GUIDA  Napoli/Lapide a Orione

Da Wiki.

All'incrocio tra via Mezzocannone e via Sedile di Porto, c’è un bassorilievo incassato nel muro: è scolpita l’immagine di un uomo barbuto con un lungo pugnale nella mano destra. Fin dal '500 è considerata dai napoletani quella di Niccolò Pesce o Colapesce, famoso protagonista di una delle più intriganti e misteriose leggende napoletane.

Il bassorilievo raffigura invece Orione, il cui originale è ora al museo di San Martino di Napoli.

I numeri indicati sulla lapide indicano l'anno 1742 secondo il criterio della numerazione antica romana.


Napoli - Colapesce o Niccolò Pesce ( in realtà Orione ).jpg

Curia nobilium de portu

heic ubi olim navium statio fuerat

fundata

inventoque in effossionibus Orionis signo

distincta

nunc sede in elegantiorem urbis regionem

translata

ne converso in privatos usus loco

longaeva vetustate facti fama aboleretur

aeternum apud seros nepotes testem

hunc lapidem hesse

voluit

anno aerae Christ. CICICCXLII