GUIDA  Torino/Personalità Illustri/Venerabili e Servi di Dio

Da Wiki.

Torino/Personalità Illustri/Venerabili e Servi di Dio

  • Venerabili :
- Don Adolfo Barberis
Nacque a Torino il 1° giugno 1884 ed ivi morì il 24 settembre 1967. Preparatosi al sacerdozio nei seminari di Giaveno , Chieri ,e Torino, venne ordinato sacerdote nell’anno 1907 dal Cardinale Agostino Richelmy di cui divenne segretario e braccio destro. Esperto in arte sacra, pittore, editore e giornalista, si interessò dei pellegrinaggi giovanili diocesani a Lourdes (soprattutto degli studenti per cui fondò un pensionato universitario); fu iniziatore della Scuola di archeologia e arte sacra nei Seminari; si occupò di assistenza ai profughi e del clero militarizzato durante il Primo Conflitto Mondiale; fondò il Collegio universitario Augustinianum; diresse il settimanale cattolico "La Buona Settimana". Nell’anno 1921 fondò l’ Istituto Suore del Famulato Cristiano per formare cristianamente e qualificare professionalmente le domestiche (le raccolse in associazione a tutela dei loro interessi professionali; aprì in tappe successive una sede stabile per offrire loro un centro di appoggio, di formazione e di sicurezza). Durante la sua missione pastorale oltre a dedicarsi senza risparmio ad edificare la congregazione,si impegnò anche in un intenso ministero di predicazione al clero, ai religiosi e a tutto il popolo di Dio in tutte le regioni italiane. Direttore spirituale molto apprezzato fu anche tra gli studiosi più accreditati della Sacra Sindone e suo devoto difensore nelle continue discussioni sulla sua autenticità.
Curiosità:
- Le sue spoglie riposano nella Cappella, dell’Istituto da lui fondato.
- Giulia Colbert
Nacque a Maulévrier (Francia) il 26 giugno 1786 e morì a Torino nel gennaio 1864. Figlia del Ministro delle Finanze del Re Sole ed ultima erede di una delle dinastie più ricche d’Europa. Negli anni dell'adolescenza fu inserita nelle damigelle d'onore di Giuseppina Beauharnais, prima moglie di Napoleone Bonaparte e durante il periodo della Rivoluzione Francese vide gli orrori che ne conseguirono perdendo molti parenti fra i quali sua madre e una sorella che furono condannate a morte e vennero ghigliottinate. Nel primo decennio del XIX secolo, frequentando i salotti aristocratici e la Corte Imperiale, conobbe Carlo Tancredi Falletti di Barolo (nacque a Torino il 26 ottobre 1782 e morì a Chiari , Brescia , il 4 settembre 1838) e nell’anno 1807 scoprendo varie affinità (cultura vasta e profonda, sensibilità e disponibilità sociale, fede religiosa radicata e operosa) si unirono in matrimonio. Lei si dimostrava vulcanica, impulsiva ed ostinata, mentre lui era riflessivo, ponderato e calmo. Trasferitisi in Torino si stabilirono nel loro Palazzo Falletti di Barolo in Via delle Orfane. In questa città si prodigarono in numerose opere di carità e nell’anno 1834 fondarono la Congregazione delle Suore di Sant’Anna . A seguito dell’epidemia di colera che colpì la città si prodigò nell’assistenza dei malati e per l’eroico servizio reso ricevette dal Governo la Medaglia d’Oro. Dopo la morte del marito si prodigò per la promozione della donna e per la difesa della fede cattolica nella Torino risorgimentale ; fondò il Monastero di clausura delle Maddalene; l' Ex Ospedaletto di Santa Filomena per le bambine disabili; ospitò nel suo palazzo le Famiglie di operaie e si dedicò in modo particolare al problema delle carceri attuando la prima vera riforma carceraria, basata sull’idea della rieducazione e redenzione della persona. Le Congregazioni Religiose da loro fondate, avendo colto il valore esemplare della loro "santità di coppia", avviarono per entrambi il processo di canonizzazione e Papa Francesco , nell’anno 2015, ha dichiarato Venerabile la Marchesa Giulia, mentre per il marito Carlo Tancredi Falletti di Barolo è ancora in corso il processo.
  • Servi di Dio:
- Carlo Tancredi Falletti di Barolo
Nacque a Torino il 26 ottobre 1782 e morì a Chiari , Brescia , il 4 settembre 1838. Nel primo decennio del XIX secolo, frequentando i salotti aristocratici e la Corte Imperiale di Francia, conobbe Giulia Colbert (nacque a Maulévrier, Francia , il 26 giugno 1786 e morì a Torino nel gennaio 1864) che sposò nell’anno 1807 scoprendo varie affinità fra loro(cultura vasta e profonda, sensibilità e disponibilità sociale, fede religiosa radicata e operosa). Trasferitisi a Torino nel Palazzo Falletti di Barolo ,in Via delle Orfane, si prodigarono in numerose opere di carità e nell’anno 1834 fondarono la Congregazione delle Suore di Sant’Anna . Si dedicò particolarmente all’educazione preventiva, all’istruzione e formazione dei bambini e dei giovani ed una volta eletto Sindaco promosse grandi opere urbane per rendere la città più funzionale e più salubre: fece costruire giardini, fontane con acqua potabile, migliorando anche l’illuminazione cittadina. Di tasca propria finanziò la costruzione del Cimitero Monumentale della città e nell’anno 1827 istituì la prima Cassa di Risparmio torinese per i piccoli risparmiatori (domestiche, commercianti, artigiani,etc.). A seguito dell’epidemia di colera che colpì la città si prodigò nell’assistenza dei malati e per l’eroico servizio reso venne insignito della Commenda dei Santi Maurizio e Lazzaro. Le Congregazioni Religiose da loro fondate, avendo colto il valore esemplare della loro "santità di coppia", avviarono per entrambi il processo di canonizzazione e Papa Francesco, nell’anno 2015, ha dichiarato Venerabile la Marchesa Giulia , mentre per Carlo Tancredi Falletti di Barolo è ancora in corso il processo.