GUIDA  Torgnon/Caratteristiche del Territorio

Da Wiki.

Torgnon/Caratteristiche del Territorio

Lago Cignana - Panoramica
Lago Cignana - Panoramica
Lago Gordzà - Panoramica
Lago Gordzà - Panoramica

  • Il territorio comunale, che si estende sul versante solatio destro della media-bassa valle del Torrente Marmore (modellato dalla forte incisione dei ghiacciai) è totalmente montano e presenta dei terrazzamenti sui quali si affacciano alcuni nuclei storici mentre nella sua parte alta ha ampi pianori utilizzati a pascolo. Nel particolare:
- il versante nella parte inferiore, in corrispondenza del fondovalle della Valtournenche si presenta fortemente acclive (aprendosi a quote più elevate con pendenze più dolci) in numerose conche prative semi pianeggianti ove hanno trovato facile insediamento i vari agglomerati storici del Comune;
- la rimanente parte del territorio testimonia l’alto grado di utilizzo antropico a fini agricoli attuato da dalla popolazione nel corso dei secoli, con seminativi e prati a foraggio al di sotto dei 1700 metri di altitudine e pascoli alle quote superiori.
I pascoli si sviluppano nell’estesa fascia territoriale compresa tra la conca di Chantorné ed il Vallone di Chavacour, il crinale di Col d’Ersa e Gilliarey; l’area boschiva occupa la maggior parte della superficie del comune e comprende le seguenti caratteristiche vegetazionali: formazioni di conifere nella fascia ascrivibile all'orizzonte submontano; formazioni miste di conifere e latifoglie presenti nel piano subalpino; formazioni di latifoglie tipiche della parte inferiore del territorio comunale.
Il sistema idrico è essenzialmente riferibile al Torrent du Petit Monde e al Torrent de Promentoz oltre ad alcuni canali irrigui di antica origine, denominati "ru", il più importante dei quali è il Ru de Chavacour che porta le acque dal Vallone di Chavacour ai terreni situati nei Comuni di Verrayes e Saint-Denis nella valle centrale. Il sistema è completato dalla presenza del Lago di Cignana o Lago di Tsignanaz a quota 2.149 (artificiale) e di quelli naturali Lago di Gordzà e del Lago Tsan (q. 2.441). Per quanto riguarda l’aspetto faunistico, il territorio comunale è qualificato da ambienti con caratteristiche morfologiche e vegetazionali molto diverse fra di loro che determinano la presenza di una notevole varietà di specie animali alcune delle quali molto interessanti: il Gallo forcello (Tetrao tetrix), il Picchio nero (Dryocopus martius), l’Astore (Accipiter gentilis) la Civetta capogrosso (Aegolius funereus) , lo Stambecco (Capra ibex) , il Camoscio (Rupicapra rupicapra), il cervo (Cervus) , il capriolo (Capreolus capreolus), la Lepre variabile (Lepus timidus), l’Ermellino (Mustela erminea) , la Marmotta (Marmota marmotta), l’Aquila reale (Aquila chrysaetos), a Pernice bianca (Lagopus mutus), la Coturnice (Alectoris greca) ed il Gracchio corallino (Pyrrhocorax pyrrhocorax).
Il territorio consente di vivere la passione dello sport nella cornice magica di paesaggi straordinari:
- d'inverno, su piste innevate di ogni tipo adatte a ogni genere di sciatore, dal più esperto al principiante e su tracciati di fondo che si inoltrano nei boschi, in un’atmosfera suggestiva e affascinante;
- d'estate Escursioni e Passeggiate e , per gli appassionati dell'alpinismo, una due giorni verso la Punta Tsan (q.3.320): si eleva a sovrastare ampi pascoli ed è un dei siti alpestri più pittoresco della Valle d'Aosta . La cresta est è costituita da gneiss (pietra particolarmente dura) è interamente attrezzata ed offre la possibilità di arrampicare in sicurezza e con una difficoltà media. Il periodo consigliato è 1° luglio/30 settembre;difficoltà AD; partenza dalla Frazione Chatel;dislivello 1.220 metri + 420 metri; durata andata sette ore e trenta.