GUIDA  Sant'Ambrogio di Torino/Chiesa Parrocchiale di San Giovanni Vincenzo

Da Wiki.

Chiesa Parrocchiale di San Giovanni Vincenzo
Chiesa Parrocchiale di San Giovanni Vincenzo

Indice

Chiesa Parrocchiale di "San Giovanni Vincenzo"

  • Costruita tra il 1757 ed il 1763,su progetto di Bernardo Vittone (Torinese ed esponente del Barocco Piemontese),venne edificata sulle fondamenta dell´antica parrocchiale romanica interamente demolita (la chiesa antica costituiva un complesso monumentale di grande interesse,in stile barocco,a navata unica con transetto e conclusa da un'abside poligonale).
  • L'edificio è realizzato a pianta centrale quadrata su cui si aprono quattro corpi curvilinei occupati dal presbitero,dalla bussola a da due Cappelle laterali.Il complesso è caratterizzato da un'elegante e sinuosa facciata barocca in cotto dalla forma curvilinea,mossa da colonne e parastre;imponente il portale sovrastato dal Timpano.Nel registro superiore delle pareti,posti in apposite nicchie i dipinti di Agostino Verani rappresentanti i Dodici Apostoli a figura intera (opera di Agostino Verani tra il 1774 ed il 1775 ),il Salvatore del Mondo e l'Ascensione al cielo della Vergine.
  • La cupola,affrescata dal pittore Luigi Morgari nel 1900,è dominata al centro dal Trionfo di San Giovanni Vincenzo attorniato,negli spicchi,dai Dottori della Chiesa,Sant'Agostino,Sant'Ambrogio,San Girolamo,San Gregorio.Nei costoni di congiunzione,in tondi incorniciati da stucchi si trovano i Santi:Anna,Luigi,Francesco d'Assisi ed Agnese.
  • L'altare Maggiore,posto sopra le reliquie di San Giovanni Vincenzo e rivestito in marmo policromo,presenta alle sue spalle una pala,attribuita a Michele Antonio Milocco , raffigurante la Madonna con il Bambino ed i Santi Ambrogio e Giovanni Vincenzo;un altare laterale,in stile barocco e dedicato alla Vergine del Rosario,è sovrastato dalla pala (opera di Giovanni Domenico Molinari dell'anno 1782) della Vergine con il Bambino con i Santi Damiano e Caterina;l'altro altare laterale presenta la pala che ricorda il trapasso di San Giuseppe,assistito dalla Sposa Maria Vergine e da Figlio.Altre opere sono costituite dalla Via Crucis ,dipinta nell'anno 1783 dal pittore di Corte Vittorio Amedeo Rapous e l' Ancona del Rosario di Bernardino Lanino dell'anno 1621-1625.
  • La Torre campanaria (dell´XI secolo ed ancora oggi visibile in quanto alta trentaquattro metri) presenta caratteristiche architettoniche e tipologiche ascrivibili a fasi diverse.Appartenuta all'antica chiesa romanica (alla base contiene l'abside della navata laterale della precedente chiesa con la quale comunicava) subì nei secoli numerosi rifacimenti.Il basamento è a pianta quadrata e realizzato completamente in pietra con lesene angolari costituite da blocchi monolitici;le aperture sono rappresentate da strette feritoie e monofore incorniciate da elementi lapidei.Il secondo livello è ripartito in due da una lesena centrale con capitello,ed una cornice con davanzali ad elementi aggettanti di pietra, differenziano la parte basamento da quella superiore.L´ultimo livello della torre è caratterizzato da una ricostruzione della parte terminale: la muratura realizzata inizialmente in pietra viene completata con una tessitura in mattoni in cui si aprono bifore con colonnina in pietra e capitello, per poi concludersi con una sopraelevazione in muratura di pietra, definita da un cornicione in mattoni costituito da un motivo decorativo a dentelli sempre in laterizio.L´imponente cuspide piramidale in mattoni presenta sulla parte sommitale quattro abbaini e si conclude con una sfera con bandiera ed una croce di ferro.

Esterno della Chiesa Parrocchiale

Interno della Chiesa Parrocchiale

Il Campanile

Ex Chiesa Romanica (resti)