GUIDA  Valle d'Aosta/Valle del Gran San Bernardo

Da Wiki.

Valle del Gran San Bernardo

Valle del Gran San Bernardo ( centro)
Valle del Gran San Bernardo ( centro)
Valle del Gran San Bernardo ( settore sud)
Valle del Gran San Bernardo ( settore sud)
Alta Valle del Gran San Bernardo ( settore occidentale)
Alta Valle del Gran San Bernardo ( settore occidentale)
Alta Valle del Gran San Bernardo ( Valli "Ollomont" e "Valpelline" )
Alta Valle del Gran San Bernardo ( Valli "Ollomont" e "Valpelline" )

  • Chiamata anche Coumba Freide ,è formata da un bacino idrografico ampio e caratterizzato da due importanti corsi d’acqua: l’ Artanavaz ed il Buthier ,torrenti che,dopo aver disceso gole strette ed incassate,si uniscono nel Comune di Gignod dove formano il Torrente Buthier di Valpelline' e nel Comune di Oyace .Questo,che a sua volta confluisce nel Fiume Dora Baltea ad Aosta ,per la potenza erosiva delle acque ha scavato un profondo solco con un dislivello di circa 50 metri chiamato Orrido di Betenda ) .Unitamente alle Vallate laterali (orograficamente alla sinistra) di Ollomont (vds. in [1] )e di Valpelline ( vds. in [2] ) offre panorami aspri e suggestivi permettendo di osservare i frammenti ancora vitali dell’economia alpestre della Valle d'Aosta .In queste Valli coronate di vette e ghiacciai,dove i pendii delle montagne sono ricoperti da boschi di conifere ricchi di esemplari di fauna selvatica un anfiteatro di alti cime culmina nel Dent d’Herens (q.4.171) e racchiude una ventina di ghiacciai che alimentano vari laghi alpini tra i quali : Thoules (q.2.318), Fenetre (q.2.318) e Cornet (q.2.334)siti nel Comune di Ollomont ; Livournea (q.2.374)ed Arpisson (q.2.480) siti nel Comune di Valpelline ;il grande bacino idroelettrico della Località Place Moulin sito nel Comune di Ollomont .Tra queste montagne vivono stambecchi,camosci ed animali che cambiano colore del manto durante l’inverno:lepri,ermellini e pernici.La media montagna presenta alcune ampie zone in cui si pratica ancor oggi la pastorizia transumante delle bovine:le mandrie salgono agli alpeggi in giugno e ne ridiscendono a fine settembre.
  • Per gli amanti dell’aria aperta la Valle offre:
- in inverno,comprensori di dimensioni medie che godono di panorami fantastici,tranquilli ed adatti alle famiglie.La zona sciistica della Località Crevacol ,nel Comune di Saint-Rhémy-en-Bosses ,esposta totalmente a sud e quindi molto soleggiata è in grado di soddisfare tutte le esigenze degli sciatori che possono divertirsi lontani dalle grandi folle e degli snowboardisti che hanno a disposizione ampi spazi.Il Capoluogo Ollomont ha un impianto più piccolo,ben esposto al sole al mattino e nel primo pomeriggio.Entrambi gli impianti hanno anche una zona servita con "tapis roulant".Uno "snow park",dedicato esclusivamente a questi giochi,si trova in località Flassin nel Comune di Saint-Oyen e nei suoi pressi sorge la struttura di servizio per la pista di fondo di 18 chilometri che risale la vallata,partendo dal Capoluogo Etroubles (passando per il Capoluogo Saint-Oyen ) e sfiorando diversi villaggi raggiunge i 1.521 metri di altitudine del Capoluogo Saint-Rhémy-en-Bosses .Altri anelli sono tracciati ad Ollomont , Valpelline ed a Bionaz ,la cui pista è attrezzata con poligono per la pratica del "Biathlon";
- in estate,una meta è senza dubbio il Colle del Gran San Bernardo da sempre crocevia internazionale e porta d’ingresso della più importante strada per l’Italia del Medioevo,la così detta Via Francigena (vds. Itinerari Storici in [3] ) che costituiva il principale collegamento tra le Regioni Transalpine e Roma .Il passaggio più spettacolare rimane quello di Napoleone che,con la sua Armata di 40.000 uomini e 5.000 cavalli,50 cannoni ed 8 obici,attraversò il Valico nel 1800.Il transito dell'artiglieria presentò molte difficoltà ed occorsero otto giorni perchè l'intera Armata passasse.
Tra queste valli le attività estive vanno dalle escursioni ai numerosi laghi,alle passeggiate lungo i vari Ru (canali irrigui) ed ai Rifugi che,per qualcuno,possono trasformarsi in basi di partenza per arrampicate od ascensioni nell’alta Valle di Valpelline e la Conca di BY ( nel Comune di Ollomont ) ,che risultano luoghi molto suggestivi.Gli amanti dell’alta quota potranno trovare soddisfazione sulle vette del Dent d’Herens (monte delle Alpi Pennine , situata ad ovest del Monte Cervino lungo la frontiera tra l'Italia e la Svizzera,a q.4.171) e del Mont Velan (monte delle Alpi Pennine ,situato lungo il confine Italo-Svizzero tra la Valle d'Aosta ed il Canton Vallese ,a q.3.731) entrambi in Valpelline e del Grand Combin (q.4.314) sito nelle Alpi Pennine Occidentali ,in Svizzera .Ad Ollomont ,oltre ad una parete rocciosa naturale per effettuare l’addestramento alla scalata è presente anche una palestra artificiale al coperto mentre,per gli amanti della pesca ai locali corsi d’acqua si affiancano le acque del lago artificiale di Place Moulin .A Gignod è possibile praticare il golf su campo a nove buche.