Sondaggio: Abolizione delle Province

Spazio per argomenti nazionali o che non trovano posto nelle altre sezioni

Sei d'accordo all'abolizione delle Province nelle modalità indicate dal decreto legge del 13 agosto?

Sondaggio concluso il mer 24 ago 2011 12:58

8
44%
No
10
56%
Non so
0
Nessun voto
 
Voti totali : 18

Sondaggio: Abolizione delle Province

Messaggioda Massimo Di Bello » dom 14 ago 2011 12:58

Partendo dalla discussione che si è aperta nel blog, nei commenti all'articolo Quali sono le province con meno di 300.000 abitanti?,
lanciamo un sondaggio per verificare cosa ne pensa la comunità di Comuni-Italiani.it
:arrow: Iscriviti a Dizy! La piattaforma con i contest fotografici.

Fatti non foste a viver come bruti, / ma per seguir virtute e canoscenza. Dante Alighieri
Avatar utente
Massimo Di Bello
Redazione
Redazione
 
Messaggi: 18472
Iscritto il: mar 07 ago 2007 15:04

Messaggioda italiano » dom 14 ago 2011 17:14

Da come leggo nella discussione sul blog non vedo questo plebiscito sull'abolizione delle province perche vslutando attentamente la questione l'abolizione degli enti non da la certezza di risolvere i problemi anzi ne scoppierebbe un caso nazionale con citta pronte a clamorose iniziative addiritura fuori dalle leggi italiane come annessioni alla svizzera.una cosa e certa prima di abolirle valutiamo cosa e meglio per i cittadini e per i locali territori :italia:
Avatar utente
italiano
Novizio
 
Messaggi: 9
Iscritto il: sab 13 ago 2011 18:21

Messaggioda renzo52 » dom 14 ago 2011 17:37

italiano ha scritto:Da come leggo nella discussione sul blog non vedo questo plebiscito sull'abolizione delle province perche vslutando attentamente la questione l'abolizione degli enti non da la certezza di risolvere i problemi anzi ne scoppierebbe un caso nazionale con citta pronte a clamorose iniziative addiritura fuori dalle leggi italiane come annessioni alla svizzera.una cosa e certa prima di abolirle valutiamo cosa e meglio per i cittadini e per i locali territori :italia:



Provincie e comuni non vanno aboliti ma accorpati al fine di mantenere le rispettive identità politiche e storico/culturali e, nel medesimo tempo, ridurre i costi della politica stessa. :telodicevo: :oops:
Avatar utente
renzo52
Utente Senior
 
Messaggi: 1943
Iscritto il: mar 27 gen 2009 16:17
Località: Trentino

Messaggioda italiano » dom 14 ago 2011 17:55

il pseudo ministro calderoli se le studiata bene bene,non ricordo quanto sono le province nuove che si erano aggiunte alle vecchie
Avatar utente
italiano
Novizio
 
Messaggi: 9
Iscritto il: sab 13 ago 2011 18:21

Messaggioda Macmamauri » dom 14 ago 2011 19:10

Io sono per l'abolizione totale e immediata di tutte le province: enti inutili, buone solo per avere poltrone su cui parcheggiare i trombati della politica nazionale. (E le prime da abolire sarebbero quelle dell'ultima infornata.) Le loro funzioni (?) possono venire tranquillamente accorpate da comuni e regioni.
Per contro sono decisamente contrario all'accorpamento dei piccoli comuni. Incidono poco o niente sul bilancio nazionale ed hanno una loro ragione, di solito geografico/storica, per esistere. Auspicabile invece sarebbe una fusione tra comuni limitrofi che valutano indipendentemente pro e contro di una fusione.
Il paradiso non é un luogo da raggiungere, ma una condizione da vivere!
Solo quelli che sono così folli da pensare di poter cambiare il mondo, lo cambiano davvero"
Avatar utente
Macmamauri
Utente Senior
 
Messaggi: 17426
Iscritto il: ven 24 ott 2008 20:04

Messaggioda Justinawind » dom 14 ago 2011 19:40

Macmamauri ha scritto:Io sono per l'abolizione totale e immediata di tutte le province: enti inutili, buone solo per avere poltrone su cui parcheggiare i trombati della politica nazionale. (E le prime da abolire sarebbero quelle dell'ultima infornata.) Le loro funzioni (?) possono venire tranquillamente accorpate da comuni e regioni.
Per contro sono decisamente contrario all'accorpamento dei piccoli comuni. Incidono poco o niente sul bilancio nazionale ed hanno una loro ragione, di solito geografico/storica, per esistere. Auspicabile invece sarebbe una fusione tra comuni limitrofi che valutano indipendentemente pro e contro di una fusione.

Concordo.
Sono favorevole all'abolizione di TUTTE province, non solo di quelle piccoline.

Guarda caso vivo a Rieti, che sarebbe una provincia a eliminare... dove andrebbero i comuni reatini? alla provincia di Roma...
Il comune di Accumoli che dista da Roma 150 km, di cui 110 di strade fra le montagne che vantaggio avrebbe? Nessuno, solo disagi. :(
Anzi, non esisterebbe un comune di Accumoli, accorpato da Amatrice...
Avatar utente
Justinawind
Moderatore
 
Messaggi: 40313
Iscritto il: mar 10 feb 2009 18:09
Località: Rieti

Messaggioda daniele1357 » dom 14 ago 2011 21:41

...mmm... quanti di voi si è mai recato agli uffici provinciali?
Io non so neanche dove siano quelli della mia provincia.

daniele
- "A pensar male si fa peccato, ma spesso ci si indovina" (G.Andreotti)
- La lingua batte dove il dente duole.
- Biennale architettura 2012 - http://www.flickr.com/photos/daniele1357/sets/72157632061554879/show/
Avatar utente
daniele1357
Utente Qualificato
 
Messaggi: 5303
Iscritto il: mar 24 feb 2009 20:15
Località: Treviso - Padova

Messaggioda Macmamauri » dom 14 ago 2011 22:03

daniele1357 ha scritto:...mmm... quanti di voi si è mai recato agli uffici provinciali?
Io non so neanche dove siano quelli della mia provincia.

daniele

:ok:
E se ci fossero degli uffici utili potrebbero diventare di competenza comunale...
Il paradiso non é un luogo da raggiungere, ma una condizione da vivere!
Solo quelli che sono così folli da pensare di poter cambiare il mondo, lo cambiano davvero"
Avatar utente
Macmamauri
Utente Senior
 
Messaggi: 17426
Iscritto il: ven 24 ott 2008 20:04

Messaggioda dous » lun 15 ago 2011 08:57

In tempi di crisi (eterna) servivano azioni straordinarie di risparmio o di propaganda?
Non sono favorevole ad abolire ciò che è diventato memoria storica dei cittadini ma che soprattutto va nella direzione di un riconoscimento delle nostre particolarità che ci uniscono e che servono a migliorare il nostro vivere l'Italia.
Si poteva tagliare ben altro se si voleva davvero risparmiare: partendo da Roma dalle poltrone che vi risiedono e dagli agi che posseggono.
Come al solito a pagare sono i cittadini.
Si poteva rivoluzionare l'uso delle Provincie: così si va solo a tagliare dove capita, per non parlare di accorpamenti scellerati ed incostituzionali.
http://www.finanzaonline.com/forum/aren ... otali.html

Il "combinato disposto di numero d'abitanti e chilometri quadrati porta a risultati esilaranti. Per esempio in Liguria, dove la regione è lunga e stretta, i kmq sono pochi, verrebbero abolite TUTTE le province tranne Genova. Quindi a Genova dovrebbero far capo TUTTI i liguri compresi fra il confine con la Toscana e quello con la Francia. Perchè per ora non è chiaro se due province limitrofe con pochi abitanti e/o kmq possano o meno accorparsi per costituire una provincia che super i limiti (ad esempio, Imperia più Savona). Tutto da ridere. O da piangere?

Per salvarne alcune si è inserito il criterio dei chilometri quadrati... 8
)
Avatar utente
dous
Utente Qualificato
 
Messaggi: 20284
Iscritto il: lun 03 nov 2008 17:01
Località: Roma

Messaggioda renzo52 » lun 15 ago 2011 15:50

dous ha scritto:In tempi di crisi (eterna) servivano azioni straordinarie di risparmio o di propaganda?
Non sono favorevole ad abolire ciò che è diventato memoria storica dei cittadini ma che soprattutto va nella direzione di un riconoscimento delle nostre particolarità che ci uniscono e che servono a migliorare il nostro vivere l'Italia.
Si poteva tagliare ben altro se si voleva davvero risparmiare: partendo da Roma dalle poltrone che vi risiedono e dagli agi che posseggono.
Come al solito a pagare sono i cittadini.
Si poteva rivoluzionare l'uso delle Provincie: così si va solo a tagliare dove capita, per non parlare di accorpamenti scellerati ed incostituzionali.
http://www.finanzaonline.com/forum/aren ... otali.html

Il "combinato disposto di numero d'abitanti e chilometri quadrati porta a risultati esilaranti. Per esempio in Liguria, dove la regione è lunga e stretta, i kmq sono pochi, verrebbero abolite TUTTE le province tranne Genova. Quindi a Genova dovrebbero far capo TUTTI i liguri compresi fra il confine con la Toscana e quello con la Francia. Perchè per ora non è chiaro se due province limitrofe con pochi abitanti e/o kmq possano o meno accorparsi per costituire una provincia che super i limiti (ad esempio, Imperia più Savona). Tutto da ridere. O da piangere?
Per salvarne alcune si è inserito il criterio dei chilometri quadrati... 8
)

Sono parzialmente in sintonia con il tuo ragionamento. Io credo che negli ultimi tempi le provincie siano nate come i funghi, molte volte senza ragion di causa, ma dettate solamente dal campanellismo . . . . oppure dalla sete di potere di taluni. Personalmente vedo più logico l'accorpamento delle provincie/comuni piuttosto che alla loro completa abolizione. :italia:
Avatar utente
renzo52
Utente Senior
 
Messaggi: 1943
Iscritto il: mar 27 gen 2009 16:17
Località: Trentino

Messaggioda befed » lun 15 ago 2011 19:05

Ho lavorato per la provincia di Torino, non come dipendente, e sono convinto sulla abolizione di tutte le province !!! Valutiamo solo il costo dei vari assessorati, presidenti, vice presidenti, direttori generali, consiglieri, dirigenti ... pensiamo non solo allo stipendio che percepiscono, ma anche ai benefici di cui godono ed il potere economico che è lasciato loro.
D'accordo che non risaniamo il bilancio dello stato solo con questa manovra, ma incominciamo da queste istituzioni, anche se tutti (gli interessati) ci continuano a raccontare che sono "briciole".

Solo la provincia di Torino ha 5 circondari (Susa, Pinerolo, Lanzo, Ivrea, Torino), un numero cospicuo di sedi e di comunità montane ...

In un recente passato abbiamo assistito alla creazione troppo disinvolta di province con l'intento di creare clientele e serbatoi di voti.
Avatar utente
befed
Utente Senior
 
Messaggi: 12245
Iscritto il: gio 29 gen 2009 19:26
Località: Torino

Messaggioda italiano » mar 16 ago 2011 20:00

La gente vorrebbe meno province perche sono state solo uno spreco inutile,invece dovevano lasciare le vecchie care province riformandole e renderle piu efficenti da essere piu vicino al proprio territorio e alle comunita',oggi sono considerate solo un magna magna cosa in parte vera,ricordando pero' che il taglio in primis deve essere fatto nei due rami del parlamento e cioe' Camera e Senato,e li papatoia maggiore :italia:
Avatar utente
italiano
Novizio
 
Messaggi: 9
Iscritto il: sab 13 ago 2011 18:21

Messaggioda emule96 » mer 17 ago 2011 20:27

Non completamente d'accordo. Non d'accordo sui :scissors: ai comuni.
Avatar utente
emule96
Novizio
 
Messaggi: 1
Iscritto il: mer 17 ago 2011 20:23

abolizione province

Messaggioda matteobarbieriMFD » gio 18 ago 2011 10:31

Sono favorevole alla soppressione di tutte le province italiane che sono un inutile spreco di denaro pubblico.
Si parla tanto di tagli ai costi della politica, se ne parla si ma nei fatti tutto dorme o tutto si rimanda nel futuro.
C'è una crisi mondiale (dicono). Quale esempio potrebbe dare una classe politica per ridurre il nostro debito pubblico?
Tutti i parlamentari a livello centrale e periferico dovrebbero fare un atto di coraggio, dare il buon esempio agli italiani

> riducendosi lo stipendio di almeno il 60 per cento;
> chi, come docenti universitari, direttori di vari enti o gruppi, essendo stati eletti dal popolo, dovrebbero rinunciare ad altri incarichi, e quindi agli stipendi;
> la pensione maturata dai parlamentari dovrebbe maturare in base al tempo effettivo e non che se una legislatura dura 1 anno vale come quanto una intera di 5;
> è scandaloso che tante categorie privilegiate vengano pagate per centinaia di volte più un cittadino qualsiasi come ad esempio i calciatori che minacciano lo sciopero se le società non si accollano i miseri tagli che verranno loro fatti. Che scioperino.
Chi sta al governo di un Paese dovrebbe avere solo il buon senso di fare giuste leggi, di rispettarle in prima persona e poi farle rispettare. Un governo sa dove c'è spreco; sa dove tagliare; un governo sa che lo stomaco di un comune cittadino è uguale a quello di un calciatore, di un politico, di un presidente di non so quale ente ecc. I nostri rappresentanti sanno benissimo che, se una famiglia italiana con una entrata media di 1.000-1.500 Euro mensili VIVE e soddisfa tutte le sue esigenze, è esagerato che loro ed altri sopraccennati percepiscano mediamente 15.000-20.000 Euro al mese. Loro lo sanno, ma fanno finta di niente. Quando nei dibattiti televisivi qualcuno (raramente) solleva temi del genere ad essi non c'è una risposta; si risponde con accuse ad altri governi passati, ad altri colleghi; rispondono con polemiche di vario genere perchè non hanno una risposta.
Quando vengono a galla scandali non hanno la serietà di farsi da parte, come in tante altre realtà europee e mondiali, e chiedere scusa agli italiani.
Comunque sto uscendo fuori dal nostro tema. Per quanto riguarda le spese inutili possono solo sparire se si affronta il problema con serietà, guardando in tutti gli angoli. L'abolizione di TUTTE le province è un inizio. Non si possono abolirne alcune e mantenerne altre perchè le ALCUNE troveranno tutti gli escamotage per rimanere a galla e aumentando forse gli sprechi in barba alla necessità di risparmiare.
Come si dice dalle mie parti: eliminare il cane per eliminare la rabbia.
Matteo Barbieri - Manfredonia
Avatar utente
matteobarbieriMFD
Novizio
 
Messaggi: 1
Iscritto il: mar 16 ago 2011 10:15

Messaggioda dous » gio 18 ago 2011 11:18

matteobarbieriMFD ha scritto:L'abolizione di TUTTE le province è un inizio. Non si possono abolirne alcune e mantenerne altre perchè le ALCUNE troveranno tutti gli escamotage per rimanere a galla e aumentando forse gli sprechi in barba alla necessità di risparmiare. [/i]

O tutte o nessuna. Questo potrebbe essere un inizio. L'antipasto: ma ci sono molti enti/cariche e caste inutili per molti ed utili a pochi...
Purtroppo di questo passo però chi ne pagherà le conseguenze potrebbero essere sempre i servizi ai cittadini.
Ma quali i benefici per pochi che hanno prodotto decenni di malgoverno di tutti i governi ? Quelli andrebbero attaccati! :bastone:
Avatar utente
dous
Utente Qualificato
 
Messaggi: 20284
Iscritto il: lun 03 nov 2008 17:01
Località: Roma

Prossimo

Torna a Generale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite