GUIDA  Atripalda

Da Wiki.
Pagine Utili sul Comune
Scheda su Atripalda
Mappa Interattiva
Siti atripaldesi
Amministrazione Comunale
Statistiche su Atripalda
Inserisci Bollino Wiki
Concorso Fotografico
Concorsofoto.jpg
Foto Atripalda:
2012, 2009, 2008
Orologio del Palazzo della Dogana dei Grani (Dogana Cereali)

Atripalda è situato in Campania in Provincia di Avellino. Il 16 settembre si festeggia il Patrono, San Sabino Vescovo. Tra gli edifici religiosi: Chiesa di Sant'Ippolisto; Chiesa dell'Arciconfraternita dell'Annunziata; Chiesa del Santissimo Rosario.

Confina con i comuni di: Avellino, San Potito Ultra, Santo Stefano del Sole, Sorbo Serpico, Aiello del Sabato, Cesinali e Manocalzati. E' a circa quattro chilometri da Avellino.

Indice

Dove Mangiare

  • Ristorante Flacara, Via Appia, 100
  • Ristorante - Pizzeria Mediterraneo, Via Cesinali, 64
  • Ristorante Valleverde, Via Pianodardine, 112
Monumento dei Caduti e il Palazzo della DOgana sullo sfondo

Biblioteche

  • Biblioteca Comunale Leopoldo Cassese, Piazza Sparavigna, 4

Volontariato, Onlus e Associazioni

  • Centro Volontari di Atripalda per la Solidarietà e la Promozione Umana, Via R Aversa, 43
  • Fraternità di Misericordia di Atripalda, Piazza Umberto I, Sn

Informazioni Utili

Icona train t.gif Come Arrivare

Bibliografia

  • Atripalda. Percorso storico-artistico, Ed. De Angelis (2006)
  • Atripalda nel 1755. Il borgo settecentesco e la Porta di Juso. Con i nomi di tutti gli abitanti e i luoghi antichi, Arturo Bascetta - Marco Fiore - Genny Loffredo, Ed. Bascetta (2005)

Memorie Storiche

Il Notiziario delle particolari produzioni delle province del regno di Napoli (1816) così descrive il comune:

Della Terra di Atripalda. E' pur situata Atripalda alle vicinanze di Avellino. La sua campagna è arricchita da correnti acqae, per la qual cosa vedesi in essa stabilita valchiera per panni, cartiera, ferriera, e ramiera. Nelle correnti acque si fa pesca di trotte, di tinche, e di capitoni. Le viti di questo suolo producono gustose uve, che spremute danno soave vino. In questo stesso suolo v'è la cava delle pietre molari, che sono in gran commercio; e pur della pietra marmorea colorata. E poichè v'è molto terreno macchìoso v'è pure gran caccia di penna, e di pelo.

In Corografia dell'Italia (1832) così viene descritto il comune:

ATRIPALDA, volgarmente TRIPALDO, ameno borgo della prov. di Principato ulteriore, dist. d'Avellino, nel regno delle Due Sicilie. Sta sopra un picciol colle, ai di cui piedi verso levante scorre il Sabato. È distante poco più d' un miglio da Avellino verso oriente, e 10 a libeccio da Montemarano. Vi è una collegiata ed una parrocchiale. Nella prima vi è una chiesa sotterranea con belle statue rappresentanti san Michele e la Maddalena. Conta circa 2,400 abitanti, molti de' quali occupansi nelle fabbriche di pannilani, di carta e di oggetti di fucine, specialmente di chiodi.

Galleria Foto