GUIDA  Reggio Calabria/Angelo Tutelare

Da Wiki.

Reggio Calabria - Angelo Tutelare.jpg

D.O.M.
Regnante Carolo Borbonio Utrisque
Sicialiae Hierusalem Rege & C.
Dominico de Lettieri militu tribuno,
huiusce Provinciae Praeside
Tutelaris Angeli simulacrum, eiusque basim,
temporum vetustate collabentia,
Ioanne Pallante Iudice M.C.V.,ac
regio Gubernatore absente,
Ioseph Felix Trimarchi
primum Magistratus gradum tenens
ProGubernator,& Iudex,
Antonius Filiotti,
Paulus Crisarà

Aere publico reficienda,altius erigenda,ad ele
gantiore forma reducenda cuparunt A.D. 1752



La statua dell'Angelo Tutelare
La lapide è una delle tre iscrizioni affisse sul basamento della statua dell'Angelo Tutelare, realizzata in marmo greco nel 1637 da autore ancora ignoto.

L'Angelo è in realtà San Michele Arcangelo, che regge uno scudo cul quale è raffigurato San Giorgio che uccide il drago. L'iscrizione qui riportata si riferisce al restauro effettuato nel 1752.

Il monumento dell'Angelo Tutelare era originariamente ubicato a poca distanza dalla Porta della Dogana, a fianco della Chiesa dei Carmelitani, come chiaro riferimento all'azione di tutela e difesa affidata all'Angelo Custode. Qui era posto sulla sommità di una colonna che sorgeva su un basamento, andati distrutti con il terremoto del 1783. Attualmente si trova nella piazza adiacente alla chiesa di San Giorgio al Corso.