GUIDA  Terricciola

Da Wiki.
Versione del 15 mag 2015 alle 15:22 di Luciano Salvati (Discussione | contributi)

(diff) ← Versione meno recente | Versione attuale (diff) | Versione più recente → (diff)
Pagine Utili sul Comune
Scheda su Terricciola
Mappa Interattiva
Siti terricciolesi
Amministrazione Comunale
Statistiche su Terricciola
Inserisci Bollino Wiki
Concorso Fotografico
Concorsofoto.jpg
Foto Terricciola:
2012, 2009, 2008
Borgo di Terricciola

Terricciola è situato nella Toscana nella Provincia di Pisa. Il 7 agosto si festeggia il Patrono, San Donato. Tra gli edifici religiosi: Santuario Madonna di Monterosso; Chiesa di San Donato; Cappella del Sacro Cuore. Da Vedere: Villa Gherardi del Testa.

Confina con i comuni di: Lajatico, Chianni, Casciana Terme Lari, Capannoli e Peccioli.

Indice

Biblioteche

  • Nonsolobiblioteca, Via dei Lecci - Morrona

Volontariato, Onlus e Associazioni

  • Confraternita di Misericordia di Terricciola-Selvatelle, Piazza Del Popolo (Frazione Selvatelle)
  • Confraternita di Misericordia, Piazza XXV Luglio, 19
  • Fondazione Terrarubra Onlus, Via Roma, 37
  • Misericordia di Soiana e Morrona, Frazione Soiana

Complessi Bandistici

  • Prem. Filarmonica Monterosso

Informazioni Utili

Icona train t.gif Come Arrivare

Bibliografia

  • Terricciola, Morrona, Chianni, Rivalto: castelli dell'alta Valdera, Giovanni Mariti, Ed. CLD Libri (2001)

Memorie Storiche

Attilio Zuccagni-Orlandini nel suo Indicatore topografico della Toscana granducale (1856) così scrive:

TERRICCIOLA. Capoluogo. in remote età fu luogo assai considerabile, essendosi dissotterrati nelle adiacenze un ipogeo, varj nummie medaglie, ed altri oggetti di etrusca o romana origine. I Pisani lo destinarono a granaio o deposito di cereali: passato in potere dei Fiorentini tentò Pisa di ricuperarlo nel 1496, ma dovè cederlo di nuovo.

La via principale del castello, tortuosa ma pianeggiante, è cinta di buone e comode abitazioni, alternate da umili casette. In elevato rialto, cui si ascende per doppia gradinata, siede l'Arcipretura abbellita di moderni resatuari. Al termine del castello è una vasta piazza destinata a giuochi pubblici; contiguo ad essa un oratorio o confraternita. Un piccolo oratorio trovasi anche all'estremità opposta del castello, e fuori di esso un altro più grandioso che fu costruito nel 1729 e restaurato nel 1815. (V. Atl. Tosc.).