GUIDA  Atri

Da Wiki.
Pagine Utili sul Comune
Scheda su Atri
Mappa Interattiva
Siti atriani
Amministrazione Comunale
Statistiche su Atri
Inserisci Bollino Wiki
Concorso Fotografico
Concorsofoto.jpg
Foto Atri:
2012, 2009, 2008
Il Municipio, nell'ex Palazzo Acquaviva o ducale, col torrione medioevale
Lo stemma del Comune

Atri è situato in Abruzzo, in Provincia di Teramo. Il secondo lunedì dopo Pasqua si festeggia il Patrono, Santa Reparata. Tra gli edifici religiosi: Basilica Cattedrale Santa Maria Assunta; Santuario di San Gabriele dell'Addolorata.

Confina con i comuni di: Notaresco, Morro d'Oro, Montefino, Pineto, Roseto degli Abruzzi, Silvi, Castilenti, Cellino Attanasio e Città Sant'Angelo.

Indice

Da Vedere

La Basilica concattedrale di S. M. Assunta
  • La Cattedrale di S.Maria Assunta basilica romanico-gotica della fine del XIII sec., o Duomo di Atri, concattedrale della diocesi di Teramo-Atri
  • Il Municipio, ospitato nell'austero Palazzo dei Duchi Acquaviva
  • Le "Bolge" sulla S.S. per Teramo grandiosi calanchi di erosione, chiamati localmente anche <<scrimoni>>

Musei

Biblioteche

  • Biblioteca capitolare, Via L. d'Atri
  • Biblioteca Comunale, Piazza Duchi d'Acquaviva
  • Biblioteca del Centro servizi culturali, Corso Elio Atriano, 24
  • Museo capitolare

Teatri

  • Il Teatro Comunale si trova nella piazza del Duomo, di fronte alla Cattedrale. La sua costruzione risale al 1872, progettista l'ing. Niccolò Mezzuccelli di Teramo ma venne inaugurato nel 1881. Contiene circa 300 posti, e per le decorazioni del suo interno viene soprannominato "bomboniera". All'ingresso si trova un bar, attraverso il quale si accede alla platea del Teatro.

Volontariato, Onlus e Associazioni

  • Associazione Famiglie Malati Alzheimer Atriana, Centro Ex Morgan Ospedale Di Atri
  • Associazione Rena Italia, Via S. Margher. S. Margherita Atri
  • Club Amatori Radio Televisione Atriani, Viale Risorgimento, 69/B
  • Fondazione la Villa, S. Margherita Via Della Chiesa
  • Onlus Crescere, Via Risorgimento c/o Pediatria

Informazioni Utili

Icona train t.gif Come Arrivare

le "Bolge" o calanchi o "scrimoni"

Bibliografia

  • Atri e l'atriatico. Itinerari artistici in Atri e nei comuni del suo comprensorio, L. Castagna - W. Pellegrini - A. Varani, Ed. Polis (1987)
  • Atri, Silvi, Roseto. La storia sul mare, F. Calzia, Ed. GGallery (1994)
  • La strada romana in Hatria (Atri) a Pinna (Penne), in "Abruzzo", G. Forni (1963)
  • Hatria-Atri, L. Sorricchio (1911)
  • Il comune atriano, 1251 - 1507, in "RASLA", L. Sorricchio (1892)
  • La basilica cattedrale di Atri, B. Trubiani (1969)
  • Atri, G. Verna (1963)

Memorie Storiche

Il libro L'Italia meridionale o L'antico reame delle Due Sicilie (1860) così descrive il comune:

Atri, con 10 mila abitanti, capoluogo di circondario, sede vescovile concattedrale di Penne. La città è posta in luogo eminente ed ha esteso orizzonte, fertile territorio produttivo specialmente di buon vino. Vi sono varie manifatture e operoso commercio. Tra i suoi edificj sono da notare, la bella cattedrale che ha la forma di un vecchio tempio gotico, con superbo campanile, ed il palazzo vescovile; e sono celebri le sue grotte, lontane dalla città intorno a 400 passi, e con forma di atrj e basiliche, con colonne ed altri maravigliosi lavori. Questa piccola città, la quale vuolsi che avesse dato il nome all'Adriatico, è ricca di antiche memorie, e dei nomi gloriosi degli Acquaviva.

Galleria Foto

Edicole Votive