GUIDA  Quincinetto

Da Wiki.
 
(2 revisioni intermedie di 2 utenti non mostrate)
Riga 2: Riga 2:
 
'''Quincinetto''' è situato nel [[Piemonte]], ai confini con la [[Valle d'Aosta]], in [[Provincia di Torino]]. Il lunedì di Pasqua si festeggia il Patrono, Santissimo Salvatore. Tra gli edifici religiosi: Parrocchiale di Gesù Risorto; Chiesa di San Quirico e Santa Giuditta (in località Scalaro); Cappella della Confraternita di Santa Marta.
 
'''Quincinetto''' è situato nel [[Piemonte]], ai confini con la [[Valle d'Aosta]], in [[Provincia di Torino]]. Il lunedì di Pasqua si festeggia il Patrono, Santissimo Salvatore. Tra gli edifici religiosi: Parrocchiale di Gesù Risorto; Chiesa di San Quirico e Santa Giuditta (in località Scalaro); Cappella della Confraternita di Santa Marta.
  
Confina con i comuni di: [[Settimo Vittone]], [[Tavagnasco]], [[Traversella]], [[Carema]] e [[Donnas]].
+
Confina con i comuni di: [[Settimo Vittone]], [[Tavagnasco]], [[Traversella]], [[Trausella]], [[Carema]], [[Vico Canavese ]] e [[Donnas]].
  
 
==Dove Mangiare==
 
==Dove Mangiare==
Riga 20: Riga 20:
 
'''Quincinetto''' è un borgo di antichissima origine, che può considerarsi come l'ultimo luogo del Canavese, nel lato della valle di Aosta. La sua propositura di S. Salvatore è un tempio di buone forme architettoniche, fregiato di affreschi dal Cogrossi. Oltre la scuola pubblica pei maschi, una ne possiede questo comune anche per le fanciulle (222).  
 
'''Quincinetto''' è un borgo di antichissima origine, che può considerarsi come l'ultimo luogo del Canavese, nel lato della valle di Aosta. La sua propositura di S. Salvatore è un tempio di buone forme architettoniche, fregiato di affreschi dal Cogrossi. Oltre la scuola pubblica pei maschi, una ne possiede questo comune anche per le fanciulle (222).  
 
}}
 
}}
 +
 +
Mentre nella [[Libri/Corografia dell'Italia]] ('''1834''') così viene descritto il comune:
 +
 +
{{Citazione|QUINCINETTO, vill. degli Stati del re di [[Sardegna]], div. di [[Torino]], prov. d' [[Ivrea]], mandam. di Lezzola o [[Lessolo]], sul pendìo di un alto colle, alla riva destra del Dorabaltea. Il suo territorio scarseggia di cereali, ma vi fruttiscono viti e gelsi. Vi si annoverano circa 1,300 abitanti.
 +
}}
 +
  
 
[[Categoria:Comuni Provincia di Torino]] [[Categoria:Comuni Piemonte]] [[Categoria:Comuni Italia]]
 
[[Categoria:Comuni Provincia di Torino]] [[Categoria:Comuni Piemonte]] [[Categoria:Comuni Italia]]

Versione attuale delle 13:52, 26 gen 2011

Pagine Utili sul Comune
Scheda su Quincinetto
Mappa Interattiva
Siti quincinettesi
Amministrazione Comunale
Statistiche su Quincinetto
Inserisci Bollino Wiki
Concorso Fotografico
Concorsofoto.jpg
Foto Quincinetto:
2012, 2009, 2008

Quincinetto è situato nel Piemonte, ai confini con la Valle d'Aosta, in Provincia di Torino. Il lunedì di Pasqua si festeggia il Patrono, Santissimo Salvatore. Tra gli edifici religiosi: Parrocchiale di Gesù Risorto; Chiesa di San Quirico e Santa Giuditta (in località Scalaro); Cappella della Confraternita di Santa Marta.

Confina con i comuni di: Settimo Vittone, Tavagnasco, Traversella, Trausella, Carema, Vico Canavese e Donnas.

Indice

Dove Mangiare

  • Ristorante Da Giovanni, Via Fontanariola, 3
  • Ristorante La Brenta, Via Marconi, 1

Biblioteche

  • Biblioteca Civica, Via G. Buat - Albiana

Complessi Bandistici e Corali

  • Coro La Rupe, Via Buat Albiana, 12
  • Filarmonica Aurora, Via Buat Albiana, 12

Memorie Storiche

In Corografia fisica, storica e statistica (1837) così viene descritto il comune:

Quincinetto è un borgo di antichissima origine, che può considerarsi come l'ultimo luogo del Canavese, nel lato della valle di Aosta. La sua propositura di S. Salvatore è un tempio di buone forme architettoniche, fregiato di affreschi dal Cogrossi. Oltre la scuola pubblica pei maschi, una ne possiede questo comune anche per le fanciulle (222).

Mentre nella Corografia dell'Italia (1834) così viene descritto il comune:

QUINCINETTO, vill. degli Stati del re di Sardegna, div. di Torino, prov. d' Ivrea, mandam. di Lezzola o Lessolo, sul pendìo di un alto colle, alla riva destra del Dorabaltea. Il suo territorio scarseggia di cereali, ma vi fruttiscono viti e gelsi. Vi si annoverano circa 1,300 abitanti.