27 Febbraio 2010 alle 23:57

Adesso domina il panorama

di MAX1904 (Taormina, Sicilia. Castelli e Fortificazioni. Categoria B)

Taormina - Adesso domina il panorama


Visite: 106.

Risultato voto a scrutinio: 9.8 (Scrutinio: 2554°; Totale: 10756°)
Turni (n.Voti/n.Sfide): 1° = 6/12 (50%); 2° = 4/13 (31%); 3° = no; 4° = no;

Notizie Storiche - Non serve soffermarsi sulla storia antica e sulle origini dell’insediamento di Taormina: esse, infatti, sono ampiamente note attraverso le trattazioni di studiosi moderni e contemporanei di grande fama e prestigio. L’abitato, sorto sui fianchi della rocca del “Tauro”, ebbe non indifferente fama anche sotto il dominio bizantino. Purtroppo le vestigia alto medievali bizantine vennero completamente spazzate via dalla conquista araba, avvenuta, dopo un lungo ed estenuante assedio, intorno al 902 d.C. E’ nota una rivolta alimentata dai cristiani di Taormina contro l’invasore arabo durante l’anno 962 d.C. Le conseguenze della fallita ribellione furono funeste: non si conosce, sebbene si possa facilmente immaginare, la sorte dei capi della rivolta; al contrario si conosce benissimo che le fortificazioni dell’abitato furono rase al suolo, nel 969 d.C., per ordine dell’emiro ‘Ahmad. Al 1079 risale l’assedio normanno, portato a compimento attraverso un’abile strategia condotta dal conte Ruggero. L’imprendibilità della rocca, infatti, fu una caratteristica mantenuta anche in epoca mussulmana. I normanni, al fine di evitare un lungo assedio, edificarono all’intorno dell’abitato 22 torri lignee. Lo scopo delle strutture provvisorie era quello di controllare e tagliare ogni possibile rifornimento e contatto con l’esterno. Questa strategia costrinse Taormina alla capitolazione pochi mesi dopo l’inizio dell’assedio. Nel 1134 l’abitato è sottoposto al monastero di S. Salvatore della Placa. Del 1150 è la notizia di Edrisi riguardo alla presenza di una fortezza “difendevole” edificata sulla sommità di una rocca, sovrastante l’abitato; anche lo storico della dominazione normanna in Sicilia e Italia meridionale, Ugo Falcando, distingue, infatti, l’abitato fortificato dalla fortezza, sorta su di una rupe sovrastante il paese. Durante il dominio di Federico II, il castello di Taormina è governato da un castellano. Risale al 1353 una fonte, la quale distingue il castello della “Mola” da quello di Taormina, definito “inferius”. Al XV secolo si documentano restauri e modifiche alle mura della fortezza.

Rete Blog Taormina Guida Wiki Taormina Descrizioni su Taormina Forum Sicilia

Scrivi un commento

Per inviare un commento devi fare il login.