GUIDA  Tricarico/Personalità Illustri

Da Wiki.
Rocco Scotellaro

Rocco Scotellaro

  • Rocco Scotellaro nacque a Tricarico il 19 aprile del 1923 e morto a Portici il 15 dicembre 1953 a soli 30 anni per un improvviso infarto. a 12 anni si trasferì a Sicignano degli Alburni per studiare. Si iscrisse alla facoltà di Giurisprudenza negli anni quaranta, per proseguire gli studi all’Università di Bari. A soli ventitrè anni fu eletto sindaco di Tricarico e successivamente Presidente dell’Ospedale civile. Fu accusato di reato di concussione, conobbe il carcere, ma nel marzo del 1950 fu assolto dall’accusa.
  • Il poeta Scotellaro canta la sua terra ed il dramma e la condizione sociale dei contadini.
  • Gli sono stati attribuiti numerosi premi e riconoscimenti tra i quali, il Premio Letterario S. Pellegrino ed il Premio Viareggio nel 1954.
  • Le opere maggiormente significative sono: E’ fatto giorno; L’Uva Puttanella; i Contadini del Sud; Sempre nuova è l’alba. Una delle poesie più conosciute è:

La mia bella Patria

Io sono un filo d'erba

un filo d'erba che trema

E la mia Patria è dove l'erba trema.

Un alito può trapiantare

il mio seme lontano.


Raffaello delle Nocche

Stemma di Monsignor Raffaello delle Nocche

Raffaello delle Nocche (Marano 1877 - Tricarico 1960), fu vescovo di Tricarico e fondò la congregazione Discepole di Gesù Cristo, si adoperò per il recupero della chiesa e del convento di Sant’Antonio da Padova, fece costituire l’Ospedale Civile nel palazzo vescovile che fu retto per i primi anni, esclusivamente con i contributi della Comunità Tricaricese.

Rocco Mazzarone

Rocco Mazzarone (1912-2005) Nato a Tricarico (Mt) il 17 agosto 1912. Medico e specialista delle malattie polmonari ha insegnato nella facoltà di medicina all’Università di Bari. E’ stata una figura di riferimento per gli studi italiani e stranieri, da quelli etnografici di Ernesto de Martino, alle ricerche dell’americano George Peck, ai reportage fotografici di Henri Cartier-Bresson.