GUIDA  Firenze/Battistero di San Giovanni

Da Wiki.
Battistero di San Giovanni

Il Battistero, che Dante chiamò " il mio bel San Giovanni " e nel quale egli stesso venne battezzato, è la costruzione più antica di Firenze, sorta sui resti di un monumento paleocristiano, sotto il quale vennero trovati resti di costruzione romana.

E' un bell'esempio di architettura romanico-toscana, a pianta ottagonale, rivestita in marmi colorati, verde di Prato e bianco della Lunigiana.

Battistero di San Giovanni

Fu consacrato a San Giovanni Battista e fu Cattedrale di Firenze fino al 1128.

Ci sono 3 porte, di cui la più antica si trova a sud, di Andrea Pisano (1330-36), suddivisa in 28 formelle dove sono rappresentate le storie di san Giovanni Battista e le Allegorie delle virtù Cardinali e Teologali. Anche gli stipiti sono ricchi di decorazioni floreali, di animali e teste di angeli realizzati da Vittorio Ghiberti (figlio di Lorenzo).

La Porta Nord è opera di Lorenzo Ghiberti (nel 1403-24), anch'essa in 28 scomparti rappresentanti scene del Nuovo Testamento, Evangelisti e Dottori della Chiesa.

La Porta del Paradiso

Ma il capolavoro si trova nella Porta Est, di fronte alla Cattedrale, tanto che Michelangelo la definì la "Porta del Paradiso": Lorenzo Ghiberti impiegò ben 27 anni per realizzarla (dal 1425 al 1452), è suddivisa in 10 pannelli dorati rappresentanti scene bibliche. Dopo l'alluvione del 1966 è stata sostituita da una copia, mentre alcune formelle originali, restaurate, si trovano esposte al Museo dell'Opera del Duomo. Sopra il portale "Il battesimo di Gesù", gruppo marmoreo del Sansovino (del 1502) mentre l'"angelo settecentesco" è opera di Innocenzo Spinazzi.

Galleria Foto delle Porte