GUIDA  Siti UNESCO/Arte Rupestre della Valcamonica

Da Wiki.

Indice

Descrizione

Capo di Ponte, masso Cemmo 2, iscrizioni

Oggetto della tutela UNESCO (primo sito italiano nella prestigiosa Lista del Patrimonio Mondiale sin dal 1979), è un pregiatissimo patrimonio di arte preistorica e protostorica. Il percorso culturale comprende diversi Parchi Archeologici, organizzati su territori competenti vari comuni della Valcamonica, tesi alla valorizzazione delle incisioni rupestri. Si tratta di manifestazioni grafiche afferenti diverse culture e civiltà materiali che hanno abitato l’arco alpino a partire dalla fine del Paleolitico. Circa l'80% della produzione incisoria appartiene all'età del Ferro, momento in cui la valle è abitata dai Camunni, genti citate dagli storici greci e romani. I Camunni erano una popolazione non-indoeuropea di stirpe euganea, come è ricordato da Catone citato da Plinio.

Comuni Interessati

Pisogne, Darfo Boario Terme, Breno, Capo di Ponte, Esine, Ossimo, Borno, Ceto, Cimbergo, Paspardo, Sonico, Piancogno, Cerveno, Sellero, Paisco Loveno, Malonno e Berzo Demo

Motivazione

  • Criterio (iii): porta una testimonianza unica o per lo meno eccezionale di una tradizione culturale o di una civiltà esistente o del passato.
  • Criterio (vi): è direttamente o materialmente legato ad eventi o tradizioni in vita, con idee, con credi, con lavori artistici o letterari d'eccezionale valore universale (il comitato ritiene che questo criterio giustificherebbe l'inclusione nelle liste soltanto in circostanze eccezionali congiuntamente ad altri criteri culturali o naturali).

Dati

  • Anno d'iscrizione: 1979