GUIDA  Casapinta

Da Wiki.
Pagine Utili sul Comune
Scheda su Casapinta
Mappa Interattiva
Siti casapintesi
Amministrazione Comunale
Statistiche su Casapinta
Inserisci Bollino Wiki
Concorso Fotografico
Concorsofoto.jpg
Foto Casapinta:
2012, 2009, 2008

Casapinta è situato nel Piemonte in Provincia di Biella. Il 16 luglio si festeggia il Patrono, Madonna del Carmine. Tra gli edifici religiosi: Chiesa Parrocchiale di San Lorenzo; Oratorio di Sant'Antonio Abate.

Confina con i comuni di: Lessona, Mezzana Mortigliengo, Masserano, Curino e Strona. E' a circa diciotto chilometri da Biella.

Complessi Bandistici e Corali

  • Corale di Casapinta, Via Bassetti, 1

Memorie Storiche

Nel Dizionario geografico-storico-statistico-commerciale (1837) Goffredo Casalis così descrive il comune:

CASAPINTA (Casapinta], com. nel mand. di Cossato, prov. e dioc. di Biella, div. di Torino. Dipende dal senato di Piem., intend. prefett. ipot. di Biella, insin. di Bioglio, posta di Masserano.

Spettò al contado di Mortiliengo. Lo ebbe in feudo la nobile famiglia Audifredi. E distante otto miglia da Biella.

La superficie del territorio presenta terreni sterili ed incolti ettari 47. 13. 1. Fiumi, stagni e torrenti 0. 76. 0. Foreste comunali 21. 28. 5, foreste particolari 101. 10. 6. Terreni coltivati ed abitati 74. 87. 8. I terreni incolti che si trovano sulla collina, sarebbero non poco atti a ridursi ad utile coltivazione, se i proprietarii fossero in grado di sostenerne le spese. Le sementi rendono il dieci per uno. Di grano si raccolgono per approssimazione in ogni anno quintali 690, di segale 30,201, di meliga 11,503, di legumi 1380, di fieno 4610, di canape 1844, di vino 59, di olio 553, di castagne 276. Il vino riesce mediocre per la relativa qualità delle uve: i castagni che allignano in collina sono molto più produttivi di quelli della pianura.

Non vi si fa verun affittamento di beni. Sono essi divisi fra tutti i terrazzani, e si lavorano colla marra.

Si mantengono vacche 70 circa, montoni 50, agnelli 60, pecore 150, majali 15. I prodotti delle vacche sono di poco rilievo a cagione dei cattivi pascoli. Qualche maggior guadagno vi si ricava dal mantenimento del minuto bestiame.

La parrocchiale è consacrata a s. Lorenzo. Il paroco ha una rendita fissa di lire 205. 40, e un supplimento di congrua di lire 300.

Essendovi modico il prezzo delle derrate, si fanno assai frequenti matrimonii, e da qualche tempo vi è notevole l'aumento della popolazione. Gli abitanti sono robusti, e molto industriosi; si conducono essi in gran parte ad esercitare qualche maniera di traffico in lontane provincie: quelli che rimangono nel paese sono presso che tutti applicati all'agricoltura. Popolazione 760.