15 Giugno 2009 alle 22:57

Il Forte di Bard

di mariagrazias (Bard, Valle d'Aosta. Castelli e Fortificazioni. Categoria A)

Bard - Il Forte di Bard


Visite: 1930.

Risultato voto a scrutinio: 73.73 (Scrutinio: 19°; Totale: 235°)
Turni (n.Voti/n.Sfide): 1° = 20/22 (91%); 2° = 17/22 (77%); 3° = 31/39 (79%); 4° = 57/86 (66%);

Foto del Forte dii Bard scattata salendo alla Tete de Cou da Albard passando dal Verale.

Il Forte si trova all’imbocco della valle d’Aosta, nel suo punto piu’ stretto, ed ha avuto da sempre una importanza strategica, perche’ controllava tutti i traffici da e per la Francia e la Svizzera. Sotto, nel fondovalle scorre la Dora Baltea; intorno alla rocca sono state rinvenute incisioni risalenti a 2000 anni avanti Cristo, e la rocca fu fortificata fin dal periodo romano (e’ sulla strada delle Gallie, un tratto della quale e’ ancora visibile e ben conservato a Donnas) e poi all’epoca di Teodorico, e successivamente nel medioevo; la costruzione attuale risale al regno di Carlo Alberto di Savoia, tra il 1830 ed il 1838, su una preesistente struttura medievale risalente al X secolo.
Il 14 Maggio 1800 Napoleone Bonaparte valico’ con 40000 uomini il passo del Gran San Bernardo per sorprendere l’esercito austro-piemontese di stanza nella pianura padana, ma fu bloccato dalle difese del forte, presidiato da 400 soldati austro-croati; per giorni studio’ la situazione dal villaggio di Albard di Bard, il gruppo di case in basso a destra nella foto, poi decise di aggirare l’ostacolo passando appunto da Albard, e foderando gli zoccoli dei cavalli e le ruote dei carri con strame, cioe’ letame e paglia, per attutire il rumore; il forte si arrese con l’onore delle armi, ma fu raso al suolo. Solo nel 1830, Carlo Felice di Savoia lo fece ricostruire con lavori durati anni; furono edificati diversi corpi di fabbrica, per ospitare fino a 416 soldati in edifici che si affacciavano al cortile interno; la dotazione comprendeva 50 cannoni, mortai e le relative munizioni, nonche’ provviste per tre mesi. Non piu’ utilizzato, fu prima, adibito a polveriera dell’Esercito Italiano, poi la proprieta’ passo alla Regione Valle d’Aosta che con un restauro durato 10 anni ne ha fatto un museo permanente interattivo della Montagna e vi ospita eventi e altre esposizioni temporanee.

Rete Blog Bard Guida Wiki Bard Descrizioni su Bard Forum Valle d'Aosta

4 commenti a “Il Forte di Bard”

  1. Alessio1301 scrive:

    Forte molto imponente e davvero suggestivo, ottima nota storica… ciao ;)

  2. silvana scrive:

    bella mi piace,cosi presa dall’alto.ciao

  3. Max49 scrive:

    L’ hai fatta salendo alla Tete de Cou?
    Molto bella

  4. mariagrazias scrive:

    Si’, salendo al Verale da Albard..

Scrivi un commento

Per inviare un commento devi fare il login.