GUIDA  Vinchiaturo

Da Wiki.
Pagine Utili sul Comune
Scheda su Vinchiaturo
Mappa Interattiva
Siti vinchiaturesi
Amministrazione Comunale
Statistiche su Vinchiaturo
Inserisci Bollino Wiki
Concorso Fotografico
Concorsofoto.jpg
Foto Vinchiaturo:
2012, 2009, 2008
InVetrina.gif


Stemma di Vinchiaturo
Panorama della città

Vinchiaturo è situato in Molise in Provincia di Campobasso. Il 20 maggio si festeggia il Patrono, San Bernardino da Siena.

Confina con i comuni di: San Giuliano del Sannio, Baranello, Busso, Colle d'Anchise, Campochiaro, Campobasso, Mirabello Sannitico e Guardiaregia.

Indice

Storia

Panorama dal campanile della Chiesa di Santa Croce
La chiesa del Purgatorio

L'area del paese è antropizzata dall'epoca preistorica. Di fatti, sulla montagna di Monteverde sono state trovate tracce di mura megalitiche. Bisogna, inoltre, tenere presente che i primi insediamenti riferibili all'attuale Vinchiaturo erano situate più in montagna.

Il paese si è gradatamente spostato più a valle in seguito a due grossi sismi che lo colpirono nel 1456 e nel 1805, distruggendo quasi completamente l'abitato.

Circa l'origine e fondazione del borgo esistono due teorie. La prima ritiene che Vinchiaturo coincida con la città sannita di Ruffirio. I romani si limitarono a rinominarla, quando ebbero terminato l'opera di conquista delle terre sannite. L'altra ipotesi postula che Vinchiaturo sia, invece, di fondazione romana.

In entrambi i casi, Vinchiaturo - citata per la prima volta da Dionigi di Alicarnasso in epoca augustea - avrebbe ospitato i cittadini di Boiano e Sepino.

L'origine di Vinchiaturo - o la riconversione latina di Ruffirio - è infatti legata all'istituzione di una colonia penale, Vincula catenis, espressione latina da cui deriva il toponimo e che significa carcere con catene.

Tracce archivistiche riportano che nell'XI secolo il paese era feudo di Ugo di Molisio, conte di Boiano. I conti di origine normanna e che hanno dato il nome alla regione, resteranno al potere fino al 1449, quando venne infeudata un'altra famiglia francese fedele agli angioini, i Sanfromonte.

Con la sconfitta di Giovanni d'Angiò, nella battaglia di Troia del 1462, Ferrante d'Aragona infeudò a Vinchiaturo un'altra famiglia di sua fiducia, i Trossa.

Nel 1550 vennero infeudati i Senescallo di Capua. Camillo Senescallo, in seguito, vendette il feudo a Federico Longo, che fu insignito del titolo marchionale nel 1626.

Ai Longo si deve l'erezione di molti monumenti cittadini e del palazzo marchesale. I Marchesi mantennero il titolo a Vinchiaturo fino all'eversione della feudalità.

Da Vedere

La fontana dei Quattro Leoni



Nei dintorni

Dove Mangiare

Gonfalone
  • Ristorante Da Netta Contrada Coste, 11 Telefono: 0874-34287
  • Ristorante Il Risveglio Dei Sapori, Contrada Cannete, 1 Telefono: 0874-34114 [5]
  • Ristorante La Quercia Contrada Monteverde, 34 Telefono: 0874-34384
  • Ristorante Pizzeria Duedi Viale Emilio Spensieri, Telefono: 0874-348002 [6]
  • Ristorante La Fonte Battesimale Piazza Municipio, 30 Telefono. 0874-34700
  • Ristorante Pizzeria Le 4 Via Nove Contrada piana di Monteverde, 4 Telefono: 0874-348402

Dove Dormire

  • Bed & Breakfast Vallechiara Contrada Coste, 6 Telefono 0874/34422   
  • Hotel Samnium Via Giovanni Pascoli, Telefono 0874/348425 [7]
  • Centro Turistico Alberghiero e Sportivo Le Cupolette SS 17, località Santa Maria delle Macchie, Telefono 0874/34030 [8]
  • Hotel Ruffirio, Contrada Monteverde, Telefono 0874/348081

Biblioteche

  • Biblioteca del Centro sociale di educazione permanente, Piazza Municipio

Lapidi Commemorative

Informazioni Utili

Icona train t.gif Come Arrivare Icona asso t.gif Associazioni

Bibliografia

  • Vinchiaturo, Emilio Spensieri, Ed. Enne (1980)

Galleria Fotografica

Link.pngVedi Anche: Lista Foto Vinchiaturo

Artigianato Locale

Video