1 Dicembre 2008 alle 11:42

Lotta coi pesci

di dous (Termoli, Molise. Fontane. Categoria C)

Termoli - Lotta coi pesci


Visite: 1237. Raccomandazioni: 0.
Voto Popolare: 3. Posizione: 28391°.

Risultato voto a scrutinio: 3.47
Turni (n.Voti/n.Sfide): 1° = 2/5 (40%); 2° = 7/14 (50%); 3° = no; 4° = no;

La fontana di piazza Sant’Antonio.
Come risulta dall’incisione presente su di essa, la fontana di Piazza S.Antonio è stata realizzata nel 1949 dallo scultore Renato Beretta, docente di Ornato all’Accademia di Belle Arti di Carrara, apprezzato come artista ed ideatore di vari complessi munumentali eseguiti in collaborazione con scultori quali Leonardo Bistolfi, Ettore Ximenes e Carlo Fontana nel laboratorio di “architettura ed ornato” di Carrara, ereditato dal padre Giovanni (che l’aveva fondato nel 1905); laboratorio specializzato in tutte le possibili applicazioni della lavorazione del marmo, ma soprattutto in quelle a carattere ornamentale. La fontana di Piazza S.Antonio è composta da due blocchi di marmo bianco “statuario”. Nel primo blocco, quello sottostante, sono presenti bassorilievi raffiguranti quattro pesci, una rana, un polpo, un mollusco. Il secondo blocco vede stagliarsi, imponente, la figura di un giovane che sembra soggiogare quattro lunghi pesci dalla grossa testa. Il giovane uomo è seduto su due dei quattro pesci, il terzo è tenuto fermo dal piede sinistro ed il quarto, interamente visibile, cessa il suo processo di verticalizzazione (che sembrerebbe un proposito di sfida) grazie alla reazione del giovane che lo tiene stretto a sé con il suo braccio destro. Dalla bocca della rana, del polpo e dei pesci escono dodici zampilli, dei quali, il più grande e diretto verso l’alto, esce dalla bocca del pesce tenuto in braccio dal giovane.
L’acquisto della fontana è stato deliberato con atto di Consiglio Comunale del 29 marzo 1949, sindaco il prof. Armando Di Bitonto, prevedendo una spesa di lire 1.500.000 da coprire con parte delle due annualità della rendita (ciascuna di quintali 174,14 di grano, pari a lire 1.262.515) derivante dall’acquisizione al patrimonio al Comune di un terreno del demanio, in seguito alla definizione dell’annosa controversia “Pantano” che era finita in Cassazione.
Come curiosità, si riporta che le successive annualità di questa rendita serviranno a coprire le spese di ammortamento di un mutuo trentacinquen- nale, di lire 18.000.000, che sarà contratto per la costruzione della Casa comunale. Come ulteriore curiosità, si racconta che l’assessore Nereo Sciarretta, incaricato dalla Giunta Municipale dell’acquisto, recatosi a Carrara, per economia scelse questa fontana che gli era stata presentata come difettata (poiché il braccio dell’uomo che sorregge in alto il grosso pesce non lascia trasparire lo sforzo e per piccole lesioni presenti nei blocchi di marmo). La fontana è posizionata nel punto della piazza in cui in precedenza si trovava una grossa sfera di pietra, del diametro di circa due metri. Rimasta per molto tempo inattiva, prima per carenze idriche, poi per alcuni guasti al sistema idraulico di distribuzione, la fontana è stata completamente restaurata, in ogni sua funzione, nel maggio 2001.
(da: http://www.termolihotel.it/da_vedere.html)

Vota Fase di voto conclusa. Non è più possibile votare la foto.

4 commenti a “Lotta coi pesci”

  1. swaily scrive:

    Molto bella la foto in notturna con una esposizione ottima sul marmo.
    Il buio intorno non rende semplice la cosa.
    Bella… e bella ed esaustiva è l’accurata didascalia che accompagna la foto.
    Complimenti.
    Votata.
    Claudio.

  2. Salvo Milinazzo scrive:

    Un notturno di questa fontana realizzato con bravura. Tutta la bellezza ne viene esaltata. Complimenti. Votata. Ciao Salvo
    (Se ti va…guarda la mia Fontana al Giardino Inglese, grazie.)

  3. gladiolo scrive:

    Bel notturno !!! +1 Votata
    Gladiolo

  4. gladiolo scrive:

    Ottimo notturno con bellissimi colori +1 Votata !!! Buon Anno !!!! a presto ………
    Gladiolo

Scrivi un commento

Per inviare un commento devi fare il login.