione più recente → (diff)
Pagine Utili sul Comune
Scheda su Pomigliano d'Arco
Mappa Interattiva
Siti pomiglianesi
Amministrazione Comunale
Statistiche su Pomigliano d'Arco
Inserisci Bollino Wiki
Concorso Fotografico
Concorsofoto.jpg
Foto Pomigliano d'Arco:
2012, 2009, 2008

Pomigliano d'Arco è situato in Campania in Provincia di Napoli. Il 14 gennaio si festeggia il Patrono, San Felice. Tra gli edifici religiosi: Chiesa di San Felice in Princis; Chiesa di Santa Maria delle Grazie; Chiesa di San Pietro Apostolo (vedi Edifici Religiosi). Da Vedere: Torre dell'Orologio (vedi Ville e Palazzi).

Confina con i comuni di: Casalnuovo di Napoli, Acerra, Sant'Anastasia, Somma Vesuviana e Castello di Cisterna.

Indice

Vie e Piazze

Via principale del paese è Via Vittorio Emanuele che lo attraversa quasi interamente, su Via Passariello affaccia la Villa Comunale, Via Indipendenza conduce a una delle piazze più vive del paese: Piazza Primavera, ritrovo dei giovani pomiglianesi.

Ricordiamo Via Ercole Cantone, Viale Alfa Romeo, Piazza Mercato che è la piazza principale e Piazza Sant'Agnese.

Ville e Palazzi

  • Ex Palazzo Baronale - Casotto Mocerino
    Palazzo Baronale - Casotto Mocerino
  • Municipio
  • Palazzo dell'orologio (Torre)
  • Taverna d'o Passo
  • Casina degli Imbriani
  • Villa Ricciardi
  • Palazzo Sforza
  • Castellina

Notes.png Vedi: Pomigliano d'Arco/Ville e Palazzi

Manifestazioni

Pomigliano Jazz Festival

Una manifestazione di ampio respiro che si svolge ogni anno nel mese di luglio, dal 1996. Si tratta di un Festival dedicato alla musica jazz che richiama numerosi spettatori dall'hinterland napoletano e dalla grande città. Finanziato dagli enti comunali, regionali e provinciali, oltre che da sponsor privati, è ad ingresso gratuito ed offre la possibilità di trascorrere una piacevolissima serata all'insegna della musica e del passeggio tra le numerose bancarelle che vengono allestite per l'occasione. E' un evento culturale da non perdere, di rilevanza internazionale. Ogni anno sempre più frequentato, il Festival si dota anche di un'etichetta discografica ed è stata fondata un'associazione molto attiva nel campo, l'Associazione Pomigliano Jazz.

Si svolge nella Villa Comunale, luogo adatto ad accogliere i numerosi spettatori che il Festival richiama.

Contatti: Associazione Pomigliano Jazz

Notes.png Vedi: Pomigliano d'Arco/Associazioni

Bar e Pasticcerie

Notes.png Vedi: Pomigliano d'Arco/Bar e Pasticcerie

Uffici Postali e Banche

  • Ufficio Postale, Via Ercole Cantone, 87
  • Ufficio Postale, Via Leonardo Da Vinci, 1 Tel. 0818035288
  • Ufficio Postale, Via San Pietro, 23 Tel. 0818847644
  • Filiale Sanpaolo Imi, Piazza Sant'Agnese, 24 Tel. 0818841622
  • Filiale Sanpaolo Imi, Via Vittorio Emanuele, 88 Tel. 0818037754
  • Banca Della Campania, Via Terracciano, 29 Tel. 0818844819
  • UniCredit Banca Spa, Via Mauro Leone, 102-108 (Angolo Via Mazzini)

Medicina e salute

  • Clinica Meluccio, Via Felice Pirozzi, 20 Telefono: 0818841002 - 0818449256
  • Clinica San Felice, Via Nazionale Puglie Telefono: 0818841123 - 0818841143
  • Laboratorio di Analisi Cliniche Alfa, Via Fiuggi, 50 Telefono: 0818847374
  • Centro di Nefrologia e Dialisi Cercos, Via Passariello, 129 Telefono: 0818035756
  • Centro Polispecialistico Morra, Piazza Primavera, 23 Telefono: 0818846806
  • Centro Cardiologico Rocca, Piazza Sant'Agnese, 4 Telefono:0818846764
  • Farmacia San Felice, Via Passariello, 54 Telefono: 0818031944
  • Farmacia Romano, Via Roma, 291 Telefono: 0818842296
  • Farmacia Alfa, Viale Alfa, 95/97 Telefono: 0818846134 - 0818846243 - 0815213630
  • Farmacia Centrale, Corso V. Emanuele, 78 Telefono: 0818841400 - 0818034481

Musei

Biblioteche

  • Biblioteca Alenia Aerospazio, Via dell'Aeronautica
  • Biblioteca Comunale, Via Vittorio Emanuele 1 Tel. 0818849981 (sede del Corso di laurea di "Operatore dei Beni Culturali" - Suor Orsola Benincasa)

Personaggi Illustri

Felice Toscano

Pomigliano d'Arco ha dato i natali nel 1819 all'illustre professore di filosofia.

Dopo aver studiato presso il seminario di Nola, dove mostrò particolare interesse per le discipline scientifiche, nel 1846 aprì una scuola di filosofia e matematica a Napoli. Divenne professore di filosofia razionale e morale presso il Real Liceo Vittorio Emanuele II di Napoli. Morì a Napoli nel 1886.

Durante la sua carriera pubblicò diversi scritti, un "Compendio di filosofia razionale e morale" ed un "Corso Elementare di Filosofia". Oltre ad essere socio dell'Accedemia Pontaniana, ottenne anche un'importante carica pubblica, divenne infatti consigliere provinciale in carica dal 1869 al 1879.

Pomigliano gli è riconoscente per la realizzazione della strada di collegamento tra Pomigliano d'Arco e Sant'Anastasia.

Vincenzo Semmola

Nacque e Pomigliano nel 1794 e divenne uno dei più illustri avvocati di Napoli ed una presenza vitale per svariate accademie napoletane, tra cui quella delle Scienze. Autore di diversi saggi, morì a Napoli nel 1873.

Informazioni Utili

Icona train t.gif Come Arrivare Icona storia t.gif Storia Icona church t.gif Edifici Religiosi Icona palazzi t.gif Ville e Palazzi Icona dinner t.gif Dove Mangiare Icona dancing.gif Luoghi di Svago



Icona negozi.gif Negozi Icona sport t.gif Impianti SportiviIcona asso t.gif Associazioni Icona bibliografia t.gif Bibliografia

Memorie Storiche

In Corografia dell'Italia (1834) così viene descritto il comune:

POMIGLIANO D'ARCO, ameno borgo del regno delle Duesicilie, prov. dì Campania, dist. di Casoria, in ubertosa pianura sulla via che da Napoli conduce a Nola, dalle quali due città dista 6 miglia. Vi si trovarono preziosi ruderi d'antichità, che suppongonsi essere le rovine di un palazzo della famiglia dei Pompei: in fatti il nome latino di questo borgo è Pompejanum. Ai tempi della conquista dei Francesi diretti da Carlo VIII questo borgo fu incendiato, perchè gli abitanti propensi erano al loro principe Alfonso d'Aragona. E' capoluogo di cantone; vi si tiene grossa fiera in ogni anno, e conta circa 4,700 abitanti. I suoi dintorni sono in gran parte ombreggiati da alberi, dai quali pendono in festoni le viti, por cui dappertutto per otto mesi dell'anno vedesi lieta verdura. Anche sotto a quell'ombreggiato terreno vi prosperano rigogliosi ed in copia i cereali, annunciando appartenere essi alla Campania felice. Da questo borgo si ha una bella veduta del Vesuvio, dalla cui cima egli è distante quasi 7 miglia verso maestro. In varii scavi eseguitisi nelle vicinanze di questo borgo si sono trovati quattro strati di lava posti l'uno sopra l'altro, il che prova che il Somma ed il Vesuvio non formavano anticamente che una sola montagna, poichè quelle lave non vi si sarebbero potuto accatastare, se vi fosse stata nel mezzo la valle, come presentemente trovasi, a meno però si voglia presumere che lo stesso monte mma abbia egli pure gettato fuoco, come vuolsi da alcuni.