GUIDA  Aymavilles

Da Wiki.
Pagine Utili sul Comune
Scheda su Aymavilles
Mappa Interattiva
Siti aymavillains
Amministrazione Comunale
Statistiche su Aymavilles
Inserisci Bollino Wiki
Concorso Fotografico
Concorsofoto.jpg
Foto Aymavilles:
2012, 2009, 2008
Stemma Araldico

Aymavilles ( altitudine:640 metri s.l.m.) è situato nella Valle d'Aosta. Il 24 novembre si festeggia il Patrono:Cristo Re. Tra gli edifici religiosi: Chiesa Parrocchiale di Cristo Re (in precedenza detta di Saint Martin); Chiesa di Saint Léger. Da Vedere: Ponte-acquedotto romano di Pondel; Castello di Aymavilles.

Confina con i comuni di: Jovençan, Sarre, Villeneuve, Valsavarenche, Saint-Pierre, Gressan e Cogne. E' a circa otto chilometri da Aosta.

Il comune fa parte del territorio del Parco Nazionale del Gran Paradiso.

Indice

Stemma Araldico

  • Su scudo suddiviso in quattro settori:sul primo,con fondo oro,vi è un leone nero;sul secondo,con fondo argento, sulla banda nera è presente una colomba d'argento;sul terzo,con fondo rosso,vi è un castello con due torri merlate;il quarto,con fondo nero ha due campanili d’oro.

Gonfalone

  • Su drappo bicolore rosso e nero è riportato lo Stemma Araldico.

Ritratto della Città

Frazioni

  • Site,rispetto al Capoluogo:
- a nord,senza soluzione di continuità:Folliex;
- a sud,a circa tre chilometri:Ozein;
- a sud,a circa sei chilometri:Vieyes;
- a sud ovest,a circa un chilometro:Poyaz;
- a sud ovest,a circa quattro chilometri:Pondel.

Caratteristiche del Territorio

Da Vedere

Numeri Utili

Specialità

Prodotti Tipici

Castelli e Fortificazioni

Castello - Panoramica
Castello - Panoramica

Castello
  • Il Castello :
Edificato nel XII secolo, su una bassa collina morenica digradante verso il fiume "Dora Baltea" ed allo sbocco della Valle di Cogne , ha subito nei secoli ripetuti rimaneggiamenti e trasformazioni sino a raggiungere l’attuale struttura signorile. Costituito da un corpo centrale a pianta quadrilatera con ai vertici quattro possenti torri cilindriche coronate da caditoie (aggiunte da Amedeo di Challant all'inizio del XV secolo), originariamente, comprendeva una Cappella ed i primi proprietari furono i De Amavilla. Nella prima metà del XVIII secolo Joseph Felix Challant fece effettuare dei lavori portandolo all'aspetto attuale. Il figlio di Teresa di Challant (ultima discendente diretta della nobile Famiglia Valdostana) , il Conte Vittorio di Cacherano , si fece promotore di nuove campagne decorative che seguivano le tendenze dell'epoca. Tra la fine del 1800 e la prima metà del 1900, il castello venne utilizzato come dimora di villeggiatura. Passato in proprietà alla Famiglia Bombrini nell'anno 1895, quasi un secolo più tardi fu ceduto alla Regione autonoma Valle d'Aosta . Il castello è circondato da un ampio parco.
Porte aperte al Castello - Locandina anno 2018
Curiosità:
Dal 4 al 26 agosto dell'anno 2018 sono stati mostrati ed illustrati al pubblico i primi risultati del restauro del Castello, nell'ambito del cantiere evento organizzato dall'assessorato regionale all'istruzione e cultura.
  • Tornalla
Sita in Frazione Ozein ,Località Pos , è un'antica costruzione pericolante, con una torre tonda (presumibile casa-forte), risalente al XV secolo.Di proprietà privata,dispone di una scala a chiocciola ed è comunemente chiamala "la Casa del Vescovo" anche se, al merito, non risulta ufficialmente alcuna relazione con l'alto prelato.

Curiosità

  • Cava di bardiglio
In epoca romana esisteva una cava di pietra verde (sita tra le località di Montbel e Turlin)usata per rivestimenti di edifici,pavimentazione stradale,lapidi,stele,basamenti e tombe nell’edificazione di "Augusta Praetoria" (Aosta).
  • Gli sport popolari
- La "Rebatta":gioco popolare,con un bastone che fa rotolare una pallina lanciandola il più lontano possibile,che si sviluppa su un campo pianeggiante a forma di settore circolare e suddiviso in semicerchi circolari concentrici.
- Il "palet":gioco popolare,in cui ci si serve di dischi metallici (dal peso variabile) da tirare il più vicino possibile ad un disco più piccolo verniciato di bianco,che si sviluppa su un campo pianeggiante a forma rettangolare.

Personalità Illustri

  • Lavirat Giuseppe Teodulo
Nacque ad Aymavilles il 18 agosto 1894 e morì a Malga Sugna il 15 giugno 1916. Appartenuto al 4° Reggimento Alpini combattè nella Prima Guerra Mondiale (1915-1918) e venne insignito di "Medaglia d'Argento al Valore Militare" con la seguente motivazione:
"Ferito da scheggia di granata, continuava a prestare servizio presso la propria mitragliatrice, non allontanandosene che dopo ordine dell'Ufficiale. Saputo poi che mancavano munizioni, ritornava immediatamente in trincea per portarvene, rimanendovi sino alla fine del combattimento".
  • Umberto Parini
Nacque ad Aosta il 12 luglio 1944 e morì ad Aymavilles il 19 novembre 2007. Medico chirurgo, laureatosi presso l'Università degli Studi di Torino, ricoprì la carica di Direttore della Divisione di Chirurgia Generale dell'Ospedale Regionale di Aosta e successivamente fondò la Società Valdostana di Chirurgia.Docente alla specializzazione di Chirurgia d'Urgenza dell'Università di Genova si specializzò in chirurgia dell'obesità ed in tale problematica curò e pubblicò iltesto “Chirurgia dell'obesità - Approccio multidisciplinare e tecniche chirurgiche”.Per la sua dedizione,alla morte,l'ospedale Regionale di Aosta fu a lui intitolato.

Biblioteche

  • Biblioteca Comunale,Località Clos Savin,1 Telefono 0165-923826

Miti e Leggende

In ogni comunità,nell’ambito delle tradizioni,si tramandano di generazione in generazione le leggende locali.Per quanto attiene il Comune di "Aymavilles", eccone una: La fata di Ozein Nella Frazione di Ozein esiste un olmo tutto bruciacchiato,come colpito da un fulmine.Si racconta che la causa di tale evento è dovuta ad una fata che,per sbarazzarsi di un contadino(dopo avergli concesso i suoi favori e che aveva scoperto il suo rifugio),gli donò una cintura d’oro ed incantata. Dovendo l’uomo soddisfare un'impellente necessità corporale,uscito dalla grotta,gettò la cinghia sul ramo di un olmo e questo,a causa del potere malefico della cintura,perse istantaneamente tutte le foglie e rimase tutto bruciacchiato.

Alberi Monumentali

In località Champcognein vi è una Vite con più di duecento anni, detta "La Viëille Premetta", alta un metro e mezzo e con una circonferenza di circa mezzo metro.

Aree Protette

Informazioni Utili

Icona train t.gif Come Arrivare Icona church t.gif Edifici Religiosi Icona Eventi.gif Eventi Icona dormire.gif Dove Dormire Icona dinner t.gif Dove Mangiare Icona sport t.gif Impianti Sportivi

Icona asso t.gif Associazioni

Galleria Foto

Link.pngVedi Anche: Lista Foto Aymavilles