13 Settembre 2009 alle 20:10

forte Michelangelo

di gianniB (Civitavecchia, Lazio. Castelli e Fortificazioni. Categoria C)

Civitavecchia - forte Michelangelo


Visite: 370.

Risultato voto a scrutinio: 24.83 (Scrutinio: 364°; Totale: 4731°)
Turni (n.Voti/n.Sfide): 1° = 17/25 (68%); 2° = 11/22 (50%); 3° = 17/45 (38%); 4° = no;

Il Forte Michelangelo è una fortezza che protegge il porto di Civitavecchia.
La fortezza fu iniziata nel 1508 e completata nel 1544 sotto il pontificato di Paolo III, con la direzione di Antonio da Sangallo il Giovane. Una tradizione locale priva di riscontri vorrebbe che il maschio, ossia il torrione principale della fortezza, sia stato progettato da Michelangelo Buonarroti, da cui il nome di Forte Michelangelo.
Tra il X e l’XI secolo, in posizione dominante tra le rovine dell’antica città e del porto devastato, sorse una rocca e lentamente accanto ad essa si formò un piccolo borgo, lungo l’antica strada romana. Già nel duecento e nel trecento il porto di Civitavecchia venne usato come approdo, sia pure ancora mal collegato e privo di attrezzature. Con la riorganizzazione dello Stato della Chiesa, iniziata dopo il conclave di Costanza (1414-18), Civitavecchia riacquistò lentamente un assetto urbano organico e il suo porto venne restaurato e la città si arricchì di pregevoli edifici che le fonti del tempo attribuiscono a Bernardo Rossellino.
La riscoperta dell’allume sui monti della Tolfa e l’esigenza di organizzare l’esportazione del prezioso minerale, determinarono la definitiva rinascita del porto. Il restauro venne affidato ai maggiori architetti della corte pontificia, tra cui Baccio Pontelli e Donato Bramante, al quale Giulio II della Rovere commissionò il progetto della fortezza che ancora oggi domina il bacino portuale. Fra i frequentatori celebri vi fu anche Leonardo da Vinci che studiò accuratamente e disegnò gli edifici romani ancora superstiti.
FONTE: it.wikipedia.org/wiki/Forte_Michelangelo

Rete Blog Civitavecchia Guida Wiki Civitavecchia Descrizioni su Civitavecchia Forum Lazio

Scrivi un commento

Per inviare un commento devi fare il login.