GUIDA  Ayas/Edifici Religiosi/Santuario di Nostra Signora del Buon Soccorso

Da Wiki.

Ayas/Edifici Religiosi/Santuario di Nostra Signora del Buon Soccorso

  • Ubicato in Località Barmasc e risalente all’anno 1774 ha sostituito un precedente edificio del XVII secolo. Solitaria e modesta chiesetta immersa nei boschi già dedicata a Santa Maria Maddalena sino all’anno 1839, assunse poi l’attuale denominazione. Al suo interno sono custodite opere d’ arte sacra e sull’altare poggia un quadro protagonista della seguente leggenda popolare:
un viandante che partì da Antagnod, con sulle spalle la bisaccia delle provviste ed un quadro della Vergine col Bambino, era diretto al Colle di Portola quando si fermò in questo pianoro per dissetarsi alla sorgente che sgorgava in quei pressi e riprendere fiato. Posò il quadro sopra un masso e si riposò sotto un larice. Al risveglio cercò di riprendere il quadro ma non fu più in grado di risollevarlo. Corse allora a chiamare il Parroco di Antagnod che, dopo alcune benedizioni e preghiere, riuscì a sollevarlo al cielo e lo portò nella sua Chiesa Saint Martin de Tours, dove lo chiuse a chiava dopo averlo deposto sull’altere maggiore. Il mattino successivo, però, il quadro era sparito e lo ritrovarono nuovamente a Barmasc, dove il sole faceva brillare il suo vetro come un diamante. Poichè i pascoli di Barmasc appartenevano alla Frazione di Lignod , questa volta esso venne portato sull'altare della sua Chiesa Maria Santissima Addolorata, ma nuovamente esso tornò a Barmasc. Nemmeno il parroco riuscì più a spostarlo e fu quindi qui che sorse, in onore della Madonna del Buon Soccorso, il Santuario posto sopra la sorgente.
Curiosià:
- La sorgente che sgorga dalle sue fondamenta è considerata miracolosa e, ad essa, fino alla metà del XX secolo, salivano le processioni da tutta la Val d'Ayas , dal versante di Saint-Vincent e dalla bassa Valtournenche a invocare la pioggia immergendovi la croce processionale.