GUIDA  Torrazza Coste

Da Wiki.
Pagine Utili sul Comune
Scheda su Torrazza Coste
Mappa Interattiva
Siti torrazzesi
Amministrazione Comunale
Statistiche su Torrazza Coste
Inserisci Bollino Wiki
Concorso Fotografico
Concorsofoto.jpg
Foto Torrazza Coste:
2012, 2009, 2008

Torrazza Coste è situato in Lombardia in Provincia di Pavia. Il 4 novembre si festeggia il Patrono, San Carlo. Tra gli edifici religiosi: Chiesa di Sant'Antonio (in frazione Trebbio).

Confina con i comuni di: Retorbido, Borgo Priolo, Codevilla, Montebello della Battaglia e Rocca Susella.

Indice

Biblioteche

  • Biblioteca CIViFruCe Centro regionale per l'incremento della vitivinicoltura frutticoltura e cerealicoltura, Via Riccagioia - Riccagioia
  • Biblioteca Comunale, Via Roma, 20

Volontariato, Onlus e Associazioni

  • Accademia Italiana Sport e Cultura, Via Codalunga, 24

Informazioni Utili

Icona train t.gif Come Arrivare

Memorie Storiche

Nel Dizionario geografico-storico-statistico-commerciale (1853) Goffredo Casalis così descrive il comune:

TORRAZZA-COSTE (Turratia Costarum), com. nel mand. di Casteggio, prov. di Voghera, dioc. di Tortona, div. di Alessandria. Dipende dal magistrato d'ap. di Casale, intent. trib. di p. cog. ipot. di Voghera, insin. di Casteggio. Ha l'uffizio di posta.

Questo comune è posto a levante di Voghera: fanno parte di esso le seguenti villate: s. Antonino, Trebbio, Nebbiolo, Mogliazza, Colombara, Cà de' Rizzotti, Casarone, Casotto, Pragate, Barizonzo, Castellaro, parte della villa Buffalora, Cà de' grande, Cà de' piccola, Cà de Arguis, Riccagioja, Cà del Pero, e san Bovo. Le più considerevoli di queste villate, che debbansi riguardare come vere frazioni, sono Barizonzo e s. Antonino.

Delle sue strade comunali, una verso levante conduce a Torre del monte, e Barizonzo; un'altra verso ponente mette sulla via di Codevilla che tende alla strada reale detta la Romera, ed indi al capo luogo della provincia; una terza a tramontana tende alla stessa strada reale, ed indi al capo-luogo di mandamento; una infine, verso mezzodì scorge a s. Antonino.

Terrazza Coste è distante un miglio da Codevilla, e da Montebello; un miglio e mezzo da Torre del Monte; tre miglia dal capoluogo di provincia, e poco più da quello di mandamento.

Vi scorrono due torrenti, detti uno Schizzola, e l'altro Brignolo: il primo ha le sorgenti alle falde del colle s. Maria sul territorio di Staghiglione, scorre per poco tratto su questo territorio dalla parie orientale sul confine con Torre del monte, tocca i distretti di Montebello e Casteggio, e mette capo nel torrente Coppa superiormente a Casteggio. Il Brignolo nasce in parte sull'agro di Torrazza Coste alle radici del colle s. Antonino, ed in parie dalle falde del monte del Muzzo nell'agro di Codevilla; questi suoi rami si uniscono poi sul confine di questo territorio con quello di Codevilla nelle vicinanze di Buffalora, e scorre per poche miglia sempre sul confine degli anzidetti due comuni, indi passa sul territorio della città di Voghera, e dei comuni di Calcababbio e Branduzzo, e si scarica nel fiume Po; nessun ponte di collo o di legno sta sui torrenti Schizzola e Brignolo.

Vi si adergono tre colli, cioè quelli detti di Barizonzo, Nebbiolo e sant'Antonino: sui primi due veggonsi tuttora vestigie di vetusti castelli che appartenevano ad antiche famiglie di feudatarii. Le vie che serpeggiano su quei colli sono impraticabili con vetture tanto nella buona, quanto nella cattiva stagione.

I prodotti territoriali sono frumento, meliga, civaje di ogni specie, uve, ed altre frutta di diverse qualità, e legna: se ne mantiene il commercio col capoluogo di provincia, ed eziandio colla città di Pavia. Evvi lignite fibrosa, la quale trovasi nel torrente Schizzola, sotto al casale denominato Nebbiolo, ove si assicura esservene nove strati ognuno di circa metri 0,40 di spessezza.

Vi esistono due chiese parrocchiali, una in Terrazza Coste capoluogo del comune, e l'altra nella villata di s. Antonino; nella prima si celebra la festa della B. V. del Carmine, nell'altra la festa del santo di cui porta il nome.

Gli abitanti di questo comune sono in generale di vigorosa complessione, di buona indole e di mente aperta.

Cenni storici. Altre volte Torrazza Coste veniva riguardato come una dipendenza di s. Antonino: gli derivò il nome da un'alta torre che vi s'innalzava nei tempi andati sul pendio della collina, che dal volgo chiamavasi, e tuttavia chiamasi Costa.

Questo villaggio diede la culla al celebre professore Maria Raccagni de' chierici regolari di s. Paolo detti Barnabiti: egli insegnò in Milano con grandissima sua lode e con molto profitto de' suoi numerosi allievi la logica e la metafisica, quindi la fisica generale e sperimentale, ed eziandio la matematica sublime, quando fu incaricato a far le veci del rinomatissimo abate Frisi. Tra le opere che egli scrisse e stampò si notano particolarmente la Teorica de' fluidi; la Dissertazione sopra i trasporti; e la memoria intitolata: Memoria sopra alcuni conduttori che sono stati percossi dal fulmine. Il professore Raccagni fu caro ai dotti, alla nobiltà, ed al popolo: morì in Milano addì 4 di marzo del 1822, in età di anni 81: gli fu eretto un monumento in marmo, che è infisso in una delle pareti della chiesa di s. Alessandro in quella capitale dell'Insubria.

Popol. 1396.